Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Designazione dell'organismo italiano autorizzato a procedere all'esame...

Designazione dell'organismo italiano autorizzato a procedere all'esame del materiale elettrico antideflagrante ed a rilasciare i relativi certificati; pubblicazione dell'elenco comunitario degli organismi degli Stati membri che rilasciano certificati di conformità e di controllo, nonché dell'elenco comunitario dei modelli dei certificati di conformità utilizzati da detti organismi, e del modello C.E.E. del certificato di conformità
Decreto Ministeriale

IL MINISTRO DELL’INDUSTRIA DEL COMMERCIOE DELL’ARTIGIANATOVisto
il decreto del Presidente della Rupubblica del 21 luglio 1982, n. 727,
relativo al recepimento della direttiva CEE/76/117 sul materiale
elettrico destinato ad essere utilizzato in ”atmosfera
esplosiva“;Visto il decreto del Presidente della Repubblica del
21 luglio 1982, n. 675, relativo al recepimento della direttiva
CEE/79/196 sui metodi di protezione che si applicano al materiale
elettrico destinato ad essere utilizzato in ”atmosfera
esplosiva“;Viste le designazioni provvisorie precedentemente
effettuate ai sensi dell’art. 14 della direttiva CEE/76/117
soprarichiamata;Visto l’elenco degli organismi autorizzati a procedere
all’esame del materiale elettrico e/o a rilasciare i certificati di
conformità e di controllo, pubblicato nella ”Gazzetta
Ufficiale“ delle Comunità europee n. C. 46 del 5 marzo
1981;Visti i modelli dei certificati di conformità, utilizzati
dagli organismi autorizzati sopracitati, pubblicati nella
”Gazzetta Ufficiale“ delle Comunità europee n. C.
149 del 18 giugno 1981;Vista la raccomandazione della commissione
CEE/82/490 del 6 luglio 1982 inerente al modello del certificato di
conformità di cui all’art. 4 della direttiva CEE/76/117
soprarichiamata;Ritenuta la necessità di procedere alla
designazione prevista dall’art. 8 del decreto del Presidente della
Repubblica 21 luglio 1982, n. 727, sopracitato;Decreta:Art. 1Il Centro
elettrotecnico sperimentale italiano (CESI) "G. Motta" di
Milano è designato quale organismo incaricato dell’esame del
materiale ed a rilasciare, ai sensi degli articoli 5 e 6 del decreto
del Presidente della Repubblica 21 luglio 1982, n. 727, certificati di
conformità e di controllo per i materiali elettrici destinati
ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva, ed
altresì quale organismo destinatario della corrispondenza di
cui all’art. 8, paragrafo 1, ed art. 9, paragrafi 2 e 5, della
direttiva CEE/76/117.Art. 2Il Centro elettrotecnico sperimentale
italiano (CESI) "G. Motta" ed il Comitato elettrotecnico
italiano (CEI) di Milano sono designati a svolgere l’azione di
sorveglianza di cui agli articoli 7 ed 8 del decreto del Presidente
della Repubblica 21 luglio 1982, n. 727, secondo le modalità
che saranno stabilite con successivo decreto ministeriale.Art. 3Il
CESI è tenuto a compilare, a seguito dell’esame del materiale,
un verbale da tenere a disposizione sia delle autorità italiane
che degli altri Stati membri della CEE, ed inoltre a trasmettere copia
delle principali indicazioni dei certificati di conformità e di
controllo secondo le indicazioni degli articoli 5 e 6 del decreto del
Presidente della Repubblica 21 luglio 1982, n. 727, al Ministero
dell’industria, del commercio e dell’artigianato nonché agli
altri Stati membri ed alla commissione CEE.Art. 4Gli organismi
designati dovranno fornire tutte le informazioni che saranno richieste
dal Ministero dell’industria, del commercio e dell’artigianato e dalla
commissione CEE, relativamente all’espletamento delle proprie
competenze.Art. 5Le spese occorrenti per le prove, gli esami, i
controlli e per l’emissione dei certificati sono a carico del
richiedente come previsto dal decreto del Presidente della Repubblica
21 luglio 1982, n. 727.Le relative tariffe sono comunicate al
Ministero dell’industria, del commercio e dell’artigianato.Art. 6Il
Ministero dell’industria, del commercio e dell’artigianato si riserva
di revocare le designazioni sopra indicate in presenza di inadempienze
agli obblighi previsti o di irregolare svolgimento dei compiti
demandati.Art. 7Nell’allegato A, al presente decreto, è
riportato l’elenco già pubblicato nella "Gazzetta
Ufficiale" CEE n. C. 46 del 5 marzo 1981, degli organismi degli
Stati membri che rilasciano i certificati di conformità e di
controllo e/o procedono all’esame dei materiali e delle
prove.Nell’allegato B, al presente decreto, è riportato,
l’elenco, già pubblicato nella "Gazzetta Ufficiale"
CEE n. C.149 del 18 giugno 1981, dei modelli dei certificati di
conformità utilizzati dagli organismi riconosciuti di cui
all’allegato A.Nell’allegato C, al presente decreto, è
riportato il modello del certificato di conformità, di cui
all’art. 4 della direttiva CEE/76/117, conformemente a quanto disposto
dalla raccomandazione CEE/82/490 della commissione CEE.Art. 8Il
presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.ALLEGATO A1. Elenco degli organismi di controllo
