Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 22 ottobre 2004: IIs...

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 22 ottobre 2004: IIstituzione di un attestato di pubblica benemerenza del Dipartimento della protezione civile. (GU n. 300 del 23-12-2004)

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 22 ottobre 2004

Istituzione di un attestato di pubblica benemerenza del Dipartimento
della protezione civile.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Vista la legge 24 febbraio 1992, n. 225, recante «Istituzione del
Servizio nazionale della protezione civile»;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, nella legge 9 novembre 2001, n. 401, recante
«Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle
strutture preposte alle attivita’ di protezione civile»;
Considerata l’opportunita’ di segnalare alla pubblica riconoscenza
quanti, appartenenti ad amministrazioni, enti, corpi civili e
militari e ad organizzazioni di volontariato, abbiano attivamente
partecipato all’opera di soccorso alle popolazioni colpite da gravi
eventi calamitosi sia in territorio italiano che all’estero,
prodigandosi con spirito di sacrificio ed abnegazione e contribuendo
a limitare con la propria attivita’ i danni ed i disagi ai cittadini
dei territori interessati dalle situazioni emergenziali;
Ritenuto di doversi rendere interprete dei sentimenti e dei
desideri delle popolazioni colpite da calamita’, le quali, giovandosi
delle attivita’ di soccorso e di assistenza poste in essere dagli
operatori di protezione civile, ne hanno apprezzato il valore e
l’impegno, profuso con disinteressata dedizione;
Ritenuto pertanto di istituire un’attestazione di benemerenza del
Dipartimento della protezione civile, che esponga alla pubblica
estimazione l’attivita’ delle componenti del Servizio nazionale di
protezione civile chiamate a far fronte alle emergenze;
Ritenuto di dover definire le caratteristiche degli speciali segni
di benemerenza e di disciplinarne le modalita’ di conferimento;
Su proposta del capo del Dipartimento della protezione civile;

Decreta:

Art. 1.

Istituzione

1. Per tributare un giusto riconoscimento a quanti hanno prestato
attivita’ di soccorso, di assistenza e di solidarieta’ nelle
operazioni di protezione civile in zone interessate da eventi
calamitosi di rilevante gravita’, in Italia e all’estero, e’
istituita una pubblica attestazione di benemerenza del Dipartimento
della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
2. L’attestazione di benemerenza, conferibile anche agli stranieri,
e’ concessa:
alla memoria;
a titolo individuale, ai civili, ai militari e ai volontari che
abbiano operato in zone interessate dagli eventi calamitosi
individuati ai sensi dell’art. 2 del presente decreto o che abbiano
comunque partecipato alla gestione delle emergenze, nonche’ ai
singoli cittadini che, in collaborazione con le istituzioni, abbiano
contributo ad alleviare i disagi e le sofferenze delle popolazioni
colpite dalle calamita’;
a titolo collettivo, alle organizzazioni pubbliche e private che
abbiano svolto particolari attivita’ di assistenza o solidarieta’ a
seguito degli eventi calamitosi individuati ai sensi dell’art. 2 del
presente decreto.

Art. 2.

Modalita’ di concessione

1. Gli eventi per i quali puo’ essere concessa l’attestazione di
benemerenza di cui all’art. 1 sono individuati con provvedimenti del
Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri,
su proposta del capo del Dipartimento della protezione civile.
2. Con i medesimi provvedimenti di cui al comma 1 sono altresi’
indicate le amministrazioni, centrali e periferiche, gli enti
pubblici e privati, i corpi e le organizzazioni direttamente
coinvolte negli eventi ed incaricate di segnalare i nominativi dei
soggetti meritevoli della benemerenza.
3. Le benemerenze sono concesse dall’Autorita’ di Governo di cui al
comma 1, su proposta del capo del Dipartimento della protezione
civile, che provvede anche al rilascio degli attestati ed alle
modalita’ per la consegna.
4. I nominativi dei beneficiari dell’attestazione di benemerenza
sono inseriti in un apposito albo tenuto presso il Dipartimento della
protezione civile.

Art. 3.

Caratteristiche dell’attestazione

1. L’attestazione di benemerenza della Protezione civile e’
suddivisa in tre classi: I classe, II classe e III classe.
2. Ciascuna classe e’ rappresentata da un diploma, raffigurato
nell’allegato 1 che forma parte integrante del presente decreto, e
dalle relative insegne.

Art. 4.

Foggia delle insegne della I classe e criteri di conferimento

1. Le insegne della I classe sono costituite da:
una medaglia di metallo dorato, del diametro di mm 35,
raffigurata nell’allegato 2 che costituisce parte integrante del
presente decreto. La medaglia e’ appesa ad un nastro di seta
arancione largo mm 37, caricato al centro da un palo tricolore di
verde, di bianco e di rosso largo mm 9;
una miniatura della medaglia, del diametro di mm 16, appesa al
nastro gia’ descritto, della larghezza di mm 13, da indossare con le
tenute civili e militari prescritte;
un nastrino per uniforme, con gli stessi colori del nastro, della
larghezza di mm 37 e dell’altezza di mm 10, caricato al centro da una
corona turrita d’oro (stella di cinque raggi d’oro per i militari);
uno speciale distintivo in plastica morbida, con gli stessi
colori del nastro, della larghezza di mm 37 e dell’altezza di mm 10,
poggiante su di una base blu di mm 40 di larghezza e di mm 13 di
altezza, caricato al centro da una corona turrita d’oro (stella di
cinque raggi d’oro per i militari): tale distintivo si applica a
sinistra sul petto della divisa della Protezione civile;
una rosetta in seta con i colori del nastro, del diametro di mm
10, caricata al centro da una corona turrita d’oro (stella di cinque
raggi d’oro per i militari).
2. Oltre che nell’ipotesi di cui all’art. 7, comma 4, del presente
decreto, l’attestazione di benemerenza di I classe si conferisce:
alla memoria;
per atti di eccezionale rilevanza compiuti nel corso di
operazioni coordinate dal Dipartimento della protezione civile;
per altissime, plurime benemerenze acquisite nella direzione o
nel coordinamento di operazioni di protezione civile;
per altissime benemerenze acquisite da enti, corpi,
organizzazioni.

