Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Servizi vigilanza
Lettera ministeriale...

Servizi vigilanza
Lettera ministeriale

Pervengono a questa Direzione ripetuti quesiti in merito ai
procedimenti da attivarsi per il recupero delle somme dovute da enti o
privati per i servizi di vigilanza già resi ma non liquidati,
che molte perplessità suscitano in merito alla
regolarità delle prassi adottate per l’attuazione del
servizio.Richiamasi in proposito l’attenzione su quanto disposto dagli
artt. 2, lettera b) e 6 della legge 26 luglio 1965 n. 966, che
definiscono gli adempimenti cui è subordinata l’esecuzione del
servizio, che per maggior chiarezza vengono di seguito richiamati e
ribaditi:1) La necessità e l’entità dei servizi di
vigilanza vengono stabiliti dalle Commissioni Provinciali di
Vigilanza, e comunicate ai titolari dei locali o degli impianti nei
quali deve essere attivata.2) I Comandi Provinciali, in base alle
determinazioni delle Commissioni, determinano l’organizzazione
funzionale e tecnica del servizio e quantificano l’importo di spesa,
dandone comunicazione agli stessi titolari.3) Gli enti e i privati,
in base alle comunicazioni ricevute, devono inoltrare, per tempo, la
domanda per ottenere la prestazione, corredata dalla quietanza di
versamento del corrispondente importo presso la locale Sezione di
Tesoreria di Stato.4) Nel caso di presentazione della domanda e
relativo versamento i Comandanti devono provvedere all’effettuazione
del servizio.5) Nel caso di mancata presentazione della domanda e/o
della relativa quietanza di versamento, i Comandi non possono
effettuare il servizio e devono darne comunicazione al Prefetto per le
eventuali determinazioni da adottarsi ai sensi dell’ultimo comma
dell’art. 2 della legge n. 966, innanzi richiamato.Tanto si ribadisce
per l’uniformita di indirizzi e con invito ad attenervisi.

Chimici.info