Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Sipari di sicurezza dei teatri: procedure per il rilascio del benestar...

Sipari di sicurezza dei teatri: procedure per il rilascio del benestare alla singola installazione
Lettera Circolare

Oggetto: Sipari di sicurezza dei teatri: procedure per il rilascio del
benestare alla singola installazione.Al fine di semplificare le
procedure attualmente in uso per il rilascio del benestare alla
singola installazione dei sipari di sicurezza dei teatri da parte di
questa Direzione Centrale, si è proceduto alla unificazione delle
procedure previste per il rilascio del parere tecnico di resistenza al
fuoco e di rilascio del benestare suddetto attraverso la stesura di
una nuova modulistica che dovrà essere utilizzata dai produttori
interessati.
Tanto premesso, si riporta in allegato la procedura relativa al
rilascio del benestare alla singola installazione e del parere tecnico
sulla resistenza al fuoco del sipario. Si riporta inoltre l’elenco
della documentazione necessaria all’espletamento dell’istruttoria
tecnica. Nel sito www.vigilfuoco.it – sezione
“Sicurezza Insieme” sono disponibili i suddetti modelli.
Si rappresenta, infine che, nel rispetto del D.M. 4 maggio 1998.
All. II art. 2, il benestare alla singola installazione comprensivo
del parere tecnico, unitamente alla dichiarazione di conformità del
produttore e alla dichiarazione di corretta posa in opera
dell’installatore, saranno trattenuti presso il teatro a disposizione
del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco per eventuali
controlli.
All. A1. Procedure per il rilascio del
benestare alla singola installazionePer ottenere il
rilascio del benestare alla singola installazione di un sipario di
sicurezza, il produttore deve inoltrare al Ministero dell’Interno –
Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della
Difesa Civile – Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza
Tecnica – Area Protezione Passiva, Piazza Scilla, 2 – 00178 Roma
Capannelle, apposita istanza corredata della documentazione tecnica e
del documento attestante l’avvenuto versamento.

L’istanza deve:
– essere redatta su carta da bollo o, in alternativa, su carta resa
legale mediante l’apposizione e relativo annullamento della marca da
bollo (l’imposta fissa di bollo è quella vigente nel momento in cui
l’istanza è inviata all’Area Protezione Passiva);
– essere redatta secondo il fac-simile di cui al successivo punto;
– riportare le generalità complete del produttore ovvero del
richiedente in nome e per conto del produttore stesso (amministratore
unico, amministratore delegato, ecc.);
– essere sottoscritta dal richiedente ed essere presentata unitamente
ad una copia fotostatica di un documento di identità del richiedente
(art. 38 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445).

La documentazione tecnica deve:
– essere timbrata e firmata in originale dal richiedente;
– essere in triplice copia.

La procedura per il rilascio si articola in tre fasi:
– la fase I riguarda la definizione del “campione approvato” da
sottoporre a prova di resistenza al fuoco, sulla base della
documentazione di cui ai punti 1, 2 e 3 dell’allegato B;
– la fase II riguarda la formulazione del parere tecnico di resistenza
al fuoco sul sipario di sicurezza sulla base dell’esito della prova
sul “campione approvato” e della restante documentazione richiesta
nell’allegato B;
– la fase III riguarda il rilascio del benestare alla singola
installazione sulla base del parere tecnico favorevole.
Tra la fase I e la fase II verrà concesso il tempo necessario
all’effettuazione della prova di resistenza al fuoco sul “campione
approvato” e alla valutazione analitica della resistenza al fuoco del
sipario nelle reali dimensioni di posa. Detto intervallo dovrà essere
inferiore a mesi 6 a partire dalla comunicazione dello schema del
“campione approvato” alla ditta, trascorso il quale si procederà alla
chiusura della pratica.
L’attività di rilascio del benestare alla singola installazione,
comprensiva della formulazione del parere tecnico di resistenza al
fuoco, rientra tra i servizi a pagamento previsti dalla legge 26
luglio 1965, n. 966 e successive modifiche.2. Fac-simile di domanda di
omologazioneal Ministero dell’interno –
Dipartimento dei Vigili del Fuoco,
del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile
Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica
Area Protezione Passiva
Piazza Scilla, 2 – 00178 Roma Capannelle
Oggetto: Richiesta di rilascio di benestare alla
singola installazione ai sensi del D.M. 27 gennaio 1999 ad un
sipario di sicurezza previo parere tecnico favorevole di resistenza al
fuoco.Il sottoscritto … nato a … il …
residente a … via … documento di identità … nella sua qualità di
Rappresentante Legale (o titolare) della società … sita in … via
…………………CHIEDEa
codesta Direzione, ai sensi del D.M. 27 gennaio 1999, il rilascio
di benestare alla singola installazione al sipario di sicurezza del
Teatro … previo parere tecnico favorevole di resistenza al fuoco,
con pagamento a suo carico, in base alle tabelle annesse alla Legge 26
luglio 1965 n. 966 e successive modifiche di cui ha preso
conoscenza.
Dichiara di aver preso visione dei modelli predisposti da codesta
Direzione impegnandosi a rispettare quanto in essi prescritto.

