Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

LEGGE 16 gennaio 2004, n.5: Conversione in legge, con modificazioni, d...

LEGGE 16 gennaio 2004, n.5: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 novembre 2003, n. 315, recante disposizioni urgenti in tema di composizione delle commissioni per la valutazione di impatto ambientale e di procedimenti autorizzatori per le infrastrutture di comunicazione elettronica. (GU n. 13 del 17-1-2004)

LEGGE 16 gennaio 2004, n.5

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge
14 novembre 2003, n. 315, recante disposizioni urgenti in tema di
composizione delle commissioni per la valutazione di impatto
ambientale e di procedimenti autorizzatori per le infrastrutture di
comunicazione elettronica.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga

la seguente legge:

Art. 1.

1. Il decreto-legge 14 novembre 2003, n. 315, recante
disposizioni urgenti in tema di composizione delle commissioni per la
valutazione di impatto ambientale e di procedimenti autorizzatori per
le infrastrutture di comunicazione elettronica, e’ convertito in
legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.
2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a
quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.
Data a Roma, addi’ 16 gennaio 2004

CIAMPI

Berlusconi, Presidente del Consiglio
dei Ministri
Matteoli, Ministro dell’ambiente e
della tutela del territorio
Gasparri, Ministro delle comunicazioni
Visto, il Guardasigilli: Castelli

LAVORI PREPARATORI

Senato della Repubblica (atto n. 2594):
Presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri
(Berlusconi), dal Ministro dell’ambiente e territorio
(Matteoli), dal Ministro delle comunicazioni (Gasparri) il
20 novembre 2003.
Assegnato alle commissioni riunite 13ª (Ambiente) e 8ª
(lavori pubblici), in sede referente, il 20 novembre 2003
con pareri delle commissioni 1ª, 5ª e della Commissione
parlamentare per le questioni regionali.
Esaminato dalla 1ª commissione (Affari costituzionali),
in sede consultiva, sull’esistenza dei presupposti di
costituzionalita’ il 25 novembre 2003.
Esaminato dalle commissioni riunite 13ª e 8ª il
26 novembre 2003; il 3, 4, 9 dicembre 2003.
Esaminato in aula sull’esistenza dei presupposti di
costituzionalita’ il 26 novembre 2003.
Esaminato in aula ed approvato il 9 dicembre 2003.

Camera dei deputati (atto n. 4548):
Assegnato alla VIII commissione (Ambiente), in sede
referente, il 10 dicembre 2003 con pareri del Comitato per
la legislazione, delle commissioni I, V, IX e della
Commissione per le questioni regionali.
Esaminato dalla VIII commissione l’11, 15, 16 dicembre
2003.
Esaminato in aula il 17, 18 dicembre 2003; il
13 gennaio 2004 ed approvato il 14 gennaio 2004.

Avvertenza:
Il decreto-legge 14 novembre 2003, n. 315, e’ stato
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n.
268 del 18 novembre 2003.
A norma dell’art. 15, comma 5, della legge 23 agosto
1988, n. 400 (Disciplina dell’attivita’ di Governo e
ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri),
le modifiche apportate dalla presente legge di conversione
hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua
pubblicazione.
Il testo del decreto-legge coordinato con la legge di
conversione e corredato delle relative note e’ pubblicato
in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 27.

Allegato

MODIFICAZIONI APPORTATE IN SEDE DI CONVERSIONE
AL DECRETO-LEGGE 14 NOVEMBRE 2003, N. 315

All’articolo 1:
al comma 1, capoverso 2, primo periodo, dopo la parola:
“professionisti” sono inserite le seguenti: “ed esperti,”.

All’articolo 2:
al comma 1, capoverso 5, primo periodo, dopo la parola:
“professionisti” sono inserite le seguenti: “ed esperti,”;
al comma 1, capoverso 5, secondo periodo, le parole: “Per le
valutazioni dell’impatto ambientale delle opere relativamente alle
quali sussistano interessi regionali o delle province autonome
inerenti al governo del territorio, ai porti ed aeroporti civili e
alle grandi reti di trasporto e di navigazione, riconosciuti in
programmi, ovvero in convenzioni con i soggetti promotori o
presentatori dei progetti sottoposti alla procedura di valutazione,”
sono sostituite dalle seguenti: “Per le valutazioni dell’impatto
ambientale di infrastrutture e di insediamenti, per i quali sia stato
riconosciuto, in sede di intesa, un concorrente interesse
regionale,”.

All’articolo 4:
dopo il comma 1, e’ inserito il seguente:
“1-bis. All’articolo 87 del decreto legislativo 1° agosto 2003,
n. 259, dopo il comma 3 e’ inserito il seguente:
“3-bis. Ad uso esclusivo interno della Societa’ Rete Ferroviaria
Italiana (RFI) Spa ed al fine di garantire un maggiore livello di
sicurezza e di affidabilita’ della rete ferroviaria italiana, e’
sufficiente la denuncia di inizio attivita’ di cui al comma 3 per
l’istallazione, su aree ferroviarie, di una rete di
telecomunicazioni, nel rispetto dei limiti di esposizione, dei valori
di attenzione e degli obiettivi di qualita’ indicati al comma 1″”.

Chimici.info