AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Chimici.info

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 12 luglio 2005: Avvio di istruttoria conoscitiva sul servizio di vendita di energia elettrica ai clienti idonei e sul livello di concorrenza tra esercenti il medesimo servizio. (Deliberazione n. 141/05). (GU n. 178 del 2-8-2005)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 12 luglio 2005

Avvio di istruttoria conoscitiva sul servizio di vendita di energia
elettrica ai clienti idonei e sul livello di concorrenza tra
esercenti il medesimo servizio. (Deliberazione n. 141/05).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 12 luglio 2005;
Visti:
la direttiva 2003/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
del 26 giugno 2003 relativa a norme comuni per il mercato interno
dell’energia elettrica e che abroga la direttiva 96/92/CE (di
seguito: direttiva europea 2003/54/CE);
la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n.
481/1995);
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di seguito: decreto
legislativo n. 79/1999);
la legge 23 agosto 2004, n. 239, recante riordino del settore
energetico, nonche’ delega al Governo per il riassetto delle
disposizioni vigenti in materia di energia (di seguito: legge n.
239/2004) ed, in particolare, l’art. 1, comma 2, lettera a) e comma
8, lettera a), punto 6);
la legge 18 aprile 2005, n. 62, recante «Disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia
alle Comunita’ europee. Legge comunitaria 2004» (di seguito: legge n.
62/2005) ed, in particolare, i principi e criteri direttivi di cui
all’art. 15;
la delibera dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas (di
seguito: l’Autorita) 30 maggio 1997, n. 61/97, recante disposizioni
generali sullo svolgimento dei procedimenti;
la deliberazione dell’Autorita’ 26 maggio 1999, n. 78/99, come
successivamente integrata dalla deliberazione dell’Autorita’
29 ottobre 2003, n. 123/03 (di seguito: deliberazione n. 78/99);
la deliberazione dell’Autorita’ 20 ottobre 1999, n. 158/99 (di
seguito: deliberazione n. 158/99);
la deliberazione dell’Autorita’ 30 giugno 2004, n. 107/04 (di
seguito: deliberazione n. 107/04);
la deliberazione dell’Autorita’ 11 gennaio 2005, n. 1/05 (di
seguito: deliberazione n. 1/05);
la deliberazione dell’Autorita’ 9 febbraio 2005, n. 19/05 (di
seguito: deliberazione n. 19/05);
Considerato che:
dal 1° luglio 2004 sono clienti idonei tutti i clienti finali non
domestici, per effetto della disposizione di cui all’art. 21 della
direttiva europea 2003/54/CE, ritenuta, con deliberazione n. 107/04,
di diretta applicazione dal termine fissato per il recepimento della
medesima direttiva e successivamente trasposta nell’ordinamento
legislativo nazionale all’art. 14, comma 5-quater, del decreto
legislativo n. 79/99, come integrato dall’art. 1, comma 30, della
legge n. 239/04; e che, dal 1° luglio 2007, saranno idonei tutti i
clienti finali;
l’assetto delineato al precedente alinea, almeno sino al
1° luglio 2007, si articola in:
a) un segmento, denominato mercato libero, in cui si esplica il
servizio di vendita di energia elettrica nei confronti di clienti
idonei finali (di seguito: vendita al dettaglio ai clienti idonei
finali) che hanno esercitato il diritto potestativo di contrattare
liberamente le condizioni della fornitura, fatti salvi i profili
regolati, ivi compresa la scelta della controparte contrattuale, e
che, in virtu’ di tale esercizio, sono diventati a tutti gli effetti
clienti del mercato libero;
b) un segmento, complementare a quello di cui alla precedente
lettera e denominato mercato vincolato, in cui si esplica il servizio
di vendita di energia elettrica nei confronti di clienti finali
vincolati e di clienti idonei finali che hanno liberamente scelto di
mantenere la propria collocazione su tale mercato; e che tutte le
condizioni economiche per l’esercizio di detto servizio sono
determinate dall’Autorita’;
l’art. 2, comma 12, lettere da g) ad i), della legge n. 481/1995,
prevede che l’Autorita’:
a) controlli lo svolgimento dei servizi, tra cui i servizi di
vendita di energia elettrica di cui al precedente alinea, con poteri
di ispezione, di accesso, di acquisizione della documentazione e
delle notizie utili;
b) emani direttive concernenti la produzione e l’erogazione dei
servizi da parte dei soggetti esercenti i servizi medesimi;
c) assicuri la piu’ ampia pubblicita’ delle condizioni dei
servizi, effettui studi sull’evoluzione del settore e dei singoli
servizi, anche per modificare le condizioni tecniche, giuridiche ed
economiche relative allo svolgimento o all’erogazione dei medesimi, e
promuove iniziative volte a migliorare le modalita’ di erogazione dei
servizi;
ai sensi dell’art. 2, comma 22, della legge n. 481/1995, le
amministrazioni e le imprese del settore elettrico sono tenute a
