AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Chimici.info

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 19 novembre 2004: Definizione di strumenti di copertura contro il rischio di volatilita' del corrispettivo di utilizzo della capacita' di trasporto. (Deliberazione n. 205/04). (GU n. 289 del 10-12-2004)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 19 novembre 2004

Definizione di strumenti di copertura contro il rischio di
volatilita’ del corrispettivo di utilizzo della capacita’ di
trasporto. (Deliberazione n. 205/04).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 19 novembre 2004;
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79/1999;
la legge 23 agosto 2004, n. 239.
Visti:
gli indirizzi del Ministro delle attivita’ produttive del
31 luglio 2003 per l’attuazione di un sistema organizzato di offerte
di vendita e di acquisto di energia elettrica, basato su un mercato
dell’energia elettrica e su un mercato del servizio di dispacciamento
(di seguito: indirizzi per il Sistema Italia 2004);
il decreto del Ministro delle attivita’ produttive del
19 dicembre 2003, recante approvazione del Testo integrato della
Disciplina del mercato elettrico ed assunzione di responsabilita’ del
Gestore del mercato elettrico S.p.a. relativamente al mercato
elettrico (di seguito: decreto ministeriale 19 dicembre 2003);
l’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas (di seguito: l’Autorita) 30 dicembre 2003, n.
168/2003, (di seguito: deliberazione n. 168/03);
l’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ 27 marzo 2004, n.
8/2004 (di seguito: deliberazione n. 48/2004);
la deliberazione dell’Autorita’ 15 luglio 2004, n. 116/2004 (di
seguito: deliberazione n. 116/2004);
la deliberazione dell’Autorita’ 29 luglio 2004, n. 137/2004;
il documento per la consultazione del 6 agosto 2004 recante
proposte per la promozione e lo sviluppo di strumenti di copertura
contro il rischio di volatilita’ del corrispettivo di utilizzo della
capacita’ di trasporto (di seguito: documento per la consultazione
6 agosto 2004).
Considerato che:
con la deliberazione n. 168/2003, l’Autorita’ ha definito,
nell’ambito della determinazione delle condizioni del dispacciamento
di merito economico, i criteri per l’assegnazione dei diritti di
utilizzo della capacita’ di trasporto della rete rilevante del
sistema elettrico nazionale ai fini dell’esecuzione dei contratti di
compravendita di energia elettrica;
i criteri di cui al precedente alinea sono stati definiti
coerentemente con l’assetto generale di mercato stabilito dagli
indirizzi per il Sistema Italia 2004 e dal decreto ministeriale
19 dicembre 2003;
la deliberazione n. 168/2003 prevede l’applicazione di un
corrispettivo per l’assegnazione dei diritti di utilizzo della
capacita’ di trasporto nel mercato del giorno prima (di seguito:
corrispettivo di assegnazione della capacita’ di trasporto o CCT) a
carico della societa’ Gestore del mercato elettrico S.p.a. (di
seguito: il Gestore del mercato) e degli operatori di mercato cedenti
che hanno registrato, ai sensi dell’art. 4 della medesima
deliberazione, contratti di compravendita conclusi al di fuori del
sistema delle offerte;
il valore del corrispettivo di assegnazione della capacita’ di
trasporto e’ funzione delle differenze fra i prezzi zonali a cui sono
valorizzate le offerte di vendita accettate nel mercato del giorno
prima (di seguito: prezzi zonali) e il prezzo unico nazionale a cui
sono valorizzate le offerte di acquisto accettate nel medesimo
mercato (di seguito: prezzo unico nazionale);
nel corso dei primi mesi di funzionamento del dispacciamento di
merito economico il valore del corrispettivo di cui al precedente
alinea ha presentato estrema variabilita’;
sia i partecipanti al mercato del giorno prima che i titolari di
contratti bilaterali sono esposti al rischio connesso alla
variabilita’ del predetto corrispettivo;
solo operatori con disponibilita’ di capacita’ produttiva
distribuita nelle varie zone di rete in misura omotetica alla
distribuzione della domanda nazionale nelle medesime zone risultano
non esposti al rischio di cui al precedente alinea;
l’eventuale assegnazione di strumenti di copertura contro il
rischio di volatilita’ del corrispettivo di assegnazione della
capacita’ di trasporto a soggetti che non risultino effettivamente
esposti al predetto rischio puo’ ridurre la disponibilita’ di tali
strumenti sul mercato;
l’applicazione del corrispettivo di assegnazione della capacita’
di trasporto comporta una differenza positiva tra ricavi e costi per
la societa’ Gestore della rete di trasmissione nazionale S.p.a. (di
seguito: il Gestore della rete) la cui destinazione necessita di
essere stabilita dall’Autorita’.
Considerato, altresi’, che:
la quasi totalita’ dei soggetti che hanno formulato osservazioni
al documento per la consultazione 6 agosto 2004 hanno richiesto
l’assegnazione da parte del Gestore della rete di strumenti di
copertura dal rischio di volatilita’ del corrispettivo di
assegnazione della capacita’ di trasporto (di seguito: coperture dal
rischio di volatilita’ del corrispettivo di assegnazione della
capacita’ di trasporto o CCC), ad integrazione della disciplina delle
condizioni economiche del dispacciamento, riferiti al differenziale
tra i prezzi zonali e il prezzo unico nazionale;
i soggetti che hanno partecipato alla consultazione hanno inoltre
richiesto che, nel caso di assegnazione di CCC tramite meccanismi di
asta, siano previsti dei limiti alla partecipazione degli operatori
con potere di mercato nelle diverse zone o con una distribuzione
geografica della produzione tale da non esporli al rischio di
variabilita’ del valore del corrispettivo di assegnazione della
capacita’ di trasporto;
la deliberazione n. 116/2004 prevede la pubblicazione da parte
del Gestore della rete della stima dei limiti di transito tra le zone
di cui all’art. 15 della deliberazione n. 48/2004 relativamente a
ciascuna ora dell’anno 2005, nonche’ della stima della distribuzione
percentuale tra le zone di cui all’art. 15 della deliberazione n.
48/2004 e per ciascuna ora dell’anno 2005, delle quantita’ di energia
elettrica di cui all’art. 19, comma 19.4, lettera c) della
deliberazione n. 48/2004;
l’assegnazione di CCC non comporta la contestuale assegnazione
dei diritti per l’utilizzo della capacita’ di trasporto, che continua
ad avvenire secondo le modalita’ stabilite nella deliberazione n.
168/2003.
Ritenuto opportuno:
definire il contenuto dei CCC, al fine di rendere disponibili
idonei strumenti di copertura dal rischio derivante dalla
variabilita’ delle differenze tra i prezzi zonali ed il prezzo unico
nazionale ovvero del valore del corrispettivo di assegnazione della
capacita’ di trasporto;
intestare al Gestore della rete la funzione di organizzare
procedure concorsuali per l’assegnazione di CCC riferiti al
differenziale tra i prezzi zonali e il prezzo unico nazionale,
nell’ambito dell’erogazione del servizio di dispacciamento di merito
economico;
stabilire dei limiti alla partecipazione alle procedure
concorsuali di cui al precedente alinea per gli operatori che non
risultano esposti al rischio relativo alla variabilita’ del valore
del corrispettivo di assegnazione della capacita’ di trasporto, cosi’
da evitare che gli esiti delle predette procedure concorsuali possano
incentivare fenomeni di speculazione o di esercizio di potere
mercato;
stabilire che la differenza tra ricavi e costi del Gestore della
rete conseguenti alla applicazione del corrispettivo di assegnazione
della capacita’ di trasporto e alle procedure di assegnazione dei CCC
sia destinata alla riduzione dei corrispettivi per i servizi di
trasmissione dell’energia elettrica;
Delibera
di approvare il seguente provvedimento:

Art. 1.
Definizioni

1.1. Ai fini dell’interpretazione e dell’applicazione delle
disposizioni contenute nel presente provvedimento si applicano le
definizioni di cui all’art. 1 dell’allegato A alla deliberazione
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas (di seguito:
l’Autorita) 30 dicembre 2003, n. 168/2003, come successivamente
integrata e modificata (di seguito: deliberazione n. 168/2003) e di
cui all’art. 1 dell’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’
30 gennaio 2004, n. 5/2004, come successivamente integrata e
modificata (di seguito: Testo integrato), nonche’ le ulteriori
definizioni formulate come segue:
corrispettivo per l’assegnazione dei diritti di utilizzo della
capacita’ di trasporto e’ il corrispettivo per l’assegnazione dei
diritti di utilizzo della capacita’ di trasporto nel mercato del
giorno prima di cui all’art. 35, comma 35.1, della deliberazione n.
168/2003;
operatore di mercato in immissione e’ un operatore di mercato ai
sensi dell’art. 4, comma 4.4, della deliberazione n. 168/2003,
abilitato a presentare programmi di immissione con riferimento a
punti di dispacciamento per unita’ di produzione o a punti di
dispacciamento per unita’ di importazione;
capacita’ produttiva nella disponibilita’ dell’operatore di
mercato e’, per ciascuna ora, la somma dei seguenti elementi nella
disponibilita’ del medesimo operatore di mercato:
a) la potenza efficiente netta delle unita’ di produzione
termoelettriche installate, al netto della potenza efficiente netta
di quelle che cedono energia elettrica nell’ambito di convenzioni di
cessione destinata, nonche’ della potenza efficiente netta delle
unita’ di produzione in manutenzione programmata;
b) la potenza efficiente netta d…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Chimici.info