AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 12 marzo 2008 | Chimici.info

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 12 marzo 2008

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 12 marzo 2008 - Modifiche al regolamento in materia di impegni di cui alla delibera n. 645/06/CONS. (Deliberazione n. 131/08/CONS). (GU n. 103 del 3-5-2008 - Suppl. Ordinario n.112)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 12 marzo 2008

Modifiche al regolamento in materia di impegni di cui alla delibera
n. 645/06/CONS. (Deliberazione n. 131/08/CONS).

L’AUTORITA’

Nella sua riunione di Consiglio del 12 marzo 2008;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante «Norme per la
concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita’.
Istituzione delle Autorita’ di regolazione dei servizi di pubblica
utilita»;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante «Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo»;
Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante «Nuove norme in
materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai
documenti amministrativi»;
Visto il Codice delle comunicazioni elettroniche di cui al decreto
legislativo 1° agosto 2003, n. 259;
Visto l’art. 14-bis del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223,
convertito dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, rubricato:
«Integrazione dei poteri dell’Autorita’ per le garanzie nelle
comunicazioni»;
Vista la Comunicazione sulle procedure di applicazione dell’art.
14-ter della legge n. 287/90 del 12 ottobre 2006, adottata
dall’Autorita’ garante della concorrenza e del mercato e pubblicata
nel Bollettino n. 39 del 16 ottobre 2006;
Vista la delibera 645/06/CONS, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
n. 285 del 7 dicembre 2006, recante il regolamento di attuazione
dell’art. 14-bis del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito
dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, con il quale sono state
disciplinate in via generale le procedure in materia di formulazione
di impegni da parte degli operatori di settore;
Vista la delibera 54/08/CONS, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
n. 30 del 5 febbraio 2008, recante modifiche ed integrazioni al
regolamento in materia di procedure sanzionatorie in attuazione del
medesimo art. 14-bis;
Vista la delibera 130/08/CONS che introduce modifiche al
regolamento in materia di procedure sanzionatorie e abroga la
delibera n. 54/08/CONS;
Ritenuto opportuno modificare la delibera 645/06/CONS al fine di
specificare il percorso istruttorio attraverso il quale la proposta
di impegni giunge all’esame dell’organo collegiale e di regolare
l’ipotesi della presentazione di impegni nell’ambito di piu’
procedimenti diversi, dettando le relative disposizioni di raccordo;
Udita la relazione del Commissario Nicola D’Angelo, relatore ai
sensi dell’art. 29 del regolamento concernente l’organizzazione e il
funzionamento dell’Autorita’;
Delibera:

Art. 1.
Modifiche alla delibera n. 645/06/CONS

1. All’art. 2 della delibera n. 645/06/CONS, i commi da 1 a 4 sono
sostituiti dai seguenti:
«1. Nei procedimenti ad iniziativa di parte o d’ufficio l’eventuale
proposta preliminare di impegni deve essere presentata alla direzione
competente, a pena di irricevibilita’, prima della sottoposizione
dell’affare all’organo collegiale ai fini della definizione del
procedimento.
2. La presentazione della proposta di impegni non giustifica, salvo
casi eccezionali debitamente motivati, il mutamento del responsabile
del procedimento.
3. A seguito della presentazione preliminare degli impegni
l’operatore interessato puo’ essere sentito dal responsabile del
procedimento al fine di fornire precisazioni e chiarimenti necessari
alla valutazione del contenuto degli impegni stessi. Prima della
sottoposizione del procedimento all’organo collegiale, e comunque
entro sessanta giorni dalla presentazione della proposta preliminare,
il soggetto interessato presenta la versione definitiva degli
impegni, che viene trasmessa all’organo collegiale competente
corredata dall’istruttoria preliminare della direzione competente.
4. L’organo collegiale dichiara senza indugio inammissibile la
proposta di impegni che per la sua genericita’ si manifesti carente
di serieta’ o che appaia presentata per finalita’ dilatorie. La
stessa decisione e’ altresi’ adottata in tutti i casi in cui gli
impegni assunti appaiano manifestamente inidonei a migliorare le
condizioni della concorrenza nel settore. Le decisioni di cui al
presente comma vengono comunicate all’operatore proponente gli
impegni.».
2. All’art. 3, comma 1, della delibera n. 645/06/CONS le parole:
«deve essere redatta per iscritto e» sono sostituite dalle seguenti:
«nella sua versione definitiva deve».
3. L’art. 4 della delibera n. 645/06/CONS e’ sostituito dal
seguente:
«Art. 4 (Istruttoria). – 1. La proposta di impegni viene resa
pubblica attraverso il sito internet dell’Autorita’, e i soggetti
interessati hanno facolta’ di presentare osservazioni entro i
successivi 30 giorni. Nel caso in cui si renda necessario la
direzione competente puo’ chiedere ai soggetti interessati ulteriori
informazioni ed elementi utili alla valutazione degli impegni. Entro
i 30 giorni successivi alla conclusione della consultazione
l’operatore interessato puo’ presentare la propria posizione in
relazione alle osservazioni presentate dai soggetti terzi e
introdurre modifiche agli impegni.
2. Il direttore trasmette all’organo collegiale competente lo
schema di provvedimento finale e la relazione del responsabile del
procedimento.».
4. L’art. 5 e’ sostituito dal seguente:
«Art. 5 (Provvedimenti finali). – 1. Ove, sulla base delle
risultanze della consultazione pubblica, l’organo collegiale, in via
preliminare, ravvisi delle insufficienze nella proposta di impegni,
puo’ invitare l’operatore ad emendarla entro un congruo termine
perentorio. Nell’ipotesi dell’inutile scadenza del termine viene
deliberata la reiezione della proposta.
2. L’organo collegiale valuta, considerate le condizioni
competitive del settore di cui trattasi, se la proposta di impegni
sia idonea a migliorare le condizioni della concorrenza nello stesso
settore attraverso idonee e stabili misure. Ove tale giudizio sia
positivo l’organo collegiale approva gli impegni e ne ordina
l’esecuzione, entro il termine indicato nella proposta, cosi’
rendendoli obbligatori per l’operatore proponente. La decisione puo’
essere adottata anche per un periodo di tempo determinato.
3. Il provvedimento acquista efficacia nei confronti del
destinatario con la comunicazione ed e’ pubblicato ai sensi dell’art.
10-bis del regolamento concernente l’organizzazione e il
funzionamento dell’Autorita’ di cui alla delibera n. 316/02/CONS.
4. Ove il procedimento nel quale la proposta di impegni si sia
eventualmente innestata non possa essere integralmente definito in
occasione dell’assunzione delle determinazioni di cui ai
commi precedenti, il medesimo prosegue regolarmente fino alla propria
conclusione.».
5. Dopo l’art. 8 della delibera n. 645/06/CONS e’ inserito il
seguente:
«Art. 8-bis (Coordinamento tra piu’ procedimenti). – 1. Una
medesima proposta di impegni puo’ essere presentata nell’ambito di
piu’ procedimenti anche di natura diversa, ferma restando la
necessita’ del rispetto dei termini rispettivamente dettati dall’art.
2 della presente delibera e dall’art. 12-bis della delibera
136/06/CONS e successive modificazioni ed integrazioni.
2. In tal caso, l’istruttoria sugli impegni si concentra
integralmente e ad ogni effetto, nell’osservanza degli articoli 2 e
seguenti, nell’ambito del solo procedimento che, tra quelli
interessati, ha natura regolatoria, o, nell’ipotesi di piu’
procedimenti aventi tale natura, nell’ambito del procedimento avente
l’oggetto piu’ ampio. Con delibera dell’organo collegiale competente,
prontamente comunicata alle parti interessate, e’ disposta la
sospensione degli altri procedimenti, che opera fino alla conclusione
dell’istruttoria prevista dall’art. 4. La sospensione opera altresi’
per il periodo di tempo che l’organo collegiale conceda all’operatore
per modificare la propria proposta, secondo quanto previsto dall’art.
5, comma 1.
3. Nell’ipotesi di cui al comma 2, l’unita’ organizzativa dinanzi
alla quale pende l’istruttoria sugli impegni riceve dalle unita’
organizzative che sarebbero state competenti all’istruttoria dei
procedimenti sospesi l’indicazione di questioni da approfondire e di
elementi di valutazione utili.
4. La definizione finale di tutti i procedimenti interessati ha
luogo, ove possibile, lo stesso giorno.».

Art. 2.
1. La presente delibera si applica agli impegni presentati in data
successiva a quella della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
La presente delibera e’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana, nel Bollettino ufficiale dell’Autorita’ e sul
suo sito internet, unitamente al testo del regolamento in materia di
impegni adottato con la delibera n. 645/06/CONS, coordinato con le
modifiche introdotte dalla presente delibera, di cui costituisce
l’allegato A.
Napoli, 12 marzo 2008

Il presidente: Calabro’
Il commissario relatore: D’Angelo

—-> Vedere Allegato da pag. 7 a pag. 11

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 12 marzo 2008

Chimici.info