fornire all’Autorita’, oltre a notizie ed informazioni, la
collaborazione per l’adempimento delle funzioni di cui al precedente
alinea;
Considerato che:
gli indirizzi settoriali per la direzione energia elettrica
contenuti nella deliberazione n. 1/05 prevedono che la medesima
direzione, tramite la propria unita’ dedicata alle tematiche in
materia di mercato e concorrenza, svolga le necessarie attivita’
istruttorie finalizzate, tra l’altro, a migliorare l’economicita’ e
il funzionamento del sistema elettrico nazionale, anche attraverso
«… la definizione di modalita’ di switching tra i due mercati
(libero e vincolato) che minimizzi la sussistenza di sussidi
incrociati nell’entrata e/o uscita dai mercati […] e la definizione
di standard contrattuali per la negoziazione di energia elettrica
(anche per la gestione del rischio associato alle forniture fisiche)
e di codici di condotta per la vendita ai clienti idonei (requisiti
per il venditore, sistemi di tutela differenziati per classi di
clienti)»;
gli indirizzi di cui al precedente alinea sono stati implementati
nel programma operativo della medesima direzione per l’anno corrente
presentato ai soggetti interessati nel corso del seminario
esplicativo tenutosi in data 14 marzo 2005, prevedendo una specifica
attivita’ conoscitiva prodromica all’adozione di interventi
regolamentari a conformazione dei servizi di vendita di energia
elettrica;
l’istruttoria conoscitiva promossa dall’Autorita’ e condotta
congiuntamente con l’Autorita’ garante della concorrenza e del
mercato, conclusasi con deliberazione n. 19/05, ha riguardato
unicamente lo stato dei servizi nel cd mercato all’ingrosso
dell’energia elettrica e nel cd mercato per il servizio di
dispacciamento per la centrale rilevanza assunta su tali mercati
dall’offerta di energia elettrica; e che, conseguentemente, dagli
esiti di tale istruttoria non possono essere tratte conclusioni circa
la vendita al dettaglio (cfr 1/23.2 dell’allegato A alla medesima
deliberazione);
Considerato che:
preliminare ad ogni valutazione sul livello di concorrenza nella
vendita dell’energia elettrica e’ la definizione delle
caratteristiche del conseguente servizio di pubblica utilita’ erogato
ai clienti finali, ivi inclusa la definizione dei mercati rilevanti
ai fini di detta valutazione;
il livello di concorrenza nella vendita di energia elettrica deve
essere valutato sia con riferimento alle condizioni economiche
praticate ai clienti finali che alle condizioni contrattuali poste
alla base del rapporto giuridico sottostante tra il cliente finale e
l’esercente il servizio di vendita;
Ritenuto opportuno:
limitare le valutazioni di cui al precedente considerato al
servizio di vendita di energia elettrica ai clienti idonei finali, in
quanto cio’ risulta essenziale per l’adozione di eventuali interventi
volti a promuovere la concorrenza tra esercenti il servizio di
vendita e, nel contempo, tutelare gli interessi di utenti e
consumatori, essendo la regolazione della vendita di energia
elettrica al mercato vincolato gia’ oggetto di specifici
provvedimenti dell’Autorita’;
avviare un’istruttoria conoscitiva finalizzata a valutare il
servizio di vendita di energia elettrica ai clienti idonei e sul
livello di concorrenza tra esercenti tale servizio;
prevedere che l’istruttoria conoscitiva abbia una durata tale da
accompagnare, sino al naturale completamento, il processo di apertura
del mercato libero, vale a dire sino al 1° luglio 2007; e che in tale
lasso temporale si collochino diversi esiti conoscitivi interinali di
tale indagine a supporto delle attivita’ istruttorie di eventuali
provvedimenti dell’Autorita’ in materia; e che detti esiti trovino
massima diffusione presso i soggetti interessati;
Delibera:
1. Di avviare un’istruttoria conoscitiva sul servizio di vendita di
energia elettrica ai clienti idonei e sul livello di concorrenza tra
esercenti il medesimo servizio.
2. Di conferire mandato al direttore della direzione energia
elettrica dell’Autorita’ per procedere:
a) allo svolgimento delle attivita’ conoscitive con le finalita’
di cui al precedente punto 1;
b) allo svolgimento, qualora cio’ fosse opportuno per alcuni
aspetti della presente istruttoria conoscitiva, di analisi e
valutazioni da effettuare con il supporto di servizi di consulenza
esterni;
c) alle convocazioni e all’organizzazione degli incontri con gli
operatori ritenuti necessari, fissandone le modalita’ in relazione
alle esigenze di conduzione e sviluppo dell’istruttoria conoscitiva
in oggetto;
d) alla formulazione di proposte all’Autorita’ per gli eventuali
interventi di competenza, anche predisponendo i necessari avvii di
procedimento per l’implementazione dei citati interventi.
3. Di prevedere che l’istruttoria conoscitiva di cui al punto 1
accompagni il processo d…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Chimici.info