Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Recante ventunesimo adeguamento al progresso tecnico della dir. 67/548...

Recante ventunesimo adeguamento al progresso tecnico della dir. 67/548/CEE del Consiglio concernente il ravvicinamento delle disp. leg., regolamentari e amm. relative alla classificazione, all'imballaggio e all'etichettatura delle sostanze pericolose.
Direttiva della Commissione CE

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,
visto il trattato che istituisce la Comunità europea,
vista la direttiva 67/548/CEE del Consiglio, del 27 giugno 1967,
concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative,
regolamentari e amministrative, relative alla classificazione,
all’imballaggio e all’etichettatura delle sostanze pericolose ,
modificata da ultimo dalla direttiva 93/101/CE della Commissione,
in particolare l’articolo 28,
considerando che l’allegato I della direttiva 67/548/CEE contiene un
elenco di sostanze pericolose e dettagli relativi alle procedure di
classificazione ed etichettatura per ogni sostanza;
considerando che l’elenco delle sostanze pericolose figurante
nell’allegato I deve essere adattato e completato alla luce delle
attuali conoscenze scientifiche e tecniche, in particolare per
inserirvi alcune sostanze complesse derivate dal carbone e dal
petrolio e che occorre pertanto modificare la prefazione dell’allegato
I per inserirvi le note e disposizioni specifiche per
l’identificazione e l’etichettatura delle sostanze complesse derivate
dal petrolio o dal carbone e dei preparati corrispondenti;
considerando che le misure previste dalla presente direttiva sono
conformi al parere del comitato per l’adeguamento al progresso tecnico
delle direttive miranti all’eliminazione degli ostacoli tecnici agli
scambi nel settore delle sostanze e dei preparati pericolosi,HA
ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA:
Articolo 1
L’allegato I della direttiva 67/548/CEE è così modificato
1) La prefazione dell’allegato I della presente direttiva sostituisce
quella dell’allegato I.
2) Le voci di cui all’allegato I della presente direttiva
sostituiscono quelle dell’allegato I.
3) Le voci di cui all’allegato II della presente direttiva sono
aggiunte per la prima volta all’allegato I (*).
————(*) Il ventunesimo adeguamento è stato realizzato con
Direttiva della Commissione 94/69/CE del 19 dicembre 1994.
Con questo adeguamento, e a circa un anno di distanza dal precedente,
la Comunità Europea constatato che, alla luce delle nuove conoscenze,
acquisite con il progresso tecnico scientifico, si dovesse procedere
ad un cospicuo aggiornamento dell’allegato I (elenco delle sostanze
classificate), inserendovi in particolare alcune sostanze complesse
derivate dal carbone e dal petrolio, assieme a note esplicative e a
disposizioni specifiche per la corretta identificazione ed
etichettatura di esse e dei loro corrispondenti preparati, ha
apportato i seguenti sostanziali aggiornamenti alla norma quadro e
precisamente:
– ha sostituito completamente la prefazione all’allegato I (elenco
sostanze pericolose) la quale adesso, in particolare, illustra e
descrive:
– che cosa esattamente l’allegato I rappresenta;
– come, e in funzione di quali proprietà, le sostanze chimiche vengono
in esso elencate;
– il tipo di nomenclatura adottata per le sostanze chimiche;
– le modalità di presentazione di ogni sostanza figurante
nell’allegato I, (classificazione, etichettatura, limiti di
concentrazione e relative classificazioni tossicologiche necessarie
per la classificazione dei preparati contenenti la relativa sostanza);
– le note esplicative generali relative a gruppi di sostanze e a
sostanze che presentano un numero ELINCS;
– il significato delle note esplicative specifiche, relative
all’identificazione e alla etichettatura delle sostanze, note che
compaiono, nell’allegato I, sotto la numerazione delle sostanze
medesime.
In calce alla prefazione vengono infine fornite le spiegazioni in
merito alle note concernenti l’etichettatura dei preparati e che
compaiono, sempre in allegato I, accanto ai limiti di concentrazione
specifici di ciascuna sostanza.
– ha aggiunto circa settecento sostanze nuove all’allegato I (elenco
sostanze pericolose);
– ha sostituito, nello stesso allegato I, una settantina di voci
relative a sostanze per le quali sono state apportate modifiche
rispetto alle precedenti classificazioni.
La norma viene a costituire pertanto, alla data della sua
pubblicazione, e assieme al XIX° e al XX° adeguamento già descritti,
l’elenco delle sostanze pericolose classificate tali in ambito
comunitario.
Le disposizioni di questo provvedimento dovevano essere applicate
dagli Stati Membri entro e non oltre il 1° settembre 1996.
Questa direttiva è pubblicata sulla G.U.C.E L381 del 31 Dicembre
1994.Articolo 2
Gli Stati membri attuano al più tardi il 1° settembre 1996, le
disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie
per conformarsi alla presente direttiva. Essi ne informano
immediatamente la Commissione.
Quando gli Stati membri adottano tali disposizioni, queste contengono
un riferimento alla presente direttiva o sono corredate da un siffatto
