Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 maggio 2...

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 maggio 2004, n. 136, recante disposizioni urgenti per garantire la funzionalità di taluni settori della pubblica amministrazione. Disposizioni per la rideterminazione di deleghe legislative e altre disposizioni connesse.
Legge

  S.O.G.U. del 28/07/2004 n.131 La
Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga
la seguente legge: Art. 1.
(Conversione in legge del decreto-legge 28 maggio 2004, n. 136.
Entrata in vigore)
1. Il decreto-legge 28 maggio 2004, n. 136, recante
disposizioni urgenti per garantire la funzionalità di taluni settori
della pubblica amministrazione, è convertito in legge con le
modificazioni riportate in allegato alla presente legge.
2. Sono fatti salvi gli effetti degli atti compiuti ai sensi
dell’articolo 8, comma 1-bis, della legge 28 gennaio 1994, n. 84,
introdotto dall’articolo 6 del decreto-legge 28 maggio 2004, n.
136, fino alla data di entrata in vigore della presente legge.
3. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
Art. 2.
(Disposizioni per la rideterminazione di deleghe legislative e altre
disposizioni connesse)
1. E Governo è delegato ad adottare, senza nuovi o maggiori oneri per
il bilancio dello Stato, entro il termine di dodici mesi dalla data di
entrata in vigore della presente legge, uno o più decreti legislativi
integrativi e correttivi dei decreti legislativi 30 luglio 1999,
n. 300, 20 ottobre 1998, n. 368, 29 gennaio 1998, n. 19, 20 luglio
1999, n. 273, 16 luglio 1997, n. 264, 16 luglio 1997, n. 265, 28
novembre 1997, n. 459, e 28 novembre 1997, n. 464, attenendosi alle
procedure e ai principi e criteri direttivi di cui all’articolo 1,
commi 2 e 3, all’articolo 5, commi 2 e 3, e all’articolo 7 della legge
6 luglio 2002, n. 137.
2. Il Governo è delegato ad adottare, senza nuovi o maggiori oneri per
il bilancio dello Stato, entro il termine di dodici mesi dalla data di
entrata in vigore della presente legge, uno o più decreti legislativi
correttivi o modificativi dei decreti legislativi già emanati ai sensi
dell’articolo 21, comma 15, della legge 15 marzo 1997, n. 59, e
successive modificazioni, attenendosi ai principi e criteri direttivi
contenuti nel citato comma 15.
3. Il Governo è delegato ad adottare, entro il termine di dodici mesi
dalla data di entrata in vigore della presente legge, uno o più
decreti legislativi per il riassetto delle disposizioni legislative in
materia di:
a) teatro, musica, danza ed altre forme di spettacolo dal vivo;
b) sport;
c) proprietà letteraria e diritto d’autore.
4. I decreti legislativi di cui al comma 3 sono adottati secondo le
procedure ed i principi e criteri direttivi di cui all’articolo 10,
commi 2, 3 e 4, della legge 6 luglio 2002, n. 137, e successive
modificazioni.
5. Il Governo è delegato ad adottare, entro il termine di dodici mesi
dalla data di entrata in vigore della presente legge, uno o più
decreti legislativi per il riordino delle disposizioni in tema di
parità e pari opportunità tra uomo e donna, attenendosi ai principi e
criteri direttivi di cui all’articolo 13, comma 2, della legge 6
luglio 2002, n. 137.
6. All’articolo 6, comma 1, della legge 6 luglio 2002, n. 137, la
parola: “diciotto” è sostituita dalla seguente: “trentasei”.
7. Alla legge 29 luglio 2003, n. 229, sono apportate le seguenti
modificazioni:
a) agli articoli 2, comma 1, alinea, 4, comma 1, alinea, e 5, comma
1,, alinea, le parole: “un anno” sono sostituite dalle seguenti: “due
anni”;
b) all’articolo 3, comma 1, alinea, le parole: “un anno” sono
sostituite dalle seguenti: “diciotto mesi”;
c) agli articoli 7, comma 1, alinea, 8, comma 1, alinea, e 9, comma 1,
alinea, le parole: “sei mesi” sono sostituite dalle seguenti:
“diciotto mesi”;
d) all’articolo 11, comma 1, alinea, le parole: “entro diciotto mesi”
sono sostituite dalle seguenti: “entro trenta mesi”.
8. All’articolo 15, comma 1, alinea, della legge 12 dicembre 2002, n.
273, le parole: “diciotto mesi” sono sostituite dalle seguenti: “due
anni”.
9. All’articolo 6, comma 1, alinea, della legge 8 luglio 2003, n. 172,
le parole: “un anno” sono sostituite dalle seguenti: “due anni”.
10. Il termine di cui all’articolo 13-nonies del decreto-legge 25
ottobre 2002, n. 236, convertito, con modificazioni, dalla legge 27
dicembre 2002, n. 284, è differito al 20 luglio 2004.
11. All’articolo 1, commi 1 e 3, della legge 7 marzo 2003, n. 38,
le parole, rispettivamente: “entro un anno” ed “entro due anni” sono
sostituite dalle seguenti: “entro due anni” ed “entro tre anni”.
12. All’articolo 1, comma 3, alinea, della legge 27 ottobre 2003, n.
290, le parole: “due mesi dalla data di entrata in vigore della
presente legge” sono sostituite dalle seguenti: “il 31 dicembre 2004”.
All’articolo 1-sexies, comma 7, del decreto-legge 29 ago-sto 2003, n.
239, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 ottobre 2003, n.
290, le parole: “30 giugno 2004” sono sostituite dalle seguenti: “31
dicembre 2004”.
13. All’articolo 5 del decreto legislativo 19 dicembre 2003, n. 379,
al comma 4, la parola: “nonché” è sostituita dalle seguenti: “ma non”.

