Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Istituzione del 'Comando carabinieri ispettorato del lavoro' presso il...

Istituzione del 'Comando carabinieri ispettorato del lavoro' presso il Ministero del lavoro e della previdenza sociale.
Decreto Ministeriale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza SocialeVisto l’art.
16 del decreto del Presidente della Repubblica 19 marzo 1955. n. 520,
concernente la riorganizzazione centrale e periferica del Ministero
del lavoro e della previdenza sociale;Vista la legge 22 luglio 1961,
n. 628, di modificazione all’ordinamento del Ministero medesimo, e in
particolare gli articoli da 3 a 10, riguardanti gli ispettorati del
lavoro;Visto il decreto 21 maggio 1996 dell’assessorato lavoro,
previdenza sociale, formazione professionale ed emigrazione della
regione siciliana;Visto il decreto ministeriale 7 novembre 1996, n.
687, recante norme per l’unificazione degli uffici periferici del
Ministero del lavoro e della previdenza sociale;Vista la legge del 28
novembre 1996, n. 608 concernente "conversione in legge, con
modificazioni, del decreto-legge 1° ottobre 1996, n. 510, recante
disposizioni urgenti in materia di lavori socialmente utili, di
interventi a sostegno del reddito e nel settore
previdenziale";Visto l’art. 9-bis, comma 14, della predetta legge
nella parte in cui prevede che "il personale dei nuclei dell’Arma
dei carabinieri in servizio presso Ispettorato provinciale del lavoro
dipende, funzionalmente, dal capo dell’ispettorato provinciale del
lavoro e, gerarchicamente, dal comandante del reparto appositamente
istituito ed operante alle dirette dipendenze del Ministro del lavoro
e della previdenza sociale, il quale, con proprio decreto, può
attribuire compiti specifici in materia di ispezione al fine di
potenziare i servizi di vigilanza per l’applicazione della normativa
nel settore del lavoro";Ritenuta urgente la necessità di
dare attuazione alla predetta disposizione normativa allo scopo di
rafforzare la funzione ispettiva onde garantire una maggiore tutela
delle condizioni di lavoro;Vista la circolare n. 42/1997 del 21 marzo
1997 – "Criteri generali di organizzazione delle direzioni
regionali e provinciali del lavoro e delle sezioni circoscrizionali
per l’impiego e per il collocamento in agricoltura";Vista la
propria nota di Gabinetto n. 62452/G/41 del 18 luglio 1997 concernente
la richiesta di parere al Comando generale dell’Arma dei
carabinieri;Vista la nota del Comando generale dell’Arma dei
carabinieri n. 349/1993-2-1987 del 23 luglio 1997, con la quale viene
espresso parere favorevole all’istituzione di un apposito reparto da
denominarsi "Comando carabinieri ispettorato del lavoro", al
fine di uniformarlo ad altri comandi operanti alle dipendenze di vari
Dicasteri;Decreta:Art. 1E’ istituito presso il Ministero del lavoro e
della previdenza sociale, alle dirette dipendenze del Ministro, il
"Comando carabinieri ispettorato del lavoro", composto da
personale selezionato secondo criteri fissati dal Comando generale
dell’Arma e che abbia frequentato specifici corsi formativi del
Ministero del lavoro e della previdenza sociale.Art. 2Il Comando
carabinieri ispettorato del lavoro opera su tutto il territorio
nazionale e, se necessario, anche all’estero nel rispetto delle
vigenti disposizioni di legge e delle direttive del Ministro. Per la
regione Sicilia, resta fermo quanto previsto dal decreto 21 maggio
1996 dell’assessorato del lavoro, previdenza sociale, formazione
professionale ed emigrazione, citato in premessa.Art. 3Al personale
dell’Arma dei carabinieri di cui all’art. 1 sono attribuiti,
nell’esercizio delle proprie funzioni, i poteri ispettivi e di
vigilanza necessari all’espletamento di tutti i compiti di controllo e
verifica affidati al Ministero del lavoro e della previdenza sociale
dalle normative vigenti in materia di lavoro.Art. 4Sono a carico del
Ministero del lavoro e della previdenza sociale gli oneri relativi al
trattamento economico, fondamentale ed accessorio, del personale e per
il funzionamento del Comando e delle sue articolazioni periferiche.Le
spese relative all’armamento ed equipaggiamento ordinario individuale
del personale sono sostenute dall’Arma dei carabinieri.La consistenza
organica del Comando e dei nuclei periferici è fissata
nell’annessa tabella.Art. 5Il personale dell’Arma che presta servizio
presso il comando è munito di apposito tesserino di
riconoscimento rilasciato dal Ministero del lavoro e della previdenza
sociale.Art. 6Al personale dell’Arma dei carabinieri di cui al
presente decreto può essere consentito, su valutazione dai
comandanti dei nuclei, l’uso dell’abito civile, anche in relazione
alla tipologia del servizio da svolgere ed alle condizioni operative
ambientali.Art. 7Il presente decreto sarà inviato alla
Ragioneria centrale per il visto di competenza e sarà
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica.Allegato__________________________________________________________Comando/Rep.
OPV./NIL U Isp. Sovr. App./Car. Totale__________________________________________________________Comando 2
(a) 1 2 2 7Reparto
operativo - 11 5 10 26Milano, Roma (totale
reparti 2) - 2 4 5 11Torino, Napoli (totale
reparti 2) - 2 3 4 9Palermo (compreso n. 1 Isp. c/o
Reg. Siciliana) (totale reparti
1) - 4 2 1 7Bari, Catania, Firenze, Lecce,
Messina (totale reparti 5) - 2 2 1 5Agrigento,
Bologna, Brindisi, Cagliari, Caltanissetta, Caserta, Cosenza, Enna,
Genova, Ragusa, Siracusa, Trapan (totale reparti
12) - 2 1 1 4Bergamo, Brescia, Foggia, Parma,
Piacenza (totale reparti
5) - 1 2 1 4Alessandria, Ancona, Arezzo, Ascoli
Piceno, Asti, Avellino, Belluno, Benevento, Campobasso, Catanzaro,
Como, Cremona, Cuneo, Chieti, Ferrara, Forlì, Frosinone,
Gorizia, Grosseto, Imperia, Isernia, L’Aquila, La Spezia, Latina,
Livorno, Lucca, Macerata, Mantova, Massa Carrara, Matera, Modena,
Novara, Nuoro, Oristano, Padova, Pavia, Perugia, Pesaro, Pescara,
Pisa, Pistoia, Pordenone, Potenza, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio
Emilia, Rieti, Rimini, Rovigo, Salerno, Sassari, Savona, Siena,
Sondrio, Taranto, Teramo, Terni, Treviso,Trieste, Udine, Varese,
Venezia, Vercelli, Verona, Vicenza, Viterbo (totale reparti
66) - 1 1 1 3Aosta (totale reparti
1) - 1 1 - 2 Totali
(b) 2(a) 130 122 119 373__________________________________________________________(a)
– Di cui 1 Col./Ten. Col. (Comandante del CCIL e 1 Ten.
Col./Magg. (Vice Comandante);(b) – Comprende 20 Isp., 12 Sovr. e
19 App. Car. già previsti per la Reg. Siciliana.

Chimici.info