AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 14 dicembre 2007 | Chimici.info

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 14 dicembre 2007

AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 14 dicembre 2007 - Perequazione dei ricavi relativi alla remunerazione riconosciuta al servizio di misura dell'energia elettrica nell'anno 2007. (Deliberazione n. 322/2007). (GU n. 22 del 26-1-2008- Suppl. Ordinario n.22)

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 14 dicembre 2007

Perequazione dei ricavi relativi alla remunerazione riconosciuta al
servizio di misura dell’energia elettrica nell’anno 2007.
(Deliberazione n. 322/2007).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 14 dicembre 2007;
Visti:
la legge 9 gennaio 1991, n. 10;
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79/1999;
la legge 27 ottobre 2003, n. 290;
la legge 23 agosto 2004, n. 239;
la deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(di seguito: Autorita) 30 gennaio 2004, n. 5/2004, come
successivamente modificata e integrata (di seguito: deliberazione n.
5/2004), nonche’ la relativa relazione tecnica;
il Testo integrato delle disposizioni dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas per l’erogazione dei servizi di
trasmissione, distribuzione, misura e vendita dell’energia elettrica
– Periodo di regolazione 2004-2007, approvato con deliberazione n.
5/2004, come successivamente modificato e integrato (di seguito:
Testo integrato);
la deliberazione dell’Autorita’ 20 luglio 2005, n. 153/2005 (di
seguito: deliberazione n. 153/2005);
la deliberazione dell’Autorita’ 22 settembre 2006, n. 203/2006;
la deliberazione dell’Autorita’ 5 dicembre 2006, n. 275/2006 (di
seguito: deliberazione n. 275/2006);
la deliberazione dell’Autorita’ 18 dicembre 2006, n. 292/2006,
come successivamente modificata e integrata (di seguito:
deliberazione n. 292/2006);
la deliberazione dell’Autorita’ 13 giugno 2007, n. 135/2007;
il documento per la consultazione 2 agosto 2007, «Tariffe per
l’erogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura
dell’energia elettrica per il periodo 2008 2011», Atto n. 34/2007 (di
seguito: documento per la consultazione 2 agosto 2007);
il documento per la consultazione 18 settembre 2007,
«Perequazione della remunerazione riconosciuta al servizio di misura
in bassa tensione nell’anno 2007», Atto n. 38/2007 (di seguito:
documento per la consultazione 18 settembre 2007);
il documento per la consultazione 30 novembre 2007, «Tariffe per
l’erogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura
dell’energia elettrica per il periodo 2008-2011 Orientamenti finali»,
Atto n. 47/2007 (di seguito: documento per la consultazione
30 novembre 2007).
Considerato che:
il servizio di misura dell’energia elettrica, per il periodo
compreso fra il mese di febbraio 2004 fino al 31 dicembre 2007, e’
disciplinato dalla Parte II, Titolo 4 del Testo integrato;
secondo quanto specificato al punto 13.2 della relazione tecnica
della deliberazione n. 5/2004, l’Autorita’ ha previsto la verifica
annuale della congruita’ delle componenti tariffarie in relazione
all’evoluzione del processo di liberalizzazione, anche al fine di
incentivare lo sviluppo della concorrenza;
con deliberazione n. 153/2005 l’Autorita’ ha avviato un
procedimento finalizzato, tra l’altro, all’aggiornamento dei
corrispettivi per l’erogazione del servizio di misura dell’energia
elettrica;
in esito a tale procedimento e’ stata adottata la deliberazione
n. 275/2006 con la quale:
a) e’ stato disposto l’aggiornamento dei corrispettivi per il
servizio di misura a valere dal 1° gennaio 2007;
b) e’ stata individuata una quota parte del corrispettivo di
misura per utenze in bassa tensione destinata alla remunerazione
degli investimenti in misuratori digitali e sistemi di telegestione
per le utenze in bassa tensione;
c) e’ stata prevista l’introduzione di uno specifico meccanismo
di perequazione finalizzato ad attribuire i ricavi relativi alla
quota di corrispettivo di cui alla precedente lettera b) ai soli
distributori che al 31 dicembre 2005 avevano realizzato investimenti
in misuratori digitali e sistemi di telegestione per le utenze in
bassa tensione (di seguito: perequazione misura 2007);
le componenti tariffarie destinate alla remunerazione del
servizio di misura sono state determinate sulla base di una modalita’
di riconoscimento dei costi coerente con quanto previsto per il
servizio di distribuzione, includendo una stima degli investimenti
netti effettuati negli anni 2002 e 2003;
nel dimensionare la tariffa di misura per l’anno 2007 e la quota
parte destinata ad essere oggetto diperequazione, l’Autorita’ ha
tenuto conto degli investimenti effettuati negli anni 2002, 2003 e