Art. 3.
(Modifica dell’articolo 1 della legge 21 dicembre 2001, n. 443)
1. All’articolo 1, comma 3, secondo periodo, della legge 21 dicembre
2001, n. 443, le parole: “due anni” sono sostituite dalle seguenti:
“tre anni”.
 Art. 4.
(Modifica dell’articolo 28 della legge 28 dicembre 2001, n.
448)
1. All’articolo 28, comma 1, della legge 28 dicembre 2001, n. 448,
e successive modificazioni, le parole: “entro sei mesi dalla scadenza
del termine di cui all’articolo 1, comma 1, della legge 6 luglio 2002,
n. 137” sono sostituite dalle seguenti: “entro il 31 dicembre 2004”.
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella
Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. È
fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare
come legge dello Stato.
Data a Roma, addì 27 luglio 2004 CIAMPI Berlusconi, Presidente del
Consiglio dei Ministri Mazzella, Ministro per la funzione pubblica
Visto, il Guardasigilli: Castelli
ALLEGATO MODIFICAZIONI
APPORTATE IN SEDE DI CONVERSIONE AL DECRETO-LEGGE 28 MAGGIO 2004, N.
136

All’articolo 1:
il comma 3 è sostituito dal seguente:
“3. Gli oneri finanziari relativi ai contratti di cui ai commi 1 e 2
sono a carico degli enti di cui ai medesimi commi, che vi provvedono
nell’ambito degli ordinari stanziamenti di bilancio, senza nuovi o
maggiori oneri per il bilancio dello Stato”;
il comma 4 è soppresso;
è aggiunto, in fine, il seguente comma:
“4-bis. Dall’attuazione del presente articolo non devono derivare
nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica”.

Dopo l’articolo 1, sono inseriti i seguenti:
“Art. 1-bis. – (Riallineamento delle posizioni di carriera del
personale appartenente ai ruoli marescialli dell’Esercito, della
Marina e dell’Aeronautica con quelle del personale del ruolo ispettori
dell’Arma dei carabinieri). – 1. Le disposizioni del presente articolo
si applicano al personale militare in servizio alla data di entrata in
vigore della legge di conversione del presente decreto, inquadrato nei
ruoli marescialli dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica ai
sensi dell’articolo 34 del decreto legislativo 12 maggio 1995, n. 196,
e successive modificazioni, e non producono alcun effetto nei
confronti del personale militare appartenente alle categorie del
congedo, neppure ai fini dell’adeguamento dell’indennità prevista
dall’articolo 46 della legge 10 maggio 1983, n. 212, e successive
modificazioni.
2. Il personale di cui al comma 1 è inquadrato, in ordine di ruolo,
nei gradi e con le decorrenze, ai soli effetti giuridici, di cui alle
tabelle A, B, C, D, E, F e G allegate al presente decreto, salvo
quanto previsto dal comma 9.
3. II personale di cui al comma 2 prende posto in ruolo dopo il
personale già promosso ai sensi del decreto legislativo 12 maggio
1995, n. 196.
4. Al personale inquadrato per effetto di una delle tabelle di cui al
comma 2 non si applicano le rideterminazioni di anzianità
eventualmente previste dalle restanti tabelle.
5. Il personale di cui al comma 2, già incluso nelle aliquote
ordinarie di avanzamento definite al 31 dicembre 2002, se non ancora
valutato, è inquadrato nel grado superiore con riserva di attribuire
la relativa decorrenza a conclusione del procedimento di valutazione.
6. Il personale, che per effetto degli inquadramenti di cui al comma 2
consegue il grado superiore, è escluso dalle aliquote di avanzamento
definite al 31 dicembre 2003, anche se è stato già valutato e
promosso.
7. Per il personale inquadrato nel grado di maresciallo ordinario e
gradi corrispondenti ai sensi del comma 2, il periodo di permanenza
nel grado è di sei anni.
8. Il personale di cui al comma 2, che si trova nelle condizioni di
cui agli articoli 17, commi 3 e 4, e 34, comma 15, del decreto
legislativo 12 maggio 1995, n. 196, e successive modificazioni, al
cessare delle cause impeditive è sottoposto a valutazione con
riferimento alle aliquote definite fino al 31 dicembre 2002, ai sensi
dell’articolo 17, comma 6, del predetto decreto legislativo n. 196 del
1995 e, al termine del procedimento valutativo, è inquadrato ai sensi
delle disposizioni di cui al presente articolo.
9. I marescialli ordinari e gradi corrispondenti, di cui alla tabella
D allegata al presente decreto, sono provvisoriamente inquadrati, in
ordine di ruolo, nel grado di maresciallo capo e gradi corrispondenti
senza mantenere l’anzianità maturata nel grado di provenienza. La
decorrenza dell’anzianità è attribuita, secondo le modalità di cui
all’ articolo 19, comma 2, del decreto legislativo 12 maggio 1995, n.
196, in base alla graduatoria stilata, previo giudizio di merito,
secondo i criteri di cui all’articolo 35, commi terzo e quarto, della
legge 10 maggio 1983, n. 212, da una commissione costituita a tal fine
per ciascuna Forza armata secondo le modalità di cui all’articolo 32
della stessa legge n. 212 del 1983, e succes…

[Continua nel file zip allegato]

Chimici.info