Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Attuazione delle direttive CEE n. 75/716 relative al tenore di zolfo d...

Attuazione delle direttive CEE n. 75/716 relative al tenore di zolfo di taluni combustibili liquidi
Decreto del Presidente della Repubblica

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICAVisti gli articoli 76 e 87 della
Costituzione;Vista la legge 9 febbraio 1982, n. 42, recante delega al
Governo ad emanare norme per l’attuazione delle direttive della
Comunità economica europea;Vista la direttiva n. 75/716 del 24
novembre 1975, emanata dal Consiglio delle Comunità europee,
concernente il tenore di zolfo di taluni combustibili
liquidi;Considerato che in data 25 febbraio 1982, ai termini dell’art.
1 della legge 9 febbraio 1982, n. 42, è stato inviato lo schema
del presente provvedimento ai Presidenti della Camera dei deputati e
del Senato della Repubblica per gli adempimenti ivi previsti;Tenuto
conto delle osservazioni formulate in sede parlamentare;Considerato
che risulta così completato il procedimento previsto dalla
legge di delega;Sulla proposta del Ministro per il coordinamento
interno delle politiche comunitarie, di concerto con i Ministri degli
affari esteri, del tesoro, della sanità, dell’industria, del
commercio e dell’artigianato, delle partecipazioni statali, di grazia
e giustizia;Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 28 maggio 1982;EMANAil seguente
decreto:Art. 1L’art. 11 della legge 13 luglio 1966, n. 615, è
modificato come segue:«I combustibili usati per il funzionamento
degli impianti termici di cui al precedente art. 8 nei comuni
appartenenti alle zone A e B devono possedere determinate
caratteristiche merceologiche ed il loro impiego deve essere
subordinato alle condizioni specificate negli articoli seguenti, salvo
quanto disposto dagli stessi articoli limitatamente ai distillati di
petrolio».Art. 2L’art. 12 della legge 13 luglio 1966, n. 615,
alla voce distillati di petrolio, è modificato come
segue:«distillati di petrolio (kerosene, gasolio, ecc.) con
contenuto in zolfo non superiore allo 0,3% in peso; fino al 30 giugno
1985 è ammesso un contenuto in zolfo non superiore allo 0,5% in
peso».Art. 3All’art. 13 della legge 13 luglio 1966, n. 615, dopo
la frase «sono consentiti con le limitazioni appresso indicate,
i seguenti combustibili», aggiungere il seguente
punto:«distillati di petrolio con contenuto in zolfo non
superiore allo 0,8% in peso fino al 30 settembre 1983 e contenuto in
zolfo non superiore allo 0,5% in peso a partire dal 1° ottobre
1983. Il loro impiego è consentito nelle parti del territorio
nazionale non comprese nelle zone di controllo A e B, salvo quanto
disposto dall’articolo 12».Art. 4Alla legge 13 luglio 1966, n.
615, è aggiunto, dopo l’art. 14, l’art. 14-bis:«I
contenuti di zolfo riportati nei precedenti articoli 12 e 13 si
intendono riferiti anche ai distillati di petrolio destinati ad usi
diversi da quelli per il funzionamento degli impianti termici.Le
disposizioni di cui al precedente art. 14 si applicano anche
all’impiego di distillati di petrolio per usi diversi da quelli per il
funzionamento degli impianti termici.I commi precedenti non si
applicano ai distillati di petrolio:impiegati nelle centrali
elettriche;impiegati per le navi adibite alla navigazione
marittima;contenuti nei serbatoi di carburante dei battelli adibiti
alla navigazione interna e dei veicoli a motore al momento del loro
ingresso nel territorio nazionale».Art. 5Per consentire lo
smaltimento delle giacenze dei distillati di petroli non conformi alla
percentuale fissata dagli articoli 2 e 3 è concesso un termine
di 6 mesi a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente
decreto.Art. 6Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo
alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.Il presente decreto,
munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta
ufficiale delle leggi e dei decreti della Repubblica italiana. E’
fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Chimici.info