Il sottoscritto chiede che le comunicazioni amministrative o tecniche
ed il benestare alla singola installazione siano indirizzati a … via
… tel …

Data … Firma del Rappresentante Legale (o
titolare)
Si allegano:
– I documenti tecnici di cui ai commi 1, 2 e 3 dell’allegato B;
– Il documento attestante l’avvenuto versamento secondo quanto
indicato al punto seguente;
– Due marche da bollo;
– Copia fotostatica del documento di identità del Rappresentante
Legale (o Titolare)
3. Importo e modalità di
versamentoIl rilascio del benestare alla
singola installazione è subordinato al versamento dell’importo pari
a € 2012,00 (euro duemiladodici/00).
Il pagamento deve essere effettuato attraverso una delle procedure
sotto indicate:Mod. 123T per pagamenti effettuati
presso la
Tesoreria Provinciale dello Stato – Sezione di Roma –
Via dei Mille n. 52 00185 Roma
con causale riportante la seguente dicitura:
“Deposito provvisorio della ditta … per il rilascio del Benestare
alla singola installazione del sipario di sicurezza per il Teatro …
con vincolo a favore della Direzione Centrale per la Prevenzione e la
Sicurezza Tecnica – Area Protezione Attiva Roma – Capannelle in
applicazione della legge 26/07/1965 n. 966”oppureC/C Postale n. 871012
intestato
a:
Tesoreria Provinciale dello Stato – Sezione di Roma –
Via dei Mille n. 52 00185 Roma
con causale riportante la seguente dicitura:
“Deposito provvisorio della ditta … per il rilascio del Benestare
alla singola installazione del sipario di sicurezza per il Teatro …
con vincolo a favore della Direzione Centrale per la Prevenzione e la
Sicurezza Tecnica – Area Protezione Attiva Roma – Capannelle in
applicazione della legge 26/07/1965 n. 966”All.
BDocumentazione da allegare alla richiesta
per il rilascio del benestare
alla singola installazione di sipari di sicurezza1. Relazione tecnica
descrittiva del sipario di sicurezza e
di tutti i suoi componenti compresi i sistemi di movimentazione e di
supporto.
2. Elaborati grafici di massima da cui si evinca l’inserimento del
sipario di sicurezza all’interno della sala che lo ospiterà.
3. Elaborati grafici di dettaglio del sipario di sicurezza (prospetti
anteriori e posteriori, sezioni orizzontali e verticali, particolari
dei nodi significativi con rilievo dei dispositivi di tenuta,
chiusura, scorrimento e sostegno). Tutti gli elaborati dovranno essere
in scala e quotati.
4. Rapporto di prova di resistenza al fuoco condotto sul “campione
approvato”. La prova deve essere effettuata presso il Forno
Sperimentale del Centro Studi ed Esperienze o presso altri laboratori
autorizzati e garantire un extratempo pari a 30 minuti oltre la classe
richiesta dal D.M. 19/8/96.
5. Certificazione inerente il rispetto delle disposizioni vigenti
relative al sistema di movimentazione e di frenatura.
6. Dichiarazione del progettista delle strutture di aver rispettato le
disposizioni vigenti nel calcolo degli elementi portanti il sipario,
compreso il sostegno dei contrappesi, in condizioni di apertura e di
chiusura.
7. Descrizione delle modifiche condotte e degli ulteriori accorgimenti
previsti per garantire la resistenza al fuoco del sipario di sicurezza
nelle dimensioni previste in opera. Si precisa a tal fine che dette
modifiche non dovranno contemplare il pacco coibente del prototipo,
salvo per l’aggiunta di ulteriori strati di materiali isolanti;
inoltre la struttura portante potrà essere modificata solo attraverso
l’uso di profili di acciaio di maggior rigidezza e con un minore
fattore di massività. L’aumento complessivo del peso del sipario dovrà
prevedere un proporzionale aumento dei dispositivi di supporto,
scorrimento e sicurezza. Tutti i particolari costruttivi dovranno
essere della stessa tipologia di quelli del prototipo provato.
8. Valutazione del progettista sulla resistenza al fuoco del sipario
di sicurezza nelle reali dimensioni di posa in opera. Si precisa a tal
proposito che le valutazioni in essere dovranno basarsi su ripetibili
procedure di calcolo strutturale in presenza di:
a) azioni meccaniche
b) azioni termiche
applicate separatamente al sipario di sicurezza nello schema statico
desumibile dalle dimensioni e dai vincoli offerti dai sistemi di
supporto.
Le azioni meccaniche sono il peso proprio del sipario di sicurezza e
la pressione prevista all’art. 5.2.4.1 del D.M. 19/8/1996 pari a
45 daN/m2 agente sulla superficie verticale del sipario una volta dal
lato scena e una volta dal lato sala.
Le azioni termiche sono indotte dalle temperature massime raggiunte
dagli elementi strutturali del sipario, quando è esposto sul solo lato
scena all’incendio standard (curva ISO834). Le temperature sono quelle
misurate al 60-esimo minuto della prova al forno condotta sul
“…

[Continua nel file zip allegato]

Chimici.info