Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Modificazioni al D.M. 1/12/1980, relativo alla 'disciplina dei conteni...

Modificazioni al D.M. 1/12/1980, relativo alla 'disciplina dei contenitori a pressione di gas con membrature miste di materiale isolante e di materiale metallico, contenenti parti attive di apparecchiature elettriche'
Decreto Ministeriale

IL MINISTRO DELL’INDUSTRIA, DEL COMMERCIO E DELL’ARGIANATOdi
concerto conIL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALEVisto il
decreto ministeriale 1 ° dicembre 1980 (pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 40 dell’ 11 febbraio 1981) relativo alla "disciplina
dei contenitori a pressione di gas con membrature miste di materiale
isolante e di materiale metallico, contenenti parti attive di
apparecchiature elettriche";Sentito il consiglio tecnico
dell’Associazione nazionale per il controllo della
combustione;Rilevata la necessità di chiarire le disposizioni
tecniche del citato decreto ministeriale 1° dicembre 1981,
modificando l’allegato A, per adattarlo alle effettive esigenze di
costruzione, certificazione, uso e regolarizzazione dei contenitori a
pressione di gas con membrature miste di materiale isolante e di
materiale metallico, contenenti parti attive di apparecchiature
elettriche;Decreta:Articolo unicoSono eliminate dal decreto
ministeriale del 1° dicembre 1980, relativo alla "disciplina
dei contenitori a pressione di gas con membrature miste di materiale
isolante e di materiale metallico, contenenti parti attive di
apparecchiature elettriche" le parole "collegate
pneumaticamente..Sono altresì eliminati dall’allegato A,
annesso al predetto decreto ministeriale del 1 ° dicembre1980, i
paragrafi 3.1; 3.3; 3.3.1; 3.3.2; 4.1.2; 6.1; 6.2 e 6.3, che sono
sostituiti dai seguenti paragrafi:3.1. La certificazione di
conformità alle disposizioni del decreto ministeriale 1
dicembre 1980, del prototipo del contenitore, è rilasciata al
richiedente previa domanda e presentazione del progetto di costruzione
agli uffici di cui al punto 2.2, nonché previo esito positivo
delle prove previste ai punti 3.3, 3.3.1 e 3.3.2 da eseguire alla
presenza dei tecnici degli uffici di cui al punto 2.2.3.3. Ciascun
tipo di membratura in materiale isolante del prototipo del contenitore
deve essere sottoposto separatamente a prova idraulica spinta fino a
rottura; la pressione di rottura deve essere non inferiore a 4,25
volte la pressione dichiarata in progetto.3.3.1. Ciascun tipo di
membratura in materiale metallico del prototipo per la quale non sia
prevista una specifica disposizione per la verifica della
stabilità, ai sensi dell’art. 3 del decreto ministeriale 21
novembre 1972 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 1 del 2 gennaio
1973), relativo alle disposizioni particolari per la costruzione degli
apparecchi a pressione, deve essere sottoposta a prova sperimentale
atta a determinare l’effettivo stato tensionale od a prova di
pressione spinta a rottura che dovrà essere non inferiore a
4,25 volte la pressione dichiarata in progetto.3.3.2. Il prototipo del
contenitore assiemato deve essere sottoposto a prova idraulica a
pressione pari a 1,5 volte la pressione di progetto.4.1.2. Il
costruttore dovrà certificare l’esecuzione di:una prova
idraulica spinta fino a rottura su una membratura in materiale
isolante per ogni lotto omogeneo costituito da un massimo di 100
esemplari; la pressione di rottura deve essere non inferiore a 4,25
volte la pressione di progetto;una prova idraulica su ciascuna
membratura, a pressione pari a 3 volte la pressione di progetto per le
membrature in materiale isolante ed a 1,5 volte per quelle in
materiale metallico;una prova pneumatica su ciascun contenitore
assiemato, a pressione pari a 1,1 volte quella di progetto. Tale prova
può essere effettuata in officina o sul luogo di
installazione.6.1. I contenitori già in uso o costruiti entro
due anni dall’entrata in vigore del decreto ministeriale 1°
dicembre 1980 e non rispondenti ai requisiti tecnici sopra indicati,
debbono essere regolarizzati entro detto periodo mediante verifica su
prototipo eseguita alla presenza dei tecnici degli uffici di cui al
punto 2.2 con la sola prova di pressione spinta fino a rottura
eseguita su ciascun tipo di membratura.6.2. La pressione di rottura
non deve essere inferiore a 3 volte la pressione massima dichiarata
dal costruttore del contenitore o dall’utente. Le
prove che hanno dato esito negativo, possono essere ripetute su altre
due membrature uguali.6.3. La verifica su prototipo per i contenitori
in uso è eseguita su di un contenitore inesercizio o a
magazzino, per ogni produzione non superiore a 2.000 contenitori
aventi le stesse caratteristiche costruttive e funzionali.Ai fini
della regolarizzazione si considerano aventi le stesse caratteristiche
costruttive le membrature in materiale isolante per le quali sono
rispettate le condizioni di omogeneità di produzione del
materiale, nonché di uguaglianza del diametro interno e dello
spessore minimo di parete.6.7. Le membrature di ricambio per i
contenitori regolarizzati ai sensi delle presenti norme transitorie
possono essere utilizzate o costruite successivamente alla data di cui
al precedente punto 6.1.

Chimici.info