Ascensori e montacarichi | Chimici.info

Ascensori e montacarichi

Ascensori e montacarichi - Pareri C.N.R.
Circolare Ministeriale

Si trasmettono in allegato, per opportuna conoscenza, i pareri
del C.N.R. relativi agli ascensori e montacarichi in servizio privato.
Allegato
Quesito in merito alla necessità che lo spazio libero di 0,8 m.
prescritto dall’art. 23.2 del D.P.R. 29 maggio 1963, n. 1497, sia
rispettato anche per le parti del tetto di una cabina sopraelevata
allo scopo di consentire una maggior altezza interna della cabina
stessa, pur se tali parti sono rese non facilmente accessibili.
Parere con delibera n. 800328/313:
lo spazio libero di 0,8 m. prescritto dall’art. 23.2 del D.P.R. 29
maggio 1963, n. 1497, deve essere rispettato anche per le parti
del tetto di una cabina sopraelevata allo scopo di consentire una
maggiore altezza interna della cabina stessa, pur se tali parti sono
rese non facilmente accessibili.
Quesito in merito alla accettabilità, alla luce della vigente
normativa, della installazione dell’ascensore idraulico Flexihidrator.
Parere con delibera n. 800328/415:
in linea di principio l’ascensore “Flexihidrator” costruito dalla
Ditta General Technic del Lussemburgo, in cui pistone e cabina si
muovono in senso opposto può essere assimilato agli ascensori
idraulici disciplinati dal D.P.R. 29 maggio 1963, n. 1497 con le
deroghe di cui ai pareri nn. 760625/383, 780614/384, ratificati dal
D.M. 28 maggio 1979. Sarà cura degli organi di controllo
richiedere le calcolazioni degli elementi particolari, secondo criteri
simili a quelli contenuti nella normativa citata. Per quanto non
rispondesse alle norme citate, potranno essere proposte idonee norme
sostitutive di sicurezza da approvarsi con la procedura di cui
all’art. 4 del citato D.P.R. n. 1497/1963.
Quesito in merito al seguente argomento: “Nel caso di più ascensori
con vano di corsa adiacente e locale del macchinario unico, é
accettabile che tubazioni elettriche o idrauliche di un ascensore
siano disposte nel vano di corsa di un altro ascensore?”.
Parere con delibera n. 800328/412 – Art. 4: vano di corsa.
Quando più ascensori hanno il vano di corsa in comune oppure il locale
del macchinario in comune si richiede che la manutenzione venga
affidata allo stesso manutentore. Ciò premesso nel caso di più
ascensori con vano di corsa adiacente o locale del macchinario comune,
è accettabile che tubazioni elettriche o idrauliche di un ascensore
siano disposte nel vano di corsa di un altro ascensore.

Ascensori e montacarichi

Chimici.info