degli Stati Membri autorizzati a procedere all’esame dei materiali e/o
a rilasciare i certificati di conformità e di controllo Regno
del Belgio- La Direction de Pâturages de l’Institut National des
Industries Extractives (INIEX)Rue Grande 60 7260 Pâturages Regno
di Danimarca- Danmarks elektriske Materielkontrol (DEMKO) Lyskær
8 2730 Herlev Repubblica Federale di Germania-
Physikalisch-TecnischeBundesanstalt (PTB)Bundesallee 1003300
Braunschweig- Berggewerkschaftliche Versuchsstrecke (BVS)
Beylingstraße 65 4600 Dortmund-Derne Repubblica EllenicaDato non
disponibileRepubblica francese- Centre d’Études et Recherches
des Charbonnages de France (CERCHAR) Laboratoire de Verneuil en
Halatte BP n. 27 60103 Creil- Laboratoire central des industries
électriques (LCIE) 33, avenue du Général Leclerc
92260 Fontenay-aux-RosesIrlandaDato non disponibileRepubblica
Italiana- Centro Elettronico Sperimentale Italiano (CESI) Via
Rubattino, 54 20134 MilanoGranducato del LussemburgoDato non
disponibileRegno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord- Health and
Safety Executive British Approvals Service for Electrical Equipment in
Flammable Atmospheres Harpur Hill Buxton Derbyshire SK 17 9 JN- Health
and Safety Executive Mining Certification Service (HSE (M))Branch SP
C2Regina House259/269 Old Marylebone RoadLondon NW1 5RR2. Elenco degli
enti destinatari della corrispondenza di cui all’articolo 8, paragrafo
1, ed all’articolo 9, paragrafi 2 e 5, della direttiva
C.E.E./76/117Regno del Belgio(articolo 8, paragrafo 1)- La Direction
de l’Énergie electrique de l’administration de l’énergie
au Ministère des Affaires économiquesRue de
Trèves 49-51 1040 Bruxelles(articolo 9, paragrafo 2)- la
Direction de Pâturages de l’Institut National des Industries
Extractive (INIEX)Rue Grande 60 7260 Pâturages(articolo 9,
paragrafo 5)- la Direction de l’Energie électrique de
l’Administration de l’Energie au Ministère des Affaires
économiques Rue de Trèves 49-511040 Bruxelles-
l’Administration des Mines au Ministère des Affaires
économiques Rue Montoyer 31040 Bruxelles- l’Administration de
la Sécurité du Travail au Ministère de l’Emploi
et du TravailRue Belliard 53 1040 BruxellesRegno di Danimarca(articoli
8, paragrafo 1, e 9, paragrafi 2 e 5)- Danmarks elektriske
Materielkontrol (DEMKO)Lyskær 82730 HerlevRepubblica Federale di
Germania(articoli 8, paragrafo, 1, e 9, paragrafi 2 e 5)-
Physikalish-Technische Bundesanstalt (PTB) Bundesallee 100 3300
BraunschweigRepubblica EllenicaDato non disponibileRepubblica
francese(articoli 8, paragrafo 1, e 9, paragrafo 5)- Ministère
de l’Industrie et de la RechercheDirection des MinesService des
techniques industrielles97, rue de Grenelle75007 Paris(articolo 9,
paragrafo 2)- Ministère de l’Industrie et de la
RechercheDirection des MinesService des techniques industrielles97,
rue de Grenelle 75007 Paris- Centre d’études et Recherches des
Charbonnages de France (CERCHAR)Laboratoire de Verneuil et Halatte BP
n. 2760103 Creil- Laboratoire central des industries
électriques (LCIE)33, avenue du Général Leclerc
92260 Fontenay-aux-RosesIrlanda(articoli 8, paragrafo 1, e 9,
paragrafi 2 e 5) The Industrial Inspectorate Department of Labour
Davitt House, Mespil Road Dublin 4Repubblica Italiana(articoli 8,
paragrafo 1, e 9, paragrafi 2 e 5)- Centro Elettrotecnico Sperimentale
Italiano (CESI) Via Rubattino, 54 20134 MilanoGranducato del
LussemburgoDato non disponibile.Regno dei Paesi BassiDato non
disponibile.Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord(articoli
8, paragrafo 1, e 9, paragrafi 2 e 5)- Health and Safety Executive
British Approvals Service for Electrical Equipment in Flammable
Atmospheres Harpur Hill Buxton Derbyshire SK 17 9JN- Health and Safety
Executive Mining Certification Service (HSE (M))Branch SP C2Regina
House259/269 Old Marylebone RoadLondon NW1 5RRALLEGATO
B(Omesso)ALLEGATO CModello del certificato di conformità di cui
all’art. 5 del presente decreto, pubblicato in attuazione della
raccomandazione CEE/82/490 della Commissione C.E.E.(omissis)Modello di
certificato di conformità – pag. 1/2Spazio riservato
all’indicazione del nome e dell’indirizzo (postale, telefonico, telex,
ecc.) dell’organismo autorizzato a rilasciare i certificati(1)
CERTIFICATO DI CONFORMITÀ'(2) Nome o sigla dell’organismo
autorizzato a rilasciare certificati – le due ultime cifre dell’anno
di rilascio del certificato – numero d’ordine del certificato –
eventualmente, il segno "X".(3) Il presente certificato
è rilasciato per:- denominazione del materiale o del sistema
elettrico certificato,- tipo(i) certificato(i).(4) a) Costruito
da:nome ed indirizzo (postale) del richiedente;b) presentato per la
certificazione da:nome ed indirizzo (postale) del richiedente.(5)
Questo materiale o sistema elettrico nonché le eventuali
varianti accettabili sono descritti nell’allegato del presente
certifica…

[Continua nel file zip allegato]

Chimici.info