Ascensori per cantieri - Applicabilità delle norme di prevenzione infortuni di cui al D.P.R. 27 aprile 1955, n. 547 | Chimici.info

Ascensori per cantieri – Applicabilità delle norme di prevenzione infortuni di cui al D.P.R. 27 aprile 1955, n. 547

Ascensori per cantieri - Applicabilità delle norme di prevenzione infortuni di cui al D.P.R. 27 aprile 1955, n. 547 - Ditta ponteggi Dalmine
Lettera Circolare

Si fa riferimento alla lettera sopra indicata, con la quale
codesta Ditta ebbe a richiedere, in relazione agli ascensori per
cantieri di propria produzione, con meccanismo a pignone e
cremagliera, se dette apparecchiature dovessero essere soggette a
procedimenti autorizzativi od omologativi e, in caso negativo, a
sollecitare l’esame della relativa documentazione tecnica, ai fini
dell’accertamento della rispondenza alle norme di cui al D.P.R. 27
aprile 1955, n. 547.
Al riguardo, si osserva preliminarmente che sarebbe necessaria una
procedura autorizzativa nell’ipotesi che le attrezzature in parola
fossero assoggettabili alla normativa speciale sugli ascensori e
montacarichi (legge 24 ottobre 1942, n. 1415), mentre in caso di
assoggettabilità alla normativa generale di prevenzione infortuni
(D.P.R. 27 aprile 1955, n. 547) non prevedendo questa alcuna
specifica autorizzazione, la rispondenza delle apparecchiature alle
norme è accertata, in sede di vigilanza, dagli Ispettorati del lavoro.
Ciò premesso, per quanto concerne l’individuazione delle disposizioni
da osservare, si comunica che questo Ministero, su conforme avviso
della Commissione consultiva permanente per la prevenzione degli
infortuni e l’igiene del lavoro, ritiene che gli ascensori per
cantiere prodotti da codesta Ditta, considerate le caratteristiche
tecniche ed il prevalente utilizzo in cantieri edili – dove rivestono
carattere accessorio alla costruzione, facendo parte dell’opera
provvisionale – debbano considerarsi mobili e, pertanto,
assoggettabili, in via aprioristica e di semplice presunzione, alla
normativa generale di prevenzione infortuni di cui al citato D.P.R. n.
547/1955.
Ovviamente, qualora le attrezzature di che trattasi vengano utilizzate
quelle impianto fisso, come nel caso specifico verificatosi presso le
Acciaierie di Piombino e, in genere, nelle installazioni in
stabilimenti industriali, le stesse sono soggette alla normativa
speciale di cui alla già citata legge n. 1415/1942 e
conseguentemente anche alla procedura autorizzativa ivi prevista.
Con l’occasione, avendo accertato, nel corso dell’esame della
documentazione presentata da codesta Ditta, che in un depliant
illustrativo degli ascensori per cantieri si afferma erroneamente che
detti apparecchi “sono approvati dal Ministero del lavoro”, s’invita
perentoriamente codesta Ditta medesima a ritirare tempestivamente
dalla circolazione gli opuscoli in questione.

Ascensori per cantieri – Applicabilità delle norme di prevenzione infortuni di cui al D.P.R. 27 aprile 1955, n. 547

Chimici.info