Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Art. 62 del R.D. 9 gennaio 1927, n. 147 (Regolamento speciale per l'im...

Art. 62 del R.D. 9 gennaio 1927, n. 147 (Regolamento speciale per l'impiego dei gas tossici) - Impianti frigoriferi ad ammoniaca
Circolare Ministeriale

Questa Amministrazione si è occupata in passato del problema
dell’assoggettabilità o meno alla deroga prevista dall’art. 62 del
Regolamento indicato in oggetto degli impianti che utilizzano
l’ammoniaca come fluido frigorifero.
Com’è noto, infatti, al fine di valutare il problema nei suoi risvolti
occorre tenere presente quanto emerge dal combinato disposto,
relativamente all’ammoniaca, da un lato dal prospetto allegato al D.M.
6 febbraio 1935 contenente l’elenco dei gas tossici ufficialmente
riconosciuti, dall’altro di quanto previsto dall’art. 62 del
Regolamento.
Nella nota n. 1 del prospetto sopra menzionato si precisa che non è
necessaria l’autorizzazione all’utilizzazione per i piccoli impianti
per refrigerazione che utilizzano meno di 75 kg di ammoniaca. Inoltre,
dovendosi tenere distinta la fase della custodia e conservazione da
quella della utilizzazione, lo stesso prospetto indica come sia
consentito conservare liberamente ammoniaca in quantità non eccedente
i 75 kg, mentre per quantità superiori è necessario munirsi
dell’autorizzazione alla detenzione.
L’art. 62, dal canto suo, ferme restando le disposizioni relative alla
custodia e conservazione, prevede una deroga, a carattere generale per
tutti i gas tossici, e quindi anche per l’ammoniaca, a munirsi
dell’autorizzazione all’utilizzazione qualora l’utilizzazione stessa
“avvenga in stabilimenti industriali ed officine a scopo di
preparazione o trasformazione di altri prodotti o per altre
lavorazioni o scopi”.
A fronte della situazione di carattere normativo sopra richiamata,
questa Amministrazione, interpretando estensivamente la norma, si era
orientata a comprendere nella deroga – e cioè di prescindere dal
munirsi della relativa autorizzazione all’utilizzazione – gli impianti
frigoriferi contenenti ammoniaca in quantità superiore a kg 75,
funzionanti a circuito chiuso, perché assimilabili sotto alcuni
aspetti ad impianti industriali.
Poiché continuano a pervenire a questa Amministrazione quesiti
relativi alla problematica sopra esposta in cui si palesa titubanza in
ordine all’applicabilità della deroga in parola, anche in
considerazione dell’esistenza di impianti alquanto vetusti e non
sempre in linea con i moderni dispositivi di sicurezza, questo
Dicastero ha ritenuto di riesaminare la questione, sentendo al
riguardo i propri organi di consulenza.
Ne è risultato che non sembra possibile nel caso in esame pervenire in
via meramente interpretativa ad un ampliamento della deroga di cui al
più volte citato art. 62.Tanto premesso, al fine di conformarsi agli
orientamenti sopra richiamati, si invitano gli Uffici demandati al
rilascio delle autorizzazioni in materia di gas tossici a voler
impartire le necessarie istruzioni affinché gli impianti in questione
possano il prima possibile dotarsi della prescritta autorizzazione
all’utilizzazione del gas tossico ammoniaca allorquando ricorrano i
fattori sopra menzionati.

Chimici.info