Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

LEGGE 26 luglio 2005, n.152: Conversione in legge, con modificazioni,...

LEGGE 26 luglio 2005, n.152: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 maggio 2005, n. 90, recante disposizioni urgenti in materia di protezione civile. (GU n. 176 del 30-7-2005)

LEGGE 26 luglio 2005, n.152

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 maggio
2005, n. 90, recante disposizioni urgenti in materia di protezione
civile.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

promulga

la seguente legge:
Art. 1.

1. Il decreto-legge 31 maggio 2005, n. 90, recante disposizioni
urgenti in materia di protezione civile, e’ convertito in legge con
le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.
2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.
Data a Roma, addi’ 26 luglio 2005

CIAMPI

Berlusconi, Presidente del Consiglio
dei Ministri
Visto, il Guardasigilli: Castelli

LAVORI PREPARATORI

Senato della Repubblica (atto n. 3464):
Presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri
(Berlusconi) il 31 maggio 2005.
Assegnato alle commissioni riunite 1ª (Affari
costituzionali) e 13ª (Territorio), in sede referente, il
31 maggio 2005 con pareri delle commissioni 3ª, 5ª, 6ª, 7ª,
8ª e della commissione parlamentare per le questioni
regionali.
Esaminato dalla 1ª commissione (Affari costituzionali),
in sede consultiva, sull’esistenza dei presupposti di
costituzionalita’ il 1° giugno 2005.
Esaminato dalle commissioni riunite 1ª e 13ª, in sede
referente, il 1°, 15, 21 giugno 2005.
Esaminato in aula il 23, 28, 29 giugno 2005 ed
approvato il 5 luglio 2005.

Camera dei deputati (atto n. 5973):

Assegnato alla VIII commissione (Ambiente), in sede
referente, il 6 luglio 2005, con pareri del Comitato per la
legislazione e delle commissioni I, III, V, VII, IX, XI,
XII, XIV e della commissione parlamentare per le questioni
regionali.
Esaminato dalla VIII commissione, in sede referente, il
7, 12, 13, 14 luglio 2005.
Esaminato in aula il 18 luglio 2005 ed approvato il
21 luglio 2005.

Avvertenza:

Il decreto-legge 31 maggio 2005, n. 90, e’ stato
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n.
125 del 31 maggio 2005.
A norma dell’art. 15, comma 5, della legge 23 agosto
1988, n. 400 (Disciplina dell’attivita’ di Governo e
ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri),
le modifiche apportate dalla presente legge di conversione
hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua
pubblicazione.
Il testo del decreto-legge coordinato con la legge di
conversione e corredato delle relative note e’ pubblicato
in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 45.

Allegato

MODIFICAZIONI APPORTATE IN SEDE DI CONVERSIONE AL DECRETO-LEGGE
31 MAGGIO 2005, N. 90

All’articolo 1, comma 2, sono aggiunte, in fine, le seguenti
parole: «, fermo restando il rispetto dei principi comunitari in
materia di appalti di forniture».
All’articolo 2:
al comma 1, e’ aggiunto, in fine, il seguente periodo: «In tali
poteri sono ricompresi quelli concernenti le emergenze ambientali
relative alla bonifica e al risana-mento dei suoli, delle falde e dei
sedimenti inquinati, delle acque superficiali e sotterranee e dei
cicli di depurazione»;
al comma 2, dopo le parole: «del 20 settembre 2004,», sono
inserite le seguenti: «che cessa contestualmente dalle sue
funzioni,».
All’articolo 3:
al comma 1, primo periodo, dopo le parole: «30 luglio 1999, n.
303,», sono inserite le seguenti: «fino al limite di dodici unita’,»;
il comma 7 e’ sostituito dal seguente:
«7. Agli oneri derivanti dall’attuazione dei commi 1 e 2, nel
limite complessivo massimo di euro 200.000 per l’anno 2005 e di euro
800.000 annui a decorrere dall’anno 2006, si provvede mediante
utilizzo delle disponibilita’ relative all’autorizzazione di spesa di
cui all’articolo 1 della legge 24 febbraio 1992, n. 225. Agli oneri
derivanti dall’attuazione dei commi 3 e 4, nel limite massimo di
spesa di euro 5.900.000 a decorrere dall’anno 2005, si provvede
mediante utilizzo delle risorse finanziarie previste dall’articolo 3,
comma 59, della legge 24 dicembre 2003, n. 350».
All’articolo 7, il comma 2 e’ sostituito dai seguenti:
«2. Con successivo regolamento del Presidente del Consiglio dei
Ministri, adottato di concerto con il Ministro dell’economia e delle
finanze, ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto
1988, n. 400, sono individuati modalita’, termini e procedure per
l’elargizione.
2-bis. Per le finalita’ di cui al comma 1 e’ autorizzato il limite
massimo di spesa di euro 200.000 annui a decorrere dall’anno 2005 a
valere sul Fondo per la protezione civile.
2-ter. Il Fondo per la protezione civile e’ corrispondentemente
incrementato di euro 200.000 annui a decorrere dall’anno 2005. Al
relativo onere si provvede mediante corrispondente riduzione dello
stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 2005-2007,
nell’ambito dell’unita’ previsionale di base di parte corrente “Fondo
speciale” dello stato di previsione del Ministero dell’economia e
delle finanze per l’anno 2005, allo scopo parzialmente utilizzando
l’accantonamento relativo al Ministero delle politiche agricole e
forestali.
2-quater. Il Ministro dell’economia e delle finanze e’ autorizzato
ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di
bilancio».

Chimici.info