Art. 5.

Foggia delle insegne della II classe e criteri di conferimento

1. Le insegne della II classe sono costituite da:
una medaglia del tutto simile a quella della I classe, ma di
metallo argentato, appesa al nastro gia’ descritto all’art. 4;
una miniatura della medaglia, del diametro di mm 16, appesa al
nastro gia’ descritto all’art. 4, della larghezza di mm 13, da
indossare con le tenute civili e militari prescritte;
un nastrino per uniforme, con gli stessi colori del nastro, della
larghezza di mm 37 e dell’altezza di mm 10, caricato al centro da una
corona turrita d’argento (stella di cinque raggi d’argento per i
militari);
uno speciale distintivo in plastica morbida, con gli stessi
colori del nastro, della larghezza di mm 37 e dell’altezza di mm 10,
poggiante su di una base blu di mm 40 di larghezza e di mm 13 di
altezza, caricato al centro da una corona turrita d’argento (stella
di cinque raggi d’argento per i militari): tale distintivo si applica
a sinistra sul petto della divisa della Protezione civile;
una rosetta in seta con i colori del nastro, del diametro di mm
10, caricata al centro da una corona turrita d’argento (stella di
cinque raggi d’argento per i militari).
2. Oltre che nell’ipotesi di cui all’art. 7, comma 4, del presente
decreto, l’attestazione di benemerenza di II classe si conferisce:
per atti di altissima rilevanza compiuti nel corso di operazioni
coordinate dal Dipartimento della protezione civile;
per elevate, plurime benemerenze acquisite nella direzione o nel
coordinamento di operazioni di Protezione civile;
per encomiabili iniziative di solidarieta’ e di assistenza;
per significative benemerenze acquisite da corpi, enti od
organizzazioni.

Art. 6.

Foggia delle insegne della III classe e criteri di conferimento

1. Le insegne della III classe sono costituite da:
una medaglia del tutto simile a quella della I classe, ma in
bronzo, appesa al nastro gia’ descritto all’art. 4;
da una miniatura della medaglia, del diametro di mm 16, appesa al
nastro gia’ descritto all’art. 4, della larghezza di mm 13, da
indossare con le tenute civili e militari prescritte;
da un nastrino per uniforme, con gli stessi colori del nastro,
della larghezza di mm 37 e dell’altezza di mm 10, caricato al centro
da una corona turrita di bronzo (stella di cinque raggi di bronzo per
i militari);
da uno speciale distintivo in plastica morbida, con gli stessi
colori del nastro, della larghezza di mm 37 e dell’altezza di mm 10,
poggiante su di una base blu di mm 40 di larghezza e di mm 13 di
altezza, caricato al centro da una corona tutta di bronzo (stella di
cinque raggi di bronzo per i militari): tale distintivo si applica a
sinistra sul petto della divisa della Protezione civile;
da una rosetta in seta con i colori del nastro, del diametro di
mm 10, caricata al centro da una corona turrita di bronzo (stella di
cinque raggi di bronzo per i militari).
2. L’attestazione di benemerenza di III classe si conferisce:
per la partecipazione ad operazioni coordinate dal Dipartimento
della protezione civile;
per particolari iniziative di solidarieta’ e di assistenza;
per peculiari benemerenze acquisite da corpi, enti od
organizzazioni.

Art. 7.

Disciplina e uso delle attestazioni di benemerenza

1. Il conferimento delle attestazioni di benemerenza della
Protezione civile viene segnalato:
da un apposito brevetto da applicare sul diploma;
da una fascetta di bronzo da apporre sul nastro della medaglia,
su cui e’ inciso l’indicazione geografica dell’evento calamitoso;
2. All’ottenimento della quinta attestazione di benemerenza, le
fascette di bronzo sul nastro della medaglia sono sostituite da una
fascetta di metallo argentato, recante al centro il numero cinque in
cifre romane.
3. Il conferimento della decima attestazione di benemerenza si
rappresenta con una fascetta di metallo dorato, recante al centro il
numero dieci in cifre romane.
4. Al conferimento della quindicesina attestazione di benemerenza
consegue l’attribuzione dell’attestazione di II classe. Al
conferimento della venticinquesima attestazione di benemerenza
consegue l’attribuzione dell’attestazione di I classe.
5. Ai beneficiari a titolo individuale dell’attestazione di
benemerenza e’ consentito l’uso delle sole insegne relative alla
classe superiore conferita.

Art. 8.

Oneri

1. Gli oneri annuali connessi ai provvedimenti di concessione della
benemerenza di cui al presente decreto gravano sulla pertinente
unita’ previsionale di base del centro di responsabilita’ n. 13
«Protezione civile» del bilancio autonomo della Presidenza del
Consiglio dei Ministri.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 22 ottobre 2004
Il Presidente: Berlusconi

Allegato 1

—-> Vedere immagini da pag. 13 a pag. 14 in formato zip/pdf

Chimici.info