Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

MINISTERO DELL'INTERNO DECRETO 8 gennaio 2004 Ripartizione del cof...

MINISTERO DELL'INTERNO DECRETO 8 gennaio 2004 Ripartizione del cofinanziamento di programmi regionali di investimento per la riqualificazione e il potenziamento dei sistemi e degli apparati di sicurezza nelle piccole e medie imprese commerciali in attuazione dell'art. 74 della legge 27 dicembre 2002, n. 289. (GU n. 13 del 17-1-2004)

MINISTERO DELL’INTERNO

DECRETO 8 gennaio 2004

Ripartizione del cofinanziamento di programmi regionali di
investimento per la riqualificazione e il potenziamento dei sistemi e
degli apparati di sicurezza nelle piccole e medie imprese commerciali
in attuazione dell’art. 74 della legge 27 dicembre 2002, n. 289.

IL MINISTRO DELL’INTERNO
di concerto con
IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE
e
IL MINISTRO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Visto l’art. 74 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, che
attribuisce per l’anno 2003 un contributo di 10 milioni di euro per
il cofinanziamento di programmi regionali di investimento per la
riqualificazione e il potenziamento dei sistemi e degli apparati di
sicurezza nelle piccole e medie imprese commerciali, prevedendo tra
l’altro che la ripartizione delle risorse avvenga con decreto del
Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia e
delle finanze e con il Ministro delle attivita’ produttive, sentita
la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le
province autonome di Trento e di Bolzano, sulla base dei seguenti
criteri:
a) la sussistenza e l’eventuale natura ed entita’ degli incentivi
disposti da leggi regionali o da provvedimenti adottati da province,
comuni e citta’ metropolitane, per il sostegno agli investimenti in
sicurezza delle piccole e medie imprese commerciali;
b) la densita’ di popolazione delle aree interessate dagli
incentivi;
c) gli indici di criminalita’ locali;
Visti gli indici di criminalita’ locali su base regionale, e
provinciale relativamente alle province autonome di Trento e di
Bolzano, per l’anno 2002 come risultanti dal rapporto tra i delitti,
denunciati all’Autorita’ giudiziaria dalle tre Forze di polizia nel
medesimo anno, di furto in danno di esercizi commerciali e su mezzi
di trasporto pesante, di rapina, di estorsione o sintomatici di fatti
estorsivi, e la densita’, risultante dall’Annuario statistico
italiano 2002, della popolazione relativa a ciascuna regione o
provincia autonoma;
Considerato che le regioni e le province autonome di Trento e di
Bolzano possono, nell’ambito degli strumenti normativi e finanziari
adottati a sostegno delle piccole e medie imprese commerciali, oltre
che con disposizioni normative specifiche, erogare incentivi ai fini
indicati dall’art. 74 della legge 27 dicembre 2002, n. 289;
Sentita la Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le
regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano che, nella
seduta del 13 novembre 2003, ha espresso parere favorevole;

Decreta:

Art. 1.

1. Il contributo di cui all’art. 74 della legge 27 dicembre 2002,
n. 289, e’ ripartito tra le regioni e le province autonome di Trento
e di Bolzano nelle misure indicate nella tabella allegata al presente
decreto, di cui fa parte integrante.
2. Il contributo, come ripartito ai sensi del comma 1, e’ destinato
esclusivamente al cofinanziamento di programmi di sostegno agli
investimenti per la riqualificazione e il potenziamento dei sistemi e
degli apparati di sicurezza nelle piccole e medie imprese
commerciali.
3. Rientrano fra gli investimenti ammessi alla contribuzione
prevista dal presente decreto quelli riguardanti:
a) l’installazione di collegamenti telefonici, telematici e
informatici strettamente finalizzati al collegamento degli impianti
di sicurezza con centrali di vigilanza;
b) 1’installazione di sistemi di videosorveglianza o
videoprotezione, nel rispetto della legge 31 dicembre 1996, n. 675;
c) l’installazione di sistemi telematici antirapina integrati,
conformi a quelli previsti da protocolli d’intesa con il Ministero
dell’interno;
d) l’installazione di sistemi antifurto, antirapina o
antintrusione ad alta tecnologia;
e) l’installazione di sistemi di allarme con individuazione
satellitare collegati con le centrali di vigilanza;
f) la dotazione di casseforti o armadi blindati;
g) l’installazione di cristalli antisfondamento;
h) l’installazione di inferriate, serrande e porte di
sicurezza;
i) l’adozione di sistemi di pagamento elettronici (POS e carte
di credito);
j) l’installazione di dispositivi aggiuntivi di illuminazione
notturna, connessi all’impiego di protezioni esterne di sicurezza che
consentono la vista dell’interno.
Roma, 8 gennaio 2004

Il Ministro dell’interno
Pisanu

Il Ministro dell’economia e delle finanze
Tremonti

Il Ministro delle attivita’ produttive
Marzano

Tabella

—-> Vedere tabella allegata in formato zip/pdf

Chimici.info