2004 eccedenti quelli gia’ precedentemente riconosciuti e del mancato
aggiornamento dei corrispettivi di misura per gli anni 2005 e 2006;
con il documento per la consultazione 18 settembre 2007
l’Autorita’ ha espresso i propri orientamenti in relazione alla
perequazione misura 2007, proponendo in particolare l’adozione di
un’impostazione semplificata che prevede di individuare quale driver
principale di perequazione il numero di misuratori elettronici
installati alla data del 31 dicembre 2005;
i meccanismi perequativi delineati nel documento per la
consultazione 18 settembre 2007, trattandosi di meccanismi di
perequazione del ricavo effettivo, non possono dar luogo ad avanzi o
disavanzi di sistema.
Considerato che:
la maggior parte dei soggetti partecipanti alla consultazione ha
espresso una sostanziale condivisione dell’impostazione semplificata
sopra richiamata proposta dall’Autorita’;
tra i soggetti partecipanti alla consultazione alcuni hanno,
invece, espresso critiche all’adozione del numero di misuratori
installati alla fine dell’anno 2005 quale driver di perequazione,
poiche’ una tale impostazione non consentirebbe di valorizzare in
maniera adeguata piani di investimento che prevedano di anteporre
all’installazione dei misuratori elettronici la realizzazione degli
investimenti relativi ai sistemi di telegestione;
peraltro, le limitate informazioni messe a disposizione
dell’Autorita’ dai medesimi soggetti non consentono, nell’immediato,
di dare seguito alle critiche di cui al precedente punto;
come espresso nel documento per la consultazione 30 novembre
2007, l’Autorita’ sta valutando la possibilita’ di prevedere, per il
terzo periodo regolatorio, una specifica perequazione relativa ai
ricavi a copertura della remunerazione del capitale investito e degli
ammortamenti in sistemi di telegestione.
Ritenuto che sia pertanto opportuno:
prevedere che il riconoscimento della remunerazione del capitale
investito connessa ai maggiori investimenti per l’installazione dei
misuratori elettronici e dei relativi sistemi di telegestione alla
utenze in bassa tensione nel periodo fino al 31 dicembre 2005 sia
previsto esclusivamente per le imprese che hanno effettuato tali
investimenti;
adottare, per la perequazione misura 2007, l’impostazione
proposta nel documento per la consultazione 18 settembre 2007,
individuando quale driver principale di perequazione il numero di
misuratori elettronici installati alla data del 31 dicembre 2005;
prevedere che la gestione amministrativa della perequazione
misura 2007 sia affidata alla Cassa conguaglio per il settore
elettrico (di seguito: Cassa) in coerenza con quanto previsto in
materia di perequazione generale ai sensi dell’art. 42 del Testo
integrato
Delibera:
Art. 1.
Definizioni
1. Ai fini della presente deliberazione si applicano le definizioni
di cui al comma 1.1 del Testo integrato, nonche’ le ulteriori
definizioni formulate come segue:
misuratori elettronici sono i misuratori elettronici dell’energia
elettrica relativi a punti di prelievo in bassa tensione, come
caratterizzati funzionalmente con deliberazione n. 292/2006,
riconoscibili ai fini della perequazione misura 2007 ai sensi di
quanto disposto all’art. 3 del presente provvedimento;
perequazione misura 2007 e’ la perequazione dei ricavi relativi
alla remunerazione riconosciuta al servizio di misura dell’energia
elettrica nell’anno 2007, finalizzata a garantire che la
remunerazione connessa agli investimenti in misuratori elettronici e
sistemi di telegestione sia riconosciuta esclusivamente alle imprese
distributrici che hanno realizzato tali investimenti nel periodo fino
al 31 dicembre 2005;
sistema di telegestione e’ l’insieme dei sistemi di
telecomunicazione e di acquisizione dati, degli strumenti informatici
e delle funzionalita’ che permette la rilevazione dei dati, l’avvio,
la predisposizione e la conduzione, per via telematica, dei
misuratori elettronici.

Art. 2.
Meccanismo di perequazione misura 2007
1. La perequazione misura 2007 si applica a tutte le imprese
distributrici, ad esclusione delle imprese elettriche ammesse al
regime di integrazione delle tariffe previste dall’art. 7 della legge
9 gennaio 1991, n. 10.
2. L’ammontare di perequazione relativo a ciascuna impresa
distributrice m, per l’anno 2007, e’ pari a:

PM m = [RM m – QM m]

dove:
PM m e’ l’ammontare di perequazione misura 2007;
– QM m e’ il ricavo relativo alla quota parte dei corrispettivi
di misura destinato alla remunerazione degli investimenti in
misuratori elettronici e in sistemi di telegestione, di cui al
comma 39.2 del Testo integrato;
RM m denota la remunerazione spettante conness…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 14 dicembre 2007

Chimici.info