Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Apparecchiature per estinzione incendi, impianti fissi di estinzione a...

Apparecchiature per estinzione incendi, impianti fissi di estinzione automatici a pioggia (sprinkler)
Norma UNI

Nota: questa norma ha lo scopo di regolamentare la
realizzazione e l’esercizio degli impianti fissi di estinzione
automatici a pioggia denominati sprinkler che devono essere installati
nelle attività civili ed industriali.In particolare la norma si
applica agli impianti automatici a pioggia ubicati a soffitto con un
limite di impiego in altezza di 12 m e a protezione di depositi
intensivi con erogatori a soffitto e a livelli intermedi.Per avere una
visione complessiva del contenuto della norma, di seguito se ne
riporta il sommario:1. Scopo2. Campo di applicazione3.
Riferimenti4. Termini e definizioni5. Caratteristiche
degli impianti 5.1. Finalità5.2. Componenti
5.3. Tipi di impianto6. Elementi di progetto7.1. Tipi di
alimentazione7.2. Requisiti generali7.3. Interconnessioni7.4.
Alimentazioni ausiliarie7.5. Attacchi per autopompe7.6.
Acquedotti7.7. Serbatoi a gravità7.8. Pompe
automatiche7.9. Serbatoi a pressione8. Valvole ed
apparecchiature ausiliarie8.1. Stazione di
controllo8.2. Valvole di intercettazione8.3. Valvole
terminali8.4. Valvole di non-ritorno8.5. Valvole riduttrici di
pressione8.6. Valvole di sicurezza8.7. Sistema di bloccaggio
delle valvole di intercettazione8.8. Apparecchi di allarme e
localizzazione8.9. Apparecchi di misura8.10. Apparecchiature
automatiche di segnalazione e controllo9. Tubazioni9.1.
Dimensionamento9.2. Caratteristiche9.3. Installazione9.4.
Sostegni9.5. Attacchi supplementari10. Erogatori10.1.
Tipi di erogatori10.2. Dimensioni10.3. Temperatura di
taratura10.4. Installazione degli erogatori10.5. Installazione
degli erogatori a getto laterale10.6. Protezioni meccaniche e
contro la corrosione11. Impianti a secco, a preallarme,
terminali11.1. Specificazioni generali11.2. Specificazioni
particolari per impianti a preallarme11.3. Specificazioni
particolari per impianti terminali12. Estensione
dell’impianto12.1. Aree da proteggere12.2. Assenza di
protezione12.3. Limitazioni nell’estensione dell’impianto12.4.
Protezioni integrative12.5. Disposizioni particolari13.
Progettazione dell’impianto13.1. Classificazione13.2.
Classificazione delle attività13.3. Criteri di
dimensionamento13.4. Aree protette di classe A13.5. Aree
protette di classe B e D013.6. Aree protette di classe C e D13.7.
Impianti a preallarme14. Collaudo d’impianto14.1.
Specificazioni generali14.2. Esecuzione del collaudo14.3.
Prove di alimentazione15. Esercizio dell’impianto15.1.
Generalità15.2. Ispezioni periodiche15.3. Revisioni
generali15.4. Materiali di scorta

Chimici.info