Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Che adegua al progresso tecnico la direttiva 79/196/CEE del Consiglio ...

Che adegua al progresso tecnico la direttiva 79/196/CEE del Consiglio riguardante il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in atmosfera esplosiva [...]
Direttiva della Commissione CE

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITA’ EUROPEEvisto il trattato che istituisce
la Comunità europea,vista la direttiva 76/117/CEE del
Consiglio, del 18 dicembre 1975, riguardante il ravvicinamento delle
legislazioni degli Stati membri relative al materiale elettrico
destinato ad essere utilizzato in atmosfera esplosiva, modificata da
ultimo dall’atto di adesione della Spagna e del Portogallo,vista la
direttiva 79/196/CEE del Consiglio, del 6 febbraio 1979, riguardante
il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al
materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in atmosfera
esplosiva, per il quale si applicano taluni metodi di protezione,
modificata da ultimo dalla direttiva 94/26/CE della Commissione, in
particolare l’articolo 5,considerando che occorre adeguare al
progresso tecnico l’allegato I della direttiva 79/196/CEE,
integrandovi sette nuove norme europee recentemente definite dal
Cenelec;considerando che, dato il livello attualmente raggiunto dalla
tecnica, è necessario adeguare le norme armonizzate di cui
all’allegato I della direttiva 79/196/CEE;considerando che, per le
caratteristiche del materiale in questione, deve essere previsto un
regime transitorio per consentire alle industrie di adeguarsi, per
quanto possibile, agli emendamenti apportati alle norme;considerando
che le misure di cui alla presente direttiva sono conformi al parere
del comitato per l’adeguamento al progresso tecnico delle direttive
intese ad eliminare gli ostacoli tecnici agli scambi nel settore del
materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in atmosfera
esplosiva,HA ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA:Articolo 1L’allegato I
della direttiva 79/196/CEE è sostituito dal testo di cui
all’allegato della presente direttiva.Articolo 21. Gli Stati membri
mettono in vigore le disposizioni legislative, regolamentari ed
amministrative necessarie per conformarsi alla presente direttiva,
entro il 31 maggio 1998. Essi ne informano immediatamente la
Commissione.Quanto gli Stati membri adottano tali disposizioni, queste
contengono un riferimento alla presente direttiva o sono accompagnate
da un siffatto riferimento all’atto della pubblicazione ufficiale. Le
modalità del riferimento sono decise dagli Stati membri.2. Sino
al 30 giugno 2003 gli Stati membri continuano ad applicare le misure
di cui all’articolo 4 della direttiva 76/117/CEE nei confronti dei
materiali la cui conformità alle norme armonizzate previste
dalla direttiva modificata 79/196/CEE, sia comprovata da un
certificato rilasciato secondo l’articolo 8 della direttiva
76/117/CEE, qualora detto certificato sia stato rilasciato prima del
30 settembre 1998.Articolo 3La presente direttiva entra in vigore il
ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta
ufficiale delle Comunità europee.Articolo 4Gli Stati membri
sono destinatari della presente direttiva.ALLEGATONORME
ARMONIZZATELe norme armonizzate alle quali deve essere conforme il
materiale a seconda del metodo di protezione, sono le norme europee i
cui riferimenti figurano nella tabella che segue.Norme
europee(Definite dal Cenelec, rue de Stassart 35, B-1050
Bruxelles)Norme CEI Norme
Europee_____________________________________________________Numero
Titolo Edizione
Data_____________________________________________________EN
50014 Costruzioni elettriche 2 Dicembre 1992 per
atmosfere potenzialmente esplosive - Regole
generali_____________________________________________________EN
50015 Costruzioni elettriche 2 Aprile 1994 per
atmosfere potenzialmente esplosive - Costruzioni
immerse in olio
"0"_____________________________________________________EN
50016 Costruzioni elettriche 2 Ottobre 1995 per
atmosfere potenzialmente esplosive - Modo di
protezione a sovrapressione interna
"p"_____________________________________________________EN
50017 Costruzioni elettriche 2 Aprile 1994 per
atmosfere potenzialmente esplosive - Costruzioni a
riempimento polverulento
"q"_____________________________________________________EN
50018 Costruzioni elettriche 2 Agosto 1994 per
atmosfere potenzialmente esplosive - Custodie a
prova di esplosione
"d"_____________________________________________________EN
50019 Costruzioni elettriche 2 Marzo 1994 per
atmosfere potenzialmente esplosive - Modo di
protezione a sicurezza aumentata
"e"_____________________________________________________EN
50020 Costruzioni elettriche 2 Agosto 1994 per
atmosfere potenzialmente esplosive - Modo di
protezione a sicurezza intrinseca
"i"_____________________________________________________EN
50028 Costruzioni elettriche 1 Febbraio 1987 per
atmosfere potenzialmente esplosive - Modo di
protezione a incapsulamento
"m"_____________________________________________________EN
50039 Costruzioni elettriche 1 Marzo 1980 per
atmosfere potenzialmente esplosive - Modo di
protezione a sistemi elettrici di sicurezza intrinseca
"i"_____________________________________________________EN
50050 Impianto manuale di 1 Gennaio 1986 protezione
elettrostatica _____________________________________________________EN
50053 Pistole manuali di proiezione 1 Febbraio 1987
(*)50053 elettrostatica di pitture con una (parte 1) energia
limite di 0,24 mJ e materiale
associato_____________________________________________________EN
50053 Pistole manuali di proiezione 1 Giugno 1989 (*)(parte
2) elettrostatica di pitture con una energia limite di 5
mJ e materiale
associato_____________________________________________________EN
50053 Pistole manuali di proiezione 1 Giugno 1989 (*)(parte
3) elettrostatica di fiocculi con una energia limite di
0,21 mJ o 5 mJ e materiale
associato_____________________________________________________(*) Si
applicano soltanto i paragrafi relativi alla fabbricazione dei
materiali previsti nella norma EN 50053, prima, seconda e terza
parte."_____________________________________________________

Chimici.info