Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

D.P.R. 24 luglio 1977, n. 616, art. 19. Attribuzione ai Comuni di funz...

D.P.R. 24 luglio 1977, n. 616, art. 19. Attribuzione ai Comuni di funzioni amministrative nella materia di «polizia amministrativa»
Circolare Ministeriale

Come è noto, per effetto del D.P.R. 24 luglio 1977, n.
616 che dà attuazione alla legge di delega n. 382 del 22
luglio 1975 le funzioni amministrative in materia di polizia
amministrativa di cui all’art 19 del D.P.R. predetto, sono esercitate,
a decorrere dal 1° gennaio 1978, dai Comuni.Tra i procedimenti
nella materia in questione, attribuiti ora alla competenza dei Comuni,
sono compresi anche quelli relativi alla licenza per l’impianto e
l’esercizio di ascensori e montacarichi, alla licenza per alberghi,
pensioni e autorimesse, ed alla licenza per tipografie (indicati
rispettivamente ai punti 1, 8 ed 11 dell’art. 19 del D.P.R. n. 616),
cui sono direttamente collegati gli accertamenti e controlli che, ai
fini della sicurezza dai pericoli, sono demandati per il combinato
disposto delle leggi 27 dicembre 1941, n. 1570, 13 maggio 1961, n. 469
e 26 luglio 1965, n. 996, nonché del decreto interministeriale
27 dicembre 1965 ai Comandi provinciali VV.F.Ciò posto, si fa
presente che l’intervenuta innovazione nella titolarità delle
funzioni di cui nelle premesse lascia inalterato il preesistente
ordinamento per quanto concerne la salvaguardia dai pericoli che per
la pubblica e privata incolumità possono derivare
dall’esercizio delle attività di che trattasi: pertanto, quanto
previsto dalle norme sopra richiamate in ordine ai detti accertamenti
e controlli di competenza dei Comandi provinciali dei VV.F.,
così come le prescrizioni tecniche (le c.d. «norme di
sicurezza») riflettenti sia le modalità di esplicazione
delle attività considerate che le condizioni dei locali in cui
si svolgono, continuano ad avere piena applicazione.Nel quadro della
sussistenza del preesistente ordinamento per quanto concerne la
sicurezza dei pericoli, un cenno particolare merita la materia
relativa alla agibilità dei teatri e luoghi di pubblico
spettacolo, il rilascio della cui licenza è pure di competenza
dei Comuni, ai sensi del punto 9 del già citato art. 19. In
tale materia continueranno ad osservarsi la vigente normativa
contenuta nel T.U. delle leggi di P.S. e nel relativo Regolamento, in
specie per quanto attiene le attribuzioni che restano demandate alla
Commissione provinciale di vigilanza, nonché le «norme di
sicurezza» di cui alla circolare n. 16 del 15 febbraio 1951 e
successive modificazioni, emanate da questa Direzione Generale in
attuazione della disposizione contenuta nello art. 28 lett. a) della
legge 27 dicembre 1941, n. 1570 e rivolte appunto a che fossero tenute
presenti «ai fini del rilascio e della revisione della licenza
di esercizio per i locali di pubblico spettacolo».Così,
infine, per quanto riguarda la licenza per l’impianto e l’esercizio di
ascensori e montacarichi, continueranno ad osservarsi anche le
disposizioni di cui al D.P.R. 29 maggio 1963, n. 1497, e segnatamente
quelle contenute nell’art. 9 relative alla «Protezione
antincendio».Ciò detto, si fa presente che quanto sopra
prospettato ha formato oggetto in modo esplicito anche delle direttive
che dal Ministero dell’Interno, giusta quanto contemplato dal terzo
comma del ripetuto art. 19 del D.P.R. n. 616, sono state impartite ai
Sindaci e che questi, a termini di tale ultima disposizione, sono
tenuti ad osservare nell’esercizio delle funzioni di polizia
amministrativa attribuite ai Comuni e di cui in premessa.Le direttive
in parola sono contenute nella circolare n. 555/1977, diramata in data
20 dicembre 1977 dalla Direzione Generale della Pubblica Sicurezza ai
Commissari del Governo nelle Regioni a statuto ordinario, e di esse,
per opportuna informativa delle SS.LL., si trascrive il passo relativo
alle materie di cui sopra:«10. Ai fini del rilascio e della
revisione delle licenze di esercizio per i locali di pubblico
spettacolo, si raccomanda la puntuale applicazione, oltre che della
normativa vigente in materia, delle «norme di sicurezza»,
contenute nella circolare ministeriale n. 16 del 15 febbraio 1951 e
sue successive modificazioni diramate dalla Direzione Generale
Protezione Civile e Servizi Antincendi ai sensi della legge 27
dicembre 1941, n. 1570, che si richiamano integralmente e che
costituiscono parte integrante delle presenti direttive.Le
disposizioni suddette inerenti alla costruzione, all’esercizio ed alla
vigilanza dei teatri, cinematografi, ed altri locali di pubblico
spettacolo in genere, dovranno essere rispettate per evidenti ragioni
di pubblica sicurezza, nell’esercizio delle funzioni previste ai punti
9 e 10 dell’art. 19 del D.P.R. n. 616.11. In tema di alberghi,
pensioni ed autorimesse (punto 8 dell’art. 19 del D.P.R. n. 616),
nonché di tipografie (punto 11), il rilascio o la revisione
della relativa licenza di esercizio è subordinato, con
riferimento ai locali nei quali tali attività vengono svolte,
alla preventiva acquisizione del certificato di prevenzione incendi,
da rilasciarsi dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, giusta
quanto previsto dal decreto interministeriale 27 settembre 1965,
emanato ai sensi dell’art. 4 della legge 26 luglio 1965, n. 966 e
pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 278 dell’8 novembre
1965».

Chimici.info