riferimento all’atto della pubblicazione ufficiale. Le modalità del
riferimento sono decise dagli Stati membri (*).
————(*) Il ventunesimo adeguamento è stato realizzato con
Direttiva della Commissione 94/69/CE del 19 dicembre 1994.
Con questo adeguamento, e a circa un anno di distanza dal precedente,
la Comunità Europea constatato che, alla luce delle nuove conoscenze,
acquisite con il progresso tecnico scientifico, si dovesse procedere
ad un cospicuo aggiornamento dell’allegato I (elenco delle sostanze
classificate), inserendovi in particolare alcune sostanze complesse
derivate dal carbone e dal petrolio, assieme a note esplicative e a
disposizioni specifiche per la corretta identificazione ed
etichettatura di esse e dei loro corrispondenti preparati, ha
apportato i seguenti sostanziali aggiornamenti alla norma quadro e
precisamente:
– ha sostituito completamente la prefazione all’allegato I (elenco
sostanze pericolose) la quale adesso, in particolare, illustra e
descrive:
– che cosa esattamente l’allegato I rappresenta;
– come, e in funzione di quali proprietà, le sostanze chimiche vengono
in esso elencate;
– il tipo di nomenclatura adottata per le sostanze chimiche;
– le modalità di presentazione di ogni sostanza figurante
nell’allegato I, (classificazione, etichettatura, limiti di
concentrazione e relative classificazioni tossicologiche necessarie
per la classificazione dei preparati contenenti la relativa sostanza);
– le note esplicative generali relative a gruppi di sostanze e a
sostanze che presentano un numero ELINCS;
– il significato delle note esplicative specifiche, relative
all’identificazione e alla etichettatura delle sostanze, note che
compaiono, nell’allegato I, sotto la numerazione delle sostanze
medesime.
In calce alla prefazione vengono infine fornite le spiegazioni in
merito alle note concernenti l’etichettatura dei preparati e che
compaiono, sempre in allegato I, accanto ai limiti di concentrazione
specifici di ciascuna sostanza.
– ha aggiunto circa settecento sostanze nuove all’allegato I (elenco
sostanze pericolose);
– ha sostituito, nello stesso allegato I, una settantina di voci
relative a sostanze per le quali sono state apportate modifiche
rispetto alle precedenti classificazioni.
La norma viene a costituire pertanto, alla data della sua
pubblicazione, e assieme al XIX° e al XX° adeguamento già descritti,
l’elenco delle sostanze pericolose classificate tali in ambito
comunitario.
Le disposizioni di questo provvedimento dovevano essere applicate
dagli Stati Membri entro e non oltre il 1° settembre 1996.
Questa direttiva è pubblicata sulla G.U.C.E L381 del 31 Dicembre
1994.Articolo 3
La presente direttiva entra in vigore il terzo giorno successivo alla
pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee (*).
————(*) Il ventunesimo adeguamento è stato realizzato con
Direttiva della Commissione 94/69/CE del 19 dicembre 1994.
Con questo adeguamento, e a circa un anno di distanza dal precedente,
la Comunità Europea constatato che, alla luce delle nuove conoscenze,
acquisite con il progresso tecnico scientifico, si dovesse procedere
ad un cospicuo aggiornamento dell’allegato I (elenco delle sostanze
classificate), inserendovi in particolare alcune sostanze complesse
derivate dal carbone e dal petrolio, assieme a note esplicative e a
disposizioni specifiche per la corretta identificazione ed
etichettatura di esse e dei loro corrispondenti preparati, ha
apportato i seguenti sostanziali aggiornamenti alla norma quadro e
precisamente:
– ha sostituito completamente la prefazione all’allegato I (elenco
sostanze pericolose) la quale adesso, in particolare, illustra e
descrive:
– che cosa esattamente l’allegato I rappresenta;
– come, e in funzione di quali proprietà, le sostanze chimiche vengono
in esso elencate;
– il tipo di nomenclatura adottata per le sostanze chimiche;
– le modalità di presentazione di ogni sostanza figurante
nell’allegato I, (classificazione, etichettatura, limiti di
concentrazione e relative classificazioni tossicologiche necessarie
per la classificazione dei preparati contenenti la relativa sostanza);
– le note esplicative generali relative a gruppi di sostanze e a
sostanze che presentano un numero ELINCS;
– il significato delle note esplicative specifiche, relative
all’identificazione e alla etichettatura delle sostanze, note che
compaiono, nell’allegato I, sotto la numerazione delle sostanze
medesime.
In calce alla prefazione vengono infine fornite le spiegazioni in
merito alle note concernenti l’etichettatura dei preparati e che
compaiono, sempre in allegato I, accanto ai limiti di concentrazione
specifici di ciascuna sostanza.
– ha aggiunto circa settecento sostanze nuove all’allegato I (elenco
sostanze pericolose);
– ha sostituito, nello stesso allegato I, una settantina di voci
relative a sostanze per le quali sono state apportate modifiche
rispetto alle precedenti classificazioni.
La norma viene a costituire pertanto, alla data della sua
pubblicazione, e assieme al XIX° e al XX° adeguamento già descritti,
l’elenco delle sostanze…

[Continua nel file zip allegato]

Chimici.info