Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Deroghe temporanee generali
Circolare Ministeriale...

Deroghe temporanee generali
Circolare Ministeriale

Con decreto ministeriale 26 agosto c.a., in corso di
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana,
sentito il Comitato speciale per l’attuazione delle norme, costituito
in seno alla Commissione consultiva permanente per la prevenzione
degli infortuni e l’igiene del lavoro, sono stati rinnovati fino al 31
dicembre 1973 i termini di scadenza di alcune deroghe di carattere
generale all’applicazione delle seguenti disposizioni per la
prevenzione degli infortuni sul lavoro e, nel contempo, fissati i
settori di attività cui dette deroghe si riferiscono
nonché le misure sostitutive di sicurezza da adottarsi in luogo
di quelle prescritte dalle norme:D.P.R. 27 aprile 1955, n. 547 –
(Norme generali per la prevenzione degli infortuni sul lavoro).Art.
188 – Piani di scorrimento delle gru a ponte.Tutte le attività
produttive.a) sistema di blocco che impedisca il movimento gru a ponte
quando uno o più lavoratori accedano sui piani di scorrimento
delle produttive;b) effettuazione a terra del cambio turno
gruisti.Art. 192 – Divieto della discesa libera dei carichi.Tutte le
attività produttive, limitatamente all’impiego di elevatori
azionati da motore termico. Verifiche settimanali del freno e
verifiche mensili del punto di ancoraggio, da effettuarsi da parte
della ditta.I risultati delle verifiche devono essere riportati su
appositi verbali.Art. 220,10 comma – Difesa dei piani inclinati.Tutte
le attività produttive.Verifiche settimanali, da parte della
ditta, delle condizioni delle funi e degli attacchi. I risultati delle
verifiche devono essere riportati su appositi verbali.Merita rilevare
che alla determinazione predetta si è pervenuti dopo il vaglio
del fondamento reale delle difficoltà tecniche che tuttora si
frappongono all’applicazione delle disposizioni preanzi indicate agli
edifici, locali, macchine, impianti e loro parti preesistenti ovvero
in corso di realizzazione alla data di entrata in vigore delle vigenti
disposizioni per la prevenzione degli infortuni sul lavoro. D’altra
parte l’adozione delle misure sostitutive di sicurezza indicate in
corrispondenza a ciascuna delle deroghe accordate, garantisce, come
l’esperienza ha dimostrato, la necessaria sicurezza di lavoro.Preme,
inoltre, attirare l’attenzione di codesti uffici sulla
necessità che, in sede di vigilanza, sia accertata la corretta
applicazione del provvedimento di che trattasi, la cui
operatività è legittima soltanto nei confronti degli
edifici, locali, macchine, impianti e loro parti preesistenti ovvero
in corso di realizzazione alla data del 1 gennaio 1956.Si segnala,
infine, che non è stato rinnovato il termine di scadenza
relativo alla deroga all’art. 34 – nome o marchio del fabbricante
sulle aste e tubi dei ponteggi metallici fissi – del D.P.R. 7 gennaio
1956, n. 164 (Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro
nelle costruzioni) in quanto non esistono difficoltà tecniche
all’applicazione della prescrizione delle norme. La circostanza
consentirà, quindi, di normalizzare la situazione del materiale
in questione definitivamente in rapporto all’adempimento prescritto
dalla norma indicata.A tale scopo, mentre si continuerà a
vigilare rigorosamente affinché sia immesso sul mercato, da
parte dei "fabbricanti" di ponteggi metallici fissi – vuoi
di tipo tradizionale a tubi e giunti, vuoi ad elementi prefabbricati –
materiale rispondente alla norma indicata, peraltro, tenuto conto
della possibilità che nei cantieri possa essere ancora
utilizzato materiale di costruzione antecedente alla data di entrata
in vigore delle disposizioni di prevenzione degli infortuni sul
lavoro, si procederà nei confronti degli utilizzatori con
gradualità, promuovendo in un primo tempo una adeguata azione
di informazione secondo le opportunità che localmente si
offrano ivi comprese le occasioni delle riunioni dei Comitati
provinciali e regionali per la prevenzione degli infortuni, per,
successivamente, passare ad azione più incisiva mediante
l’adozione dei provvedimenti necessari.

Chimici.info