AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 14 dicembre 2007 | Chimici.info

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 14 dicembre 2007

AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 14 dicembre 2007 - Aggiornamento del codice di rete tipo del servizio di distribuzione gas, ai sensi dell'articolo 3, comma 4 della deliberazione dell'Autorita' per l'energia elettrica e il gas 29 luglio 2004, n. 138/2004. (Deliberazione n. 324/2007). (GU n. 22 del 26-1-2008- Suppl. Ordinario n.22)

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 14 dicembre 2007

Aggiornamento del codice di rete tipo del servizio di distribuzione
gas, ai sensi dell’articolo 3, comma 4 della deliberazione
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas 29 luglio 2004, n.
138/2004. (Deliberazione n. 324/2007).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 14 dicembre 2007;
Visti:
la direttiva 2003/55/CE del Parlamento europeo e del Consiglio,
del 26 giugno 2003;
la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n.
481/1995);
la deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(di seguito: l’Autorita) 20 maggio 1997, n. 61/1997;
l’art. 24, comma 5, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n.
164 (di seguito: decreto legislativo n. 164/2000);
la legge 23 agosto 2004, n. 239;
la deliberazione dell’Autorita’ 18 marzo 2004, n. 40/2004 (di
seguito: deliberazione n. 40/2004), e sue successive modifiche e
integrazioni;
la deliberazione dell’Autorita’ 29 luglio 2004, n. 138/2004 (di
seguito: deliberazione n. 138/2004);
la deliberazione dell’Autorita’ 29 settembre 2004, n. 168/2004
(di seguito: deliberazione n. 168/2004), e sue successive modifiche e
integrazioni;
la deliberazione dell’Autorita’ 6 giugno 2006, n. 108/2006 (di
seguito: deliberazione n. 108/2006);
la deliberazione dell’Autorita’ 2 febbraio 2007, n. 17/2007 (di
seguito: deliberazione n. 17/2007);
la deliberazione del 2 ottobre 2007, n. 247/2007 (di seguito:
deliberazione n. 247/2007);
la determinazione del Direttore generale dell’Autorita’
17 gennaio 2007, n. 2/2007 (di seguito: determinazione n. 2/2007).
Considerato che:
l’Autorita’, ai sensi dell’art. 24, comma 5, del decreto
legislativo n. 164/2000, con la deliberazione n. 138/2004 ha definito
i criteri di libero accesso al servizio di distribuzione del gas
naturale, sulla base dei quali le imprese di distribuzione sono
tenute a predisporre i propri codici di rete;
l’art. 3, comma 1 della deliberazione n. 138/2004 prevede che
l’Autorita’, ad integrazione dei criteri definiti dalla medesima
deliberazione, definisca un codice di rete tipo, in esito ad un
procedimento che coinvolga, ove possibile, anche le associazioni
rappresentative delle imprese di distribuzione, anche mediante gruppi
di lavoro, da avviare e disciplinare con successivo provvedimento del
Direttore generale dell’Autorita’;
con la deliberazione n. 108/2006 l’Autorita’ ha approvato il
codice di rete tipo per il servizio di distribuzione gas;
l’art. 3, comma 4 della deliberazione n. 138/2004 prevede che
l’Autorita’ approvi con cadenza di norma annuale gli aggiornamenti
del codice di rete tipo, che integrano di diritto i codici di rete
adottati dalle imprese ai sensi del comma 3.2, lettera a), ivi
inclusi quelli contenenti clausole specifiche approvate
dall’Autorita’ ai sensi del comma 3.3;
la determinazione n. 2/2007 ha istituito il gruppo di lavoro per
l’elaborazione di proposte finalizzate all’aggiornamento del codice
di rete tipo, composto, oltre che da funzionari dell’Autorita’, da
rappresentanti delle associazioni degli operatori;
nel corso dell’attivita’ del gruppo di lavoro sono emerse
proposte di modifica ed integrazione al codice di rete tipo,
progressivamente sottoposte a consultazione, riguardanti in
particolare:
la necessita’ di implementare una specifica procedura
relativamente al caso di subentro di un nuovo cliente finale con
contestuale sostituzione del fornitore, al fine di tutelare
l’interesse del cliente medesimo alla scelta, in condizioni certe e
trasparenti, del proprio fornitore di gas;
la definizione di «giorno lavorativo», al fine di individuare
univocamente i riferimenti temporali relativi alla richiesta e
all’esecuzione delle prestazioni inerenti il rapporto contrattuale
fra l’impresa di distribuzione e l’utente del servizio;
l’esplicita estensione a tutte le prestazioni elencate nel
codice di rete tipo delle regole previste all’art. 48.8 della
deliberazione n. 168/2004 per il computo dei tempi di esecuzione
delle medesime prestazioni;
una piu’ razionale gestione del rapporto tra impresa di
distribuzione ed utente del servizio subentrante nel caso di mancata
lettura di sostituzione nella fornitura per cause indipendenti dalla
volonta’ dell’impresa di distribuzione, mediante l’automatico
