Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2003, n.69: Attuazione della direttiva 20...

DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2003, n.69: Attuazione della direttiva 2001/44/CE relativa all'assistenza reciproca in materia di recupero di crediti connessi al sistema di finanziamento del FEOGA, nonche' ai prelievi agricoli, ai dazi doganali, all'IVA ed a talune accise. (GU n. 87 del 14-4-2003- Suppl. Ordinario n.61)

DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2003, n.69

Attuazione della direttiva 2001/44/CE relativa all’assistenza
reciproca in materia di recupero di crediti connessi al sistema di
finanziamento del FEOGA, nonche’ ai prelievi agricoli, ai dazi
doganali, all’IVA ed a talune accise.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;
Vista la legge 1 marzo 2002, n. 39, ed in particolare l’articolo
1, commi 1, 2, e 5, e l’allegato A;
Vista la direttiva 2001/44/CE del Consiglio, del 15 giugno 2001,
che modifica la direttiva 76/308/CEE, relativa all assistenza
reciproca in materia di recupero dei crediti risultanti da operazioni
che fanno parte del sistema di finanziamento del Fondo europeo
agricolo di orientamento e di garanzia, nonche’ dei prelievi
agricoli, dei dazi doganali, dell’imposta sul valore aggiunto e di
talune accise;
Visto l’articolo 23 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n.
300;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre
1973, n. 602;
Visto il decreto legislativo 26 febbraio 1999, n. 46;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 12 marzo 2003;
Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti
tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di
Bolzano adottato nella seduta;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 4 aprile 2003;
Sulla proposta del Ministro per le politiche comunitarie e del
Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con i Ministri
degli affari esteri, della giustizia, delle politiche agricole e
forestali e per gli affari regionali;
Emana
il seguente decreto legislativo:

—-> Vedere decreto da pag. 216 a pag. 221 in formato zip/pdf
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara’
inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della
Repubblica italiana.
E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare.
Dato a Roma, addi’ 9 aprile 2003
CIAMPI
Berlusconi, Presidente del Consiglio
dei Ministri
Buttiglione, Ministro per le politiche
comunitarie
Tremonti, Ministro dell’economia e
delle finanze
Frattini, Ministro degli affari esteri
Castelli, Ministro della giustizia
Alemanno, Ministro delle politiche
agricole e forestali
La Loggia, Ministro per gli affari
regionali
Visto, il Guardasigilli: Castelli

Allegato A
(Previsto dall’articolo 2, comma 1, lettera f))

—-> Vedