AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 26 Settembre 2007 | Chimici.info

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 26 Settembre 2007

AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 26 Settembre 2007 - Direttive per la messa in servizio dei misuratori elettronici e dei sistemi di telegestione di cui alla deliberazione 18 dicembre 2006, n. 292/2006, e per l'introduzione di indicatori di prestazione e di grado di utilizzo dei sistemi di telegestione. (Deliberazione n. 235/2007). (GU n. 242 del 17-10-2007 - Suppl. Ordinario n.208)

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 26 Settembre 2007

Direttive per la messa in servizio dei misuratori elettronici e dei
sistemi di telegestione di cui alla deliberazione 18 dicembre 2006,
n. 292/2006, e per l’introduzione di indicatori di prestazione e di
grado di utilizzo dei sistemi di telegestione. (Deliberazione n.
235/2007).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS;

Nella riunione del 26 settembre 2007;
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 2 febbraio 2007, n. 22;
la deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(di seguito: l’Autorita) 30 gennaio 2004, n. 4/2004, come
successivamente modificata e integrata e, in particolare, l’Allegato
A, come successivamente modificato e integrato;
la deliberazione dell’Autorita’ 5 dicembre 2006, n. 275/06;
la deliberazione dell’Autorita’ 18 dicembre 2006, n. 292/06 (di
seguito: deliberazione n. 292/06);
il documento per la consultazione 26 luglio 2006, recante
proposte per la diffusione dei misuratori elettronici e dei sistemi
di telegestione per l’utenza di bassa tensione, atto n. 23/06 (di
seguito: documento per la consultazione 26 luglio 2006);
le osservazioni pervenute all’Autorita’ da parte dei soggetti
interessati in merito alle proposte di cui al documento per la
consultazione 26 luglio 2006.
Considerato che:
con la deliberazione n. 292/06 l’Autorita’ ha introdotto
direttive per l’installazione dei misuratori elettronici e dei
sistemi di telegestione, caratterizzati da requisiti funzionali
minimi, per i punti di prelievo in bassa tensione, rinviando a
successivo provvedimento la determinazione dei tempi per la messa in
servizio delle funzioni di telegestione e di telelettura;
nel documento per la consultazione 26 luglio 2006 l’Autorita’ ha
proposto un tempo pari a tre-quattro mesi per la messa in servizio
dei misuratori elettronici e dei sistemi di telegestione, una volta
installati;
le osservazioni pervenute, in particolare da parte di alcune
imprese distributrici, hanno evidenziato che un periodo di
tre-quattro mesi potrebbe non essere sufficiente per la messa in
servizio dei misuratori e dei sistemi di telegestione, quanto meno
nelle prime fasi di avvio del progetto;
con il documento per la consultazione 26 luglio 2006 l’Autorita’
ha proposto di caratterizzare i sistemi di telegestione dei
misuratori attraverso una serie di requisiti prestazionali;
le osservazioni pervenute da parte dei soggetti interessati hanno
evidenziato che l’introduzione di requisiti prestazionali sarebbe
prematura e che sarebbe meglio fissare le modalita’ di erogazione del
servizio piuttosto che i requisiti prestazionali di un sistema a
supporto della erogazione del servizio;
l’art. 12 della deliberazione n. 292/06 prevede un incentivo per
i soggetti responsabili del servizio di misura che entro il
30 settembre 2007 comunichino all’Autorita’ l’adozione di un sistema
che utilizza i misuratori elettronici per la registrazione dei
clienti di bassa tensione effettivamente coinvolti nelle interruzioni
del servizio elettrico, ai sensi della deliberazione n. 4/04, e che
per avere diritto a tale incentivo il numero di punti di prelievo in
bassa tensione con contratto di trasporto attivo al 31 dicembre 2009
equipaggiati con misuratori elettronici debba essere superiore
all’85% del numero totale di punti di prelievo in bassa tensione;
il comma 4.2, lettera a., della deliberazione n. 292/06 prevede
che l’orologio/calendario dei misuratori deve essere sincronizzato
almeno una volta al giorno a cura del soggetto responsabile del
servizio di misura dell’energia elettrica;
il comma 4.2 della deliberazione n. 292/06 prevede
l’installazione di misuratori elettronici bidirezionali di energia
attiva per tutti i punti di prelievo in bassa tensione per i quali
viene attivata l’immissione nella rete di distribuzione di energia
attiva a decorrere dal 1° gennaio 2008;
l’art. 11 della deliberazione n. 292/2006 prevede forme di
penalita’ in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi di
installazione obbligatori di cui all’art. 8 della stessa
deliberazione n. 292/06.
Ritenuto che sia opportuno:
determinare i tempi di messa in servizio dei misuratori
elettronici e dei sistemi di telegestione, prevedendo la conclusione
di tale attivita’, come suggerito da alcune osservazioni al documento
per la consultazione 26 luglio 2006, in particolare da parte di
alcune delle imprese distributrici, entro sei mesi dal termine
previsto per la conclusione delle corrispondenti attivita’ di
installazione di cui al comma 8.1 della deliberazione n. 292/06;
tenere conto delle osservazioni pervenute al documento per la
consultazione 26 luglio 2006 e introdurre indicatori di prestazione
dei misuratori elettronici e dei sistemi di telegestione al fine di
valutare solo successivamente l’eventuale introduzione di requisiti
prestazionali;
introdurre altresi’ indicatori del grado di utilizzo dei
misuratori elettronici e dei sistemi di telegestione;
prevedere la posticipazione della data di comunicazione
all’Autorita’ di cui al comma 12.3 della deliberazione n. 292/06, in
modo da consentire alle imprese distributrici di valutare con un
maggior numero di informazioni l’opportunita’ di avvalersi
dell’incentivo di cui al comma 12.1 della stessa deliberazione n.
292/06;
prevedere che l’incentivo di cui al comma 12.1 della
deliberazione n. 292/06 sia erogato a condizione che i misuratori
elettronici dei quali sono equipaggiati i punti di prelievo siano
stati messi in servizio;
prevedere, in alternativa alla frequenza giornaliera di
sincronizzazione dell’orologio/calendario dei misuratori, una
frequenza di sincronizzazione tale da comportare una deriva massima
mensile non superiore a ¯+ 60 secondi;
prevedere che l’installazione di misuratori elettronici
bidirezionali di energia attiva sia da estendere a tutti i punti di
connessione in bassa tensione per i quali viene attivata l’immissione
o la possibile immissione, per via della presenza di un impianto di
generazione nell’impianto del cliente, di energia attiva nella rete
di distribuzione, sempre a decorrere dal 1° gennaio 2008;
effettuare la rettifica di errori materiali di cui ai commi 4.2,
8.1 e 10.1 della deliberazione n. 292/06;
&a4@; determinare con successivo provvedimento forme di penalita’
analoghe a quelle gia’ previste dall’art. 11 della deliberazione n.
292/06 in caso di mancato rispetto dei tempi di messa in servizio dei
misuratori di cui al presente provvedimento.

Delibera:

1. Di approvare le seguenti modifiche e integrazioni dell’Allegato
A alla deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
18 dicembre 2006, n. 292/06:
a) dopo l’art. 8 e’ aggiunto il seguente art. 8-bis:

Art. 8-bis

Obblighi di messa in servizio dei misuratori elettronici monofase e
trifase

1. Ogni soggetto responsabile del servizio di misura rende
disponibili alle funzioni di telegestione e di telelettura di cui
alla lettera m) del comma 4.2, come successivamente richiamata agli
articoli 5, 6 e 7, i misuratori di cui al comma 8.1, lettere a) e b),
entro il 30 giugno di ogni anno successivo a quello ivi indicato per
l’installazione, in percentuali eguali.
b) all’art. 10, comma 10.1, dopo la lettera b) e’ aggiunta la
seguente lettera c):
“c) il numero totale di punti di cui alle precedenti lettere a)
e b) dotati di misuratori effettivamente messi in servizio ai sensi
dell’art. 8-bis.”;
c) dopo l’art. 9 sono aggiunti il seguente art. 9-bis e la
Tabella 1:

Art. 9-bis

Indicatori di prestazione del sistema di telegestione

1. Sono definiti i seguenti indicatori di prestazione del sistema
di telegestione:
a) percentuale annua di transazioni remote di cui al comma 4.2,
lettera m., alinea iv e v, andate a buon fine entro le 24 ore,
considerando come tempo iniziale quello di ricezione da parte del
sistema di telegestione della richiesta di effettuazione della
transazione da parte del sistema commerciale o di un operatore del
sistema di telegestione e come tempo finale quello di notifica al
sistema commerciale, da parte del sistema di telegestione, o
all’operatore del sistema di telegestione che la transazione e’
andata a buon fine;
b) percentuale annua di transazioni remote di cui al comma 4.2,
lettera m., alinea iv e v, andate a buon fine entro le 48 ore,
considerando i tempi iniziali e finali come alla precedente
lettera a);
c) numero annuo di misuratori che, ai sensi del comma 4.2,
lettere l) e m), alinea iii, hanno segnalato almeno una volta
irregolarita’ di funzionamento;
d) con riferimento alla Tabella 1:
(i) numero annuo di misuratori, gia’ in servizio al 1 gennaio,
con frequenza di lettura dei dati di cui al comma 4.2, lettera m),
alinea ii della deliberazione n. 292/2006, come indicato nella stessa
Tabella 1;
(ii) numero di misuratori, di cui alla precedente lettera (i),
con numero di letture andate a buon fine, anche con piu’ di un
tentativo, inferiore o uguale alla soglia S;
(iii) numero di misuratori, di cui alla precedente lettera (i),
con numero di …

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 26 Settembre 2007

Chimici.info