Attuazione ordinanza Ministro dell'interno - Delegato per il coordinamento della protezione civile, n. 3196 | Chimici.info

Attuazione ordinanza Ministro dell’interno – Delegato per il coordinamento della protezione civile, n. 3196

Attuazione ordinanza Ministro dell'interno - Delegato per il coordinamento della protezione civile, n. 3196 del 12 aprile 2002. Costituzione autorità d'ambito - Approvazione piano d'ambito. (Ordinanza n. 321).
Ordinanza ministeriale

IL COMMISSARIO GOVERNATIVOVista l’Ordinanza del Presidente del
Consiglio dei Ministri n. 2409 in data 28 giugno 1995 con la quale il
Presidente della Giunta Regionale è stato nominato, ai sensi
dell’art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225, Commissario
Governativo per l’emergenza idrica in Sardegna;Vista l’Ordinanza del
Presidente del Consiglio dei Ministri n. 2424 in data 24 febbraio
1996, con la quale sono state apportate modifiche ed integrazioni alla
predetta ordinanza 2409/95;Visto il Decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri del 13 dicembre 2001 con il quale è
stato prorogato, per ultimo, lo stato di emergenza idrica in Sardegna
fino alla data del 31 dicembre 2003;Vista l’Ordinanza del Ministro
dell’Interno-Delegato per la Protezione Civile n. 3196 in data 12
aprile 2002;Vista l’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei
Ministri n. 3243 del 29 settembre 2002;Atteso che la suddetta
ordinanza ministeriale n. 3196 stabilisce, al comma 1 dell’art. 13,
che il Commissario Governativo provveda, entro il 31 dicembre 2002,
alla costituzione dell’Autorità d’Ambito ed all’approvazione
del Piano d’Ambito, di cui all’art. 11 della legge 5 gennaio 1994, n.
36, nell’eventualità in cui non vi provvedano gli Organi
istituzionalmente e ordinariamente competenti;Atteso che la
costituzione dell’Autorità d’Ambito e l’approvazione del Piano
d’Ambito entro i tempi sopra indicati è, altresì,
condizione indispensabile per l’utilizzo degli stanziamenti del
secondo quadriennio del POR 2000/2006, finalizzati alla realizzazione
di opere infrastrutturali idrico-fognario-depurativo, nonché
all’ottenimento di ulteriori risorse disposte dal QCS 2000-2006;Atteso
che, da un incontro per l’esame delle problematiche relative alle
suddette attività, tenutosi presso il Commissario Governativo
in Cagliari – Villa Devoto, Via Oslavia in data 2 maggio 2002, al
quale hanno preso parte la Presidenza della Giunta Regionale,
l’Ufficio del Commissario Governativo, l’Assessorato Regionale della
Programmazione – Centro Regionale di Programmazione, l’Assessorato
Regionale della Difesa dell’Ambiente e l’Assessorato Regionale dei
Lavori Pubblici, stante la verifica dello stato delle procedure in
corso inerenti la costituzione dell’Autorità d’Ambito
nonché la predisposizione e l’adozione del piano d’Ambito di
cui alla legge n. 36 del 5 gennaio 1994, è emerso che, in
assenza dell’intervento acceleratorio e sostitutivo previsto dalla
sopracitata Ordinanza Ministeriale n. 3196/2002, non sarebbe stato
possibile il rispetto dei termini previsti per poter accedere alle
risorse finanziarie comunitarie sopra indicate, determinandosi,
così, l’impossibilità della realizzazione di
indispensabili infrastrutture per il governo complessivo delle risorse
idriche;Atteso che con Ordinanza Commissariale n. 286 del 2 maggio
2002, in relazione all’assoluta necessità di garantire il
rispetto dei tempi posti dall’Ordinanza n. 3196 citata anche
accelerando le attività di Predisposizione del Piano d’Ambito,
è stato disposto: "le strutture regionali impegnate nello
svolgimento delle attività volte alla predisposizione della
proposta di Piano d’Ambito vengono individuate quali strutture a
supporto delle funzioni del Commissario Governativo";Atteso che
la Giunta Regionale con la Deliberazione n. 14/13 del 7 maggio 2002 ha
definito l’organigramma delle sopracitate strutture a supporto delle
funzioni del Commissario Governativo, che risultano pertanto
individuate nel Gruppo di Coordinamento, composto dalla Presidenza
della Regione – Direzione Generale, dall’Ufficio del Commissario
Governativo per l’Emergenza Idrica, dagli Assessorati Regionali dei
Lavori Pubblici, della Difesa dell’Ambiente, dal Centro Regionale di
Programmazione, nella società Hydrocontrol, nell’Ente Autonomo
del Flumendosa e l’Ente Sardo Acquedotti e Fognature, in un Service
esterno;Atteso che con Ordinanza n. 289 del 28 maggio 2002 il
Commissario Governativo ha indicato in quelle individuate dalla
sopracitata DGR n. 14/13 le strutture a supporto del Commissario
Governativo per la predisposizione della proposta di Piano
d’Ambito;Atteso che con la medesima Ordinanza ai sensi del comma 2
dell’art.13 dell’Ord. n. 3196, la società Sogesid S.p.a.,
società per azioni a totale capitale pubblico, è stata
incaricata, in qualità di Service Esterno, di predisporre gli
elaborati relativi al Piano d’Ambito entro e non oltre il 20 settembre
2002;Atteso che le strutture regionali a supporto del Commissario
Governativo quali indicate nella DGR 13/14 del 7 maggio 2002 hanno
esercitato la necessaria azione di coordinamento nei confronti dei
soggetti incaricati di provvedere alle attività e predisporre
gli atti necessari per redigere il Piano d’Ambito;Atteso che, secondo
le previsioni di cui all’art. 4 della convenzione stipulata in data 26
giugno 2002 come ordinato dalla citata Ordinanza n. 289, la
società Sogesid S.p.a., con nota prot. n. 004076 del 25
settembre 2002, ha formalmente consegnato l’elaborato del Piano
d’Ambito, già anticipato in bozza per le opportune valutazioni
al Comitato di Coordinamento e alle strutture di supporto, che
costituisce oggetto di approvazione Commissariale ai sensi
dell’Ordinanza Ministeriale n. 3196/2002 citata;Ordina:Art. 1 1. Ai
sensi e per gli effetti dell’art. 13 dell’Ordinanza del Ministro
dell’Interno – Delegato per il coordinamento della Protezione Civile –
n. 3196 in data 12 aprile 2002 il Commissario Governativo per
l’emergenza idrica in Sardegna assume le funzioni di Autorità
d’Ambito che viene così costituita.2. Per lo svolgimento di
dette funzioni il Commissario Governativo è supportato dagli
Assessori della Difesa dell’Ambiente e dei Lavori Pubblici che sono
costituiti in Comitato unitamente al Commissario Governativo che lo
presiede.3. Il Commissario Governativo per l’espletamento delle
funzioni di Autorità d’Ambito si avvale delle strutture degli
Assessorati Regionali dei Lavori Pubblici e della Difesa
dell’Ambiente.Art. 2È approvato il Piano d’Ambito, di cui
all’art. 11 della legge n. 36/1994, quale risultante dagli elaborati
che si allegano alla presente Ordinanza per farne parte integrante e
sostanziale.Art. 3Con separata Ordinanza sono stabilite la forma, la
modalità e le procedure relative all’affidamento della gestione
del Servizio ldrico Integrato.

Attuazione ordinanza Ministro dell’interno – Delegato per il coordinamento della protezione civile, n. 3196

Chimici.info