Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Regolamento recante attuazione della direttiva n. 90/486/CEE relativa ...

Regolamento recante attuazione della direttiva n. 90/486/CEE relativa alla disciplina degli ascensori elettrici, idraulici ed oleoelettrici
Decreto del Presidente della Repubblica

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visto l’art. 87 della Costituzione;
Visto l’art. 3 e l’allegato C della legge 19 febbraio 1992, n. 142,
che include la direttiva del Consiglio del 17 settembre 1990, n.
90/486/CEE, tra quelle da attuare in via regolamentare;
Visto l’art. 14 della legge 16 aprile 1987, n. 183, che ha
attribuito forza di legge alle direttive incluse nell’elenco A, tra
cui la direttiva del Consiglio del 17 settembre 1984, n. 84/549/CEE, e
la direttiva della Commissione del 18 giugno 1986, n. 86/312/CEE,
relativa agli ascensori elettrici;
Visto il decreto del Ministro per il coordinamento delle politiche
comunitarie 9 dicembre 1987, n. 587, adottato per l’attuazione
delle direttive predette;
Visti gli articoli 3, comma 1, lettera c), 4 e 5, comma 1, della legge
9 marzo 1989, n. 86;
Visto l’art. 17 della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Sentito il parere delle commissioni permanenti della Camera dei
deputati e del senato della Repubblica competenti per la materia;
Udito il parere del consiglio di stato, espresso nella adunanza
generale del 23 dicembre 1993;
Dato atto che non è stato accolto integralmente il parere del
Consiglio di stato, non apparendo appropriata alla forma regolamentare
la riscrittura di norme comunitarie alle quali è stata attribuita
forza di legge dall’art. 14 della legge 16 marzo 1994;
Sulla proposta del ministro per il coordinamento delle politiche
comunitarie; EMANA IL SEGUENTE REGOLAMENTO:
———— (*) Il testo dell’art. 14 della legge 16 aprile 1987,
n. 183, è il seguente:
– Art. 14 (Conferimento di forza di legge ad alcune direttive). – 1.
Le norme contenute nelle direttive della comunità economica europea
indicate nell’elenco A allegato alla presente legge hanno forza di
legge con effetto dalla data di emanazione del decreto di cui al comma

2. Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri o del
ministro da lui delegato, da emanarsi su proposta dei ministri
competenti, entro dodici mesi dall’entrata in vigore della presente
legge, verranno stabilite le norme di attuazione delle direttive di
cui al comma 1.
– Il decreto del Ministro per il coordinamento delle politiche
comunitarie 9 dicembre 1987, n. 587, è stato pubblicato nella Gazzetta
ufficiale – serie generale – n. 71 del 25 marzo 1988.
– La direttiva 84/529/CEE è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
delle Comunità europee, serie L. n. 300 del 19 novembre 1984.
– La direttiva 86/321/CEE è stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale
delle Comunità europee, serie L n. 196 del 18 luglio
1986.Art. 1 1. Il presente regolamento recepisce
la direttiva del Consiglio del 17 settembre 1990, n. 90/486/CEE,
che modifica la direttiva del Consiglio del 17 settembre 1984, n.
84/529/CEE, recepita con l’art. 14 della legge 16 aprile 1987, n.
13, e con decreto 9 dicembre 1987, n. 587.
2. La direttiva del consiglio 17 settembre 1990, n. 90/486/CEE è
pubblicata unitamente al presente regolamento.
———— (*) La direttiva 90/486/CEE è stata pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale delle Comunità europee, serie L n. 270 del 2
ottobre 1990.Art. 2 Le disposizioni della
direttiva del Consiglio del 17 settembre 1984, n. 84/529/CEE, si
applicano agli apparecchi elevatori elettrici, idraulici od
oleoelettrici, installati stabilmente, che servono piani definiti,
aventi una cabina attrezzata per il trasporto di persone, o di persone
e cose, sospesa mediante cavi o catene o retta da uno o più martinetti
e che si sposta, almeno parzialmente, lungo guide verticali o la cui
inclinazione sulla verticale è inferiore a 15°, denominati ascensori.
2. All’art. 1, paragrafo 2, terzo trattino, della direttiva del
Consiglio del 17 settembre 1984, n. 84/529/CEE, sono soppresse le
parole: gli ascensori e i montacarichi non azionati da motore
elettrico, gli impianti azionati da un fluido (in particolare gli
ascensori e i montacarichi idraulici e oleoelettrici).
———— (*) L’art. 1, paragrafo 2, della direttiva 84/529/CEE
è il seguente:
2. Sono esclusi dal campo d’applicazione della presente direttiva:
gli ascensori specialmente progettati per scopi militari o
sperimentali, nonché quelli utilizzati come attrezzature sulle navi,
negli impianti destinati alla prospezione e allo sfruttamento in mare,
nelle miniere o per la manipolazione di sostanze radioattive;
– gli ascensori destinati esclusivamente al trasporto di cose;
gli ascensori e i montacarichi non azionati da motore elettrico, gli
impianti azionati da un fluido (in particolare fogli ascensori e i
montacarichi idraulici ed oleoelettrici), gli impianti elevatori
conosciuti sotto le seguenti denominazioni: paternoster, elevatori a
cremagliera, elevatori a coclea, elevatori di scenotecnica, impianti
di ingabbiamento, skips, ascensori e montacarichi di cantiere edile e
di lavori pubblici, gli impianti per la costruzione e la manutenzione
e gli ascensori di fabbricazione speciale per il trasporto di minorati
fisici.
Il testo allegato I alla direttiva n. 84/529/CEE, come sostituito
dall’art. 1 della direttiva n. 86/312/CEE, come sostituito dall’art. 1
della direttiva n. 86/312/CEE e dall’art. 1 della direttiva n.
90/486/CEE, recepita dal presente decreto: ALLEGATO I 1. Gli
apparecchi di cui all’articolo 1, paragrafo 1 devono corrispondere
alle seguenti norme adottate dal comitato europeo di normalizzazione
(CEN), salvo per quanto concerne e i punti contemplati al paragrafo 2:
– EN 81-1 (edizione del dicembre 1985). Regole di sicurezza per la
costruzione e linstallazione degli ascensori e dei montacarichi. parte
1: ascensori elettrici;
– EN 81-2 (edizione del novembre 1987). Regole di sicurezza per la
costruzione e linstallazione degli ascensori e dei montacarichi. Parte
2: ascensori idraulici.
2. Tali norme sono applicabili con le seguenti modifiche:
2.1 Punto 12.4.2.1. ( valido unicamente per la norma EN 81-1 edizione
del dicembre 1985).
L’ultima frase è sostituita dal seguente testo:
Tuttavia, fino al 26 settembre 1991, gli Stati membri rimangono liberi
di imporre o meno tale obbligo.
2.2 Punto 13.1.1.4
Questo punto è sostituito dal seguente testo
L’impianto elettrico degli ascensori deve:
a) soddisfare alle esigenze indicate nei documenti armonizzati del
comitato europeo di normalizzazione elettrica (CENELEC) approvate dai
comitati elettrotecnici nazionali dei Paesi della Comunità economica
europea;
2.3 Punto 13.1.2
Sostituire con il seguente testo:
Nei locali delle macchine e delle pulegge è necessaria una protezione
dai contatti diretti per mezzo di involucri che abbiano un grado di
protezione IP2X.
2.4 Punto F.0.1.6
Questo punto è completato come segue:
… conformemente all’articolo 13, paragrafo 2, della direttiva
84/528/CEE.Art. 3 1. Il testo del punto 1
dell’allegato 1 della direttiva del Consiglio del 17 settembre 1984,
n. 84/529/CEE, come sostituito dall’art. 1 della direttiva della
Commissione del 18 giugno 1986, n. 86/312/CEE, è sostituito dal
seguente:
1. Gli apparecchi di cui all’art. 1, paragrafo 1, devono corrispondere
alle seguenti norme adottate dal Comitato europeo di normalizzazione
(CEN), salvo per quanto concerne i punti contemplati al paragrafo 2:
– EN 81 – (edizione del dicembre 1985). Regole di sicurezza per la
costruzione e l’installazione degli ascensori e dei montacarichi.
Parte 1: ascensori elettrici. .
– EN 81-2 ( edizione del novembre 1987). Regole di sicurezza per la
costruzione e l’installazione degli ascensori e dei montacarichi.
parte 2: ascensori elettrici .
2. Nel punto 2 dell’allegato 1 della direttiva del Consiglio del 17
settembre 1984, n. 84/529/CEE, come sostituito dall’art. 1 della
direttiva della Commissione del 18 giugno 1986, n. 86/312/CEE, le
parole: 2. Tale norma è applicabile con e seguenti modifiche : 2.1
Punto 12.4.2.21. sono sostituite dalle seguenti: 2. Tali norme sono
applicabili con le seguenti modifiche : 2.1 Punto 12.4.2.1. (valido
unicamente per la norma EN 81.1 – Edizione del dicembre
1985)..Art. 4 1. Per gli ascensori in servizio privato
idraulici ed oleoelettrici rientranti nel campo di applicazione del
presente regolamento è consentita l’installazione secondo le normative
ad esso preesistenti a condizione che i relativi progetti per ottenere
l’autorizzazione prima della messa in servizio siano stati presentati
dall’amministrazione competente entro il termine di entrata in vigore
del presente regolamento. Art. 5 1. Le disposizioni del
presente regolamento entrano in vigore il trentesimo giorno successivo
a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
Il presente decreto, munito del sigillo dello stato, sarà inserito
nella raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana . E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare.Allegato Direttiva del Consiglio del 17
settembre 1990 che modifica la direttiva 84/529/CEE
per il ravvicinamento delle legislazioni degli stati membri relative
agli ascensori elettrici (90/486/CEE). IL
CONSIGLIO DELLE COMUNITA’ EUROPEE
Visto il trattato che istituisce la Comunità economica europea, in
particolare l’articolo 100A;
Vista la proposta della Commissione (1);
In cooperazione con il Parlamento europeo (2);
Visto il parere del Comitato economico e sociale (3)
Considerando che la norma EN 81-1 su cui si basa la direttiva
84/529/CEE è stata completata dopo la pubblicazione della
direttiva da una seconda parte EN 81-2 che concerne gli ascensori
idraulici ed oleoelettrici;
Considerando che l’estensione del campo di applicazione della
direttiva 84/529/CEE è urgente perché i produttori incontrano
considerevoli ostacoli tecnici agli scambi intracomunitari che
rischiano di compromettere il mercato;
Considerando che conviene adottare le misure destinate a stabilire
progressivamente il mercato interno nel corso di un periodo che scade
il 31 dicembre 1992. HA ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA Art.

[Continua nel file zip allegato]

Chimici.info