utilizzo dei profili di prelievo ai fini della individuazione del
consumo del cliente finale;
l’estensione della procedura di sostituzione nella fornitura
relativa ad un punto di riconsegna (di seguito: pdr) chiuso
temporaneamente per morosita’ alla fattispecie, non regolata, di pdr
chiuso per pronto intervento;
la possibilita’ per l’impresa di distribuzione di attribuire ad
un pdr una frequenza di lettura, equivalente a quella prevista dalla
deliberazione n. 229/2001, nel caso di assenza di comunicazione da
parte dell’utente del servizio;
la durata minima dell’attivita’ di lettura in capo all’impresa
di distribuzione, mediante la fissazione di una durata minima di
validita’ dell’attivita’ di lettura in capo alla medesima impresa, al
fine di consentire alla stessa di pianificare le attivita’ di
rilevazione dei prelievi.
Considerato inoltre che:
i soggetti interessati alla consultazione hanno segnalato, in
relazione alla proposta inerente la procedura di subentro di un
cliente finale con contestuale sostituzione del fornitore, alcune
criticita’ riguardanti gli ambiti procedurali ed applicativi della
medesima proposta;
la proposta relativa alla determinazione di una durata minima di
validita’ dell’attivita’ di lettura in capo all’impresa di
distribuzione deve prevedere, al fine dell’omogeneizzazione delle
condizioni relative all’esercizio della facolta’ di svolgimento delle
letture, una modifica contestuale delle clausole contenute nel codice
di rete tipo relative alla durata minima di validita’ dell’attivita’
di lettura in capo all’utente.
Ritenuto che:
sia opportuno, in accoglimento delle proposte di modifica e
integrazione del codice di rete tipo poste in consultazione,
prevedere che nel medesimo codice di rete tipo venga:
introdotta, nel glossario, la definizione di «giorno
lavorativo»;
estesa a tutte le prestazioni elencate nel codice di rete tipo
la previsione di cui all’art. 48.8 della deliberazione n. 168/2004
per il computo dei tempi di esecuzione delle prestazioni individuate
dalla medesima deliberazione;
introdotta la possibilita’ per l’impresa di distribuzione di
utilizzare automaticamente, nel caso di mancata lettura di
sostituzione nella fornitura percause indipendenti dalla propria
volonta’, i profili di prelievo ai fini della individuazione del
consumo del cliente;
estesa la procedura relativa alla sostituzione nella fornitura
su pdr chiuso per morosita’ alla sostituzione nella fornitura su pdr
chiuso per pronto intervento;
prevista l’attribuzione di una frequenza di lettura a ciascun
pdr, equivalente a quella prevista dalla deliberazione n. 229/2001,
nel caso di assenza di comunicazione della frequenza di lettura da
parte dell’utente del servizio;
prevista una durata minima di validita’ dell’attivita’ di
lettura in capo all’impresa di distribuzione e modificata
contestualmente la durata della medesima attivita’ in capo
all’utente.
Ritenuto inoltre che:
la proposta relativa alla procedura di subentro di un nuovo
cliente finale con contestuale sostituzione del fornitore necessiti,
da parte degli uffici dell’Autorita’ e del gruppo di lavoro, di
ulteriori approfondimenti, relativamente alle disposizioni inerenti
l’accesso contenute nell’attuale quadro regolatorio;
sia inoltre opportuno che le modifiche ed integrazioni previste
nel codice di rete tipo entrino in vigore dopo un congruo lasso di
tempo dalla loro approvazione, in modo tale di consentire a tutte le
imprese di distribuzione e agli utenti del servizio di adeguare i
propri processi gestionali e informativi;
Delibera:
1. Di approvare le modifiche ed integrazioni al codice di rete tipo
per il servizio di distribuzione gas riportate nell’Allegato A alla
presente deliberazione, di cui forma parte integrante e sostanziale.
2. Di fissare al 1° marzo 2008 l’entrata in vigore delle modifiche
ed integrazioni al codice di rete tipo per il servizio di
distribuzione gas di cui al punto 1.
3. Di prevedere che il presente provvedimento sia pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito internet
dell’Autorita’ (www.autorita’. energia.it), affinche’ entri in vigore
dalla data della sua prima pubblicazione.
4. Di pubblicare sul sito internet dell’Autorita’
(www.autorita’.energia.it) il testo del codice di rete tipo per il
servizio di distribuzione gas, come risultante dalle modificazioni ed
integrazioni apportate con il presente provvedimento.
Avverso il presente provvedimento puo’ essere proposto ricorso
davanti al Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia, ai
sensi dell’art. 2, comma 25, della legge 14 novembre 1995, n. 481,
entro il termine di 60 giorni dalla data di notifica del medesimo
provvedimento.
Milano, 14 dicembre 2007
Il presidente: Ortis

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 14 dicembre 2007

Chimici.info