Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Per il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative a...

Per il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al livello di potenza acustica ammesso dei gruppi elettrogeni
Direttiva del Consiglio CE

IL CONSIGLIO DELLE COMUNITÀ EUROPEE,visto il trattato
che istituisce la Comunità economica europea, in particolare
l’articolo 100,vista la proposta della Commissione,visto il parere del
Parlamento europeo,visto il parere del Comitato economico e
sociale,considerando che i programmi d’azione delle Comunità
europee in materia ambientale del 1973 e del 1977 sottolineano
l’importanza del problema dell’inquinamento acustico e in particolare
la necessità di agire sulle sorgenti più
rumorose;]considerando che una disparità tra le disposizioni
già applicabili o in corso di preparazione negli Stati membri
in materia di limitazione delle emissioni sonore dei gruppi
elettrogeni altera le condizioni di concorrenza e ha pertanto
un’incidenza diretta sul funzionamento del mercato comune; che
è dunque opportuno procedere in questo settore al
ravvicinamento delle legislazioni previsto dall’articolo 100 del
trattato;considerando che la direttiva 84/532/CEE del Consiglio, del
17 settembre 1984, per il ravvicinamento delle legislazioni degli
Stati membri relative alle disposizioni comuni in materia di
attrezzature e macchine per cantieri edili, ha definito, in
particolare, la procedura di certificazione CEE; che, conformemente a
tale direttiva, è opportuno fissare le prescrizioni armonizzate
applicabili alle varie categorie di attrezzature;considerando che la
direttiva 79/113/CEE del Consiglio, del 19 dicembre 1978, per il
ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative alla
determinazione delle emissioni sonore delle attrezzature e macchine
per cantieri, modificata dalla direttiva 81/1051/CEE, ha definito in
particolare il metodo da applicare per fissare i criteri acustici
relativi ai gruppi elettrogeni;considerando inoltre che, a causa
dell’incidenza del rumore prodotto dai gruppi elettrogeni
sull’ambiente, e, in particolare, sul benessere e sulla salute degli
individui, è necessaria una progressiva e sensibile riduzione
del livello di potenza acustica dei gruppi elettrogeni;considerando
che, allo scopo di limitare il disturbo causato dal rumore propagato
nell’aria dai gruppi elettrogeni, è opportuno poter
disciplinare il loro impiego in certe zone considerate particolarmente
sensibili;considerando che le prescrizioni tecniche devono essere
adeguate rapidamente al progresso della tecnica; che a tal fine
è opportuno prevedere l’applicazione della procedura
contemplata dall’articolo 5 della direttiva 79/113/CEE,HA ADOTTATO LA
PRESENTE DIRETTIVA:Art. 11. La presente direttiva si applica al
livello di potenza acustica autorizzato dei gruppi elettrogeni
utilizzati per compiere lavori nei cantieri edili e di ingegneria
civile.2. Si tratta di una direttiva particolare ai sensi
dell’articolo 3, paragrafo 2, della direttiva 84/532/CEE in appresso
denominata "direttiva quadro".Art. 2Ai sensi della presente
direttiva si intende per gruppo elettrogeno ogni apparecchio
comprendente un gruppo motore collegato a un generatore rotativo che
produca, a regime continuo, una potenza elettrica.Art. 31. Gli
organismi autorizzati rilasciano l’attestato di certificazione CEE ad
ogni tipo di gruppo elettrogeno il cui livello di potenza acustica del
rumore prodotto all’aperto, misurato nelle condizioni di cui
all’allegato I della direttiva 79/113/CEE, modificato dall’allegato I
della presente direttiva, non supera i livelli di potenza acustica
ammessi indicati nella seguente
tabella:________________________________________________________ Livello
di potenza acustica ammesso in dB(A)/1 pW a
decorrere Potenza elettrica
________________________________ del gruppo da 18 mesi
dopo da 5 anni dopo elettrogeno (P) dalla notifica dalla
notifica della direttiva della
direttiva________________________________________________________ P
2 kVA 104 1022 kVA < P 8
kVA 104 1008 kVA < P 240
kVA 103 100 P > 240
kVA 105 100________________________________________________________2.
Ogni domanda di attestato di certificazione CEE di un tipo di gruppo
elettrogeno, per quanto concerne il livello di potenza acustica
ammesso, deve essere corredata di una scheda informativa conforme al
modello di cui all’allegato II.3. Per ogni tipo di gruppo elettrogeno
che certifica, l’organismo autorizzato compila tutte le rubriche
dell’attestato di certificazione CEE il cui modello figura
nell’allegato III della direttiva quadro.4. La durata di
validità degli attestati di certificazione CEE è
limitata a cinque anni. Essa può essere prorogata di altri
cinque anni se ne è fatta richiesta entro dodici mesi prima
della scadenza dei primi cinque anni.Tuttavia, dopo cinque anni dalla
notifica della direttiva, gli attestati di certificazione CEE perdono
la loro validità, a meno che non siano stati rilasciati per
gruppi elettrogeni rispondenti al livello limite che entrerà in
vigore a tale data.5. In deroga all’articolo 19, paragrafo 1, della
direttiva quadro, un gruppo elettrogeno munito di certificato di
conformità stabilito in base ad un attestato di certificazione
CEE relativo ai valori del primo periodo non può più
beneficiare dei vantaggi previsti dall’articolo in questione dopo
cinque anni e mezzo dalla notifica della direttiva; il periodo di
validità deve essere indicato sui certificati di
conformità in questione.6. Per ogni gruppo elettrogeno
costruito conformemente al tipo provvisto di attestato di
certificazione CEE, il fabbricante completa il certificato di
conformità, il cui modello figura nell’allegato IV della
direttiva quadro, nelle colonne corrispondenti alla certificazione
CEE.7. Su ogni gruppo elettrogeno costruito conformemente al tipo
provvisto di certificazione CEE deve essere indicato, in modo
visibile, ben leggibile e indelebile, il livello di potenza acustica,
espresso in dB(A)/1 pW, garantito dal fabbricante e determinato alle
condizioni di cui all’allegato I della presente direttiva,
nonché il simbolo (epsilon). Il modello di questa indicazione
figura nell’allegato III della presente direttiva.Art. 4Gli Stati
membri possono adottare provvedimenti per disciplinare l’impiego dei
gruppi elettrogeni nelle zone che essi considerano come sensibili.Art.
5Il controllo di conformità delle fabbricazioni al tipo
certificato, di cui all’articolo 12 della direttiva quadro, è
effettuato secondo le modalità tecniche fissate nell’allegato
IV.Art. 6Il Consiglio, entro diciotto mesi, delibera
all’unanimità sulla riduzione dei livelli di emissione sonora
che la Commissione presenterà quanto prima e comunque entro e
non oltre cinque anni dall’adozione della presente direttiva.Art.
7Conformemente alla procedura di cui all’articolo 5 della direttiva
79/113/CEE, sono adottate:- le modalità tecniche dell’allegato
IV per il controllo della conformità delle fabbricazioni al
tipo certificato;- le modifiche necessarie per adeguare al progresso
tecnico le disposizioni degli allegati.Art. 8Gli Stati membri adottano
le disposizioni necessarie affinché i gruppi elettrogeni
definiti all’articolo 2 possano essere immessi sul mercato solo se
sono conformi alle disposizioni previste dalla presente direttiva e
dalla direttiva quadro.Art. 91. Gli Stati membri mettono in vigore le
disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative necessarie
per conformarsi alla presente direttiva alla scadenza di un termine di
diciotto mesi a decorrere dalla sua notifica e ne informano
immediatamente la Commissione.2. Gli Stati membri comunicano alla
Commissione il testo delle disposizioni di diritto interno che essi
adottano nel settore disciplinato dalla presente direttiva.Art. 10Gli
Stati membri sono destinatari della presente direttiva.ALLEGATO
IMETODO DI MISURAZIONE DEL RUMORE PRODOTTO ALL’APERTO DAI GRUPPI
ELETTROGENISETTORE DI APPLICAZIONEIl presente metodo di misurazione si
applica ai gruppi elettrogeni. Esso stabilisce i procedimenti di prova
per la determinazione del livello della potenza acustica di tali
attrezzature ai fini della certificazione CEE e del controllo di
conformità.Questi procedimenti tecnici sono conformi alle
prescrizioni contenute nell’allegato I della direttiva
79/113/CEE.Tutti i punti dell’allegato I della direttiva 79/113/CEE
valgono anche per i gruppi elettrogeni con le seguenti modifiche:4.
CRITERI DA TENER PRESENTE PER L’ESPRESSIONE DEI RISULTATI4.1. Il
criterio acustico ambientale per i gruppi elettrogeni è
espresso dal livello di potenza acustica di questi ultimi.6.
CONDIZIONI DI MISURA6.2. Funzionamento della sorgente sonora durante
le misurazioni6.2.1. Non va preso in considerazione.6.2.2. Il gruppo
elettrogeno deve essere utilizzato nelle condizioni indicate dal
fabbricante. Esso deve funzionare a regime stabilizzato, erogando, su
una resistenza non induttiva, a 3/4 di carico della potenza del
gruppo, in kW, definita in base alla potenza nominale, in kVA, tenendo
conto del fattore di potenza (cos ).6.3. Luogo delle misurazioni
L’area di prova deve essere piana e orizzontale. Quest’area, compresa
la proiezione verticale dei punti in cui sono disposti i microfoni,
sarà costituita da cemento o da asfalto non poroso.I gruppi
elettrogeni senza ruote, montati, su un telaio di supporto (skid),
andranno collocati su cavalletti di 0,40 m di altezza, salvo
disposizioni contrarie del fabbricante per motivi inerenti alle
condizioni di installazione. (*)6.4.1. Superficie di misura, distanza
di misura La superficie di misura per l’esecuzione della prova
è un emisfero.Il raggio è di:- 4 m, quando la d…

[Continua nel file zip allegato]

Chimici.info