Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Difficoltà causate agli utilizzatori di sedie a rotelle dalla nuova n...

Difficoltà causate agli utilizzatori di sedie a rotelle dalla nuova normativa UE sulla sicureza degli ascensori.
Interrogazione Parlamentare

INTERROGAZIONE SCRITTA E-1807/97
di John Iversen (PSE) alla Comissione
(30 maggio 1997)
Oggetto: Difficoltà causate agli utilizzatori di sedie a rotelle dalla
nuova normativa UE sulla sicureza degli ascensori. Quale
atteggiamento intende assumere la Commissione rispetto ai nuovi
criteri UE per una maggiore sicurezza degli ascensori, criteri che
riducono sensibilmente la possibilità degli utilizzatori di sedie a
rotelle di servirsi degli ascensori?
Secondo la nuova normativa UE sulla sicurezza degli ascensori, le
cabine di questi ultii dovranno essere dotate di porte tali da isolare
gli utenti degli ascensori dalla gabbia degli stessi. I nuovi criteri
rendono più difficile l’accesso degli handicappati a numerosi edifici.
Non è infatti facile dotare di porte fisse le cabine degli ascensori
esistenti senza ridurre la superficie della cabina stessa. La cabina
rischia pertanto di diventare piccola:
– da non poter contenere una sedia a rotelle;
– da non permettere manovre della stessa al suo interno, impedendo
così all’utente di utilizzare i bottoni ;
– da non permettere all’utilizzatore di sedie arotelle di avere presso
di sé nell’ascensore il proprio assistente.
Sarebbe disposta la Commissione ad esaminare la possibilità di
adottare una soluzione diversa per il problema della sicurezza degli
ascensori? È possibile sviluppare un sistema che offra lo stesso grado
di sicurezza, ad esempio un meccanismo di protezione tra la gabbia e
la cabina dell’ascensore ovvero un dispositivo molto sensibile di
arresto? Risposta del Sig. Bangemann a nome della
Commissione
(30 giugno 1997) La Commissione ricorda all’onorevole parlamentare
che le prescrizioni comunitarie concernenti la sicurezza degli
ascensori si situano a due livelli.
In primo luogo, la direttiva 95/16/CE del Parlamento e del
Consiglio del 29 giugno 1995 concerne unicamente gli ascensori
nuovi immessi sul mercato dopo il 1° luglio 1999, con un periodo
transitorio dal 1° luglio 1997 al 30 giugno 1999. Questa direttiva non
contiene nessun elemetno che potrebbe ostacolare l’utilizzazione degli
ascensori da parte di persone handicappate, specialmente persone che
fanno uso di sedie a rotelle. Essa prevede, al contrario, punti
particolari per l’accesso alle cabine da parte dei disabili . Su
richiesta espressa del Parlamento, questa direttiva è stata inoltre
accompagnata da una dichiarazione pubblicata nella stessa Gazzetta
ufficiale che raccomanda che negli edifici nuovi almeno un ascensore
deve essere accessibile ai disabili che fanno uso di sedie a rotelle.
In secondo luogo, la raccomandazione della Commissione dell’8 giugno
1995 concerne il miglioramento della sicurezza negli ascensori
esistenti. Questa raccomandazione è rivolta agli Stati membri e li
invita ad adottare misure necessarie sul loro territorio. Essa prevede
diverse misure per migliorare la sicurezza, in particolare
l’installazione di portealle cabine che potrebbero, nel caso di
piccole dimensioni, costituire un ostacolo all’accesso degli
handicappati che fanno uso di sedie a rotelle. è senz’altro possibile
per gli Stati membri adottare in questi casi misure come quelle
proposte, cioè un dispositivo di bloccaggio o un dispositivo di
arresto sensibile.
Nel quadro del mandato conferito agli organismi europei di
normalizzazione (Comitato europeo di normalizzazione (CEN), Comitato
europeo di normalizzazione elettrotecnica (Cenelec), Istituto europeo
di norme per le telecomunicazioni (ETSI) per l’applicazione della
direttiva 95/16/CE, è previsto in modo che sia elaborata una norma
armonizzata per gli ascensori che trasportano persone handicappate che
fanno uso di sedie a rotelle. Per l’applicazione della raccomandazione
sopra indicata, la Commissione intende completare questo mandato per
fissare una norma concernente gli ascensori esistenti e relativa alle
porte della cabina e agli altri dispositivi che garantiscono un
livello di sicurezza equivalente.

Chimici.info