Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Prevenzione delle lesioni personali
Interrogazione Parlamentare...

Prevenzione delle lesioni personali
Interrogazione Parlamentare

(98/C 304/224)INTERROGAZIONE SCRITTA E-0704/98
di Amedeo Amadeo (NI) e Salvatore Tatarella (NI) alla Commissione
(18 marzo 1998)
Oggetto: Prevenzione delle lesioni personaliLa Commissione ha
presentato la “Proposta di decisione del Parlamento europeo e del
Consiglio che adotta un programma d’azione comunitaria 1999-2003 sulla
prevenzione delle lesioni personali, nel contesto del quadro d’azione
nel settore della sanità pubblica” (COM(97)178 def.-97/0132
COD).Monitoraggio sanitario: per ottenere una efficace interazione
tra un futuro programma d’azione comunitaria sul monitoraggio
sanitario e quello proposto, si chiede di evitare qualsiasi
duplicazione o sovrapposizione fra le iniziative che essi
prevedono.(98/C 304/225) INTERROGAZIONE SCRITTA E-0705/98
di Amedeo Amadeo (NI) e Salvatore Tatarella (NI) alla Commissione
(18 marzo 1998)
Oggetto: Prevenzione delle lesioni personaliLa Commissione ha
presentato la “Proposta di decisione del Parlamento europeo e del
Consiglio che adotta un programma d’azione comunitaria 1999-2003 sulla
prevenzione delle lesioni personali, nel contesto del quadro d’azione
nel settore della sanità pubblica” (COM(97)178 def.-97/0132
COD).Coerenza e complementarità: è vitale che siano garantite la
coerenza e la complementarità con altre azioni e programmi comunitari
inerenti alla stessa materia, in particolare per quanto riguarda il
sistema EHLASS, che potrebbe scadere alla fine del 1997. Si ritiene
che senza l’ausilio del sistema EHLASS il programma d’azione sulla
prevenzione delle lesioni personali non possa funzionare e si chiede
alla Commissione europea che il suo impiego venga prolungato. E’ pure
vitale che la Commissione pubblichi degli orientamenti circa le
metodologie Ada seguire per la raccolta dei dati al fine di
raggiungere la comparabilità delle informazioni fra Stati
membri.(98/C 304/226) INTERROGAZIONE SCRITTA E-0706/98
di Amedeo Amadeo (NI) e Salvatore Tatarella (NI) alla Commissione (18
marzo 1998)
Oggetto: Prevenzione delle lesioni personaliLa Commissione ha
presentato la “Proposta di decisione del Parlamento europeo e del
Consiglio che adotta un programma d’azione comunitaria 1999-2003 sulla
prevenzione delle lesioni personali, nel contesto del quadro d’azione
nel settore della sanità pubblica” (COM(97)178 def.-97/0132
COD).Bilancio: dato che i fondi sono stati assegnati solo fino al
1999, reputandolo indispensabile, si chiede alla Commissione europea
di garantire sin dall’inizio la continuità del programma fino all’anno
2003, cioè sino alla fine del periodo previsto.(98/C
304/227)INTERROGAZIONE SCRITTA E-0707/98
di Amedeo Amadeo (NI) e Salvatore Tatarella (NI) alla Commissione
(18 marzo 1998)
Oggetto: Prevenzione delle lesioni personaliLa Commissione ha
presentato la “Proposta di decisione del Parlamento europeo e del
Consiglio che adotta un programma d’azione comunitaria 1999-2003 sulla
prevenzione delle lesioni personali, nel contesto del quadro d’azione
nel settore della sanità pubblica” (COM(97)178 def.-97/0132
COD).Sicurezza dei prodotti: si chiede alla Commissione europea di
stabilire un solido collegamento trasversale tra la prevenzione delle
lesioni personali e la direttiva 92/59/CEE sulla sicurezza generale
dei prodotti.
In proposito, si sottolineano le misure proposte (vedasi il tema della
capacità di prevenzione delle lesioni) allo scopo di sviluppare gli
aspetti di sanità pubblica in altre politiche comunitarie finalizzate
alla prevenzione delle lesioni personali, come nel caso della
direttiva sopracitata.Risposta comune
data dal sig. Flynn in nome della Commissione alle interrogazioni
scritte E-0704/98, E-0705/98, E-0706/98 e E-0707/98
(16 aprile 1998)
Il programma proposto sulla prevenzione delle lesioni è finalizzato ad
una raccolta sistematica di informazioni sempre più accurate sulle
lesioni, sulla loro prevenzione ed epidemiologia, nonché alla
condivisione delle conoscenze per la selezione e l’adattamento dei
migliori interventi preventivi. Questo programma non rappresenta
dunque un duplicato del programma di monitoraggio sanitario, inteso a
stabilire indicatori sanitari in certi settori, come strumento per la
definizione e valutazione generale della politica sanitaria nazionale
e comunitaria. Al contrario, il programma sulla prevenzione delle
lesioni costituisce un’integrazione di quest’ultimo, in quanto
fornisce gli elementi di base sui quali può essere eseguita
un’adeguata selezione degli indicatori. Inoltre, il programma sulla
prevenzione delle lesioni favorirò la valutazione e la diffusione
delle migliori misure protettive e promuoverà la messa a punto di
politiche efficaci. Per quanto riguarda lo sviluppo futuro della
politica sanitaria, le attività correnti giudicate prioritarie avranno
particolare rilievo nelle future proposte della Commissione.
Il 3 novembre 1997 il Consiglio ha confermato il suo appoggio alla
continuazione ed al miglioramento del sistema europeo di raccolta dati
sugli incidenti domestici e del tempo libero (Ehlass). In data 11
marzo 1998, la Commissione ha accettato gran parte degli emendamenti
alla proposta per un programma sulla prevenzione delle lesioni,
presentati dal Parlamento in prima lettura, riguardo all’integrazione,
lo sviluppo e l’estensione del precedente sistema Ehlass. La proposta
della Commissione riguardo questo programma viene modificata di
conseguenza.
La decisione proposta prevede che la Commissione garantisca coerenza e
complementarità tra le azioni da intraprendere nell’ambito del
programma proposto e quelle attuate nell’ambito di altri rilevanti
programmi e provvedimenti comunitari. Per questo motivo, è già stato
istituito un rimando alla Direttiva 92/59/CEE relativa alla sicurezza
generale dei prodotti. Inoltre, per quanto riguarda la capacità di
prevenzione delle lesioni, si appoggeranno iniziative per incrementare
l’utilizzo da parte degli enti di sanità pubblica di altre politiche
comunitarie per la prevenzione delle lesioni.
Verrà proposto un finanziamento di 14 Mecu per un periodo di 5 anni
-dal 1999 al 2003 – per le azioni previste dal
programma.

Chimici.info