Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Nuove tariffe dei premi per l'assicurazione contro gli infortuni sul l...

Nuove tariffe dei premi per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali delle gestioni: industria, artigianato, terziario, altre attività , e relative modalità di applicazione.
Decreto Ministeriale

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE di concerto con IL
MINISTRO DEL TESORO, DEL BILANCIO E DELLA PROGRAMMAZIONE
ECONOMICAVisto il decreto legislativo 23 febbraio 2000, n. 38,
concernente "Disposizioni in materia di assicurazione contro gli
infortuni sul lavoro e le malattie professionali, a norma
dell’articolo 55, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n.
144";Visto l’articolo 1 del citato decreto legislativo 23
febbraio 2000, n. 38, che ha individuato, a decorrere dal 1°o
gennaio 2000, nell’ambito della gestione industria di cui al titolo I
del testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica
30 giugno 1965, n. 1124, ai fini tariffari, quattro gestioni
separate;Visto l’articolo 3 del citato decreto legislativo 23 febbraio
2000, n. 38, che, tra l’altro, prevede l’emanazione, con decreto del
Ministro del lavoro e della previdenza sociale di concerto con il
Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, di
distinte tariffe dei premi per ciascuna delle gestioni tariffarie di
cui all’articolo 1 del medesimo decreto legislativo e le relative
modalità di applicazione, tenendo conto dell’andamento
infortunistico aziendale e dell’attuazione delle norme di cui al
decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive
modificazioni e integrazioni, nonché degli oneri che concorrono
alla determinazione dei tassi di premio;Visto in particolare il comma
3, dell’articolo 3 citato, che prevede che ogni tariffa stabilisce,
per ciascuna delle lavorazioni in essa comprese, il tasso di premio
nella misura corrispondente al relativo rischio medio nazionale in
modo da includere l’onere finanziario di cui all’articolo 39, comma 2,
del testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica
30 giugno 1965, n. 1124;Visto, altresì, l’articolo 4 del
predetto decreto legislativo 23 febbraio 2000, n. 38, concernente
l’assicurazione dei lavoratori dell’area dirigenziale, e, in
particolare, il comma 1, che stabilisce che vengano individuati, con
decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale di concerto
con il Ministro del tesoro del bilancio e della programmazione
economica, i riferimenti tariffari per la classificazione delle
lavorazioni svolte da detti lavoratori, fermo restando quanto disposto
dagli articoli 1 e 4 del decreto del Presidente della Repubblica 30
giugno 1965, n. 1124;Ritenuto di dover prevedere nell’ambito di
ciascuna delle tariffe dei premi i riferimenti tariffari dei
lavoratori dell’area dirigenziale;Vista la delibera del Consiglio di
amministrazione dell’INAIL del 20 luglio 2000, n. 414, concernente
"Nuove tariffe dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni
sul lavoro e le malattie professionali e le relative modalità
di applicazione";Vista la delibera n. 35 del 7 novembre 2000
adottata, in via d’urgenza, dal Presidente dell’INAIL, di modifica
della delibera del Consiglio di amministrazione, sulla base delle
osservazioni formulate dal Ministero del lavoro e della previdenza
sociale con nota n. 12/PS/131003/DL38/2000(A37) del 4 ottobre
2000;Vista la delibera n. 646 del 16 novembre 2000, del Consiglio di
amministrazione dell’INAIL, di ratifica della delibera n. 35 del 7
novembre 2000 adottata, in via d’urgenza dal Presidente
dell’INAIL;Decreta:Art. 1Sono approvate, nel testo annesso al presente
decreto di cui formano parte integrante, le tariffe dei premi per
l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie
professionali e le modalità di applicazione, relative alle
seguenti gestioni:a) industria, per le attività
manifatturiere, estrattive, impiantistiche; di produzione e
distribuzione dell’energia, gas ed acqua; dell’edilizia dei trasporti
e comunicazioni; della pesca;dello spettacolo; per le relative
attività ausiliarie;b) artigianato, per le attività di
cui alla legge 8 agosto 1985, n. 443, e successive modifiche ed
integrazioni;c) terziario, per le attività commerciali, ivi
comprese quelle turistiche; di produzione, intermediazione e
prestazione dei servizi anche finanziari; per le attività
professionali ed artistiche: per le relative attività
ausiliarie;d) altre attività, per le attività non
rientranti fra quelle di cui alle lettere a), b), e c), fra le quali
quelle svolte dagli enti pubblici, compresi lo Stato e gli enti
locali, e quelle di cui all’articolo 49, comma 1, lettera e), della
legge 9 marzo 1989, n. 88.Art. 2Fermo restando quanto disposto dagli
articoli 1 e 4 del decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno
1965, n. 1124, in ciascuna delle tariffe di cui all’articolo 1 del
presente decreto è individuata nella voce 0725 la
classificazione del personale dell’area dirigenziale che per le
proprie mansioni fa uso, in via non occasionale, di veicoli a motore
personalmente condotti o che, per lo svolgimento delle proprie
mansioni, effettua accessi in cantieri, opifici e simili, compreso, in
ogni caso, l’eventuale uso diretto di macchine da ufficio.Il presente
decreto sarà trasmesso alla Corte dei conti per il visto e la
registrazione e sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.Omissis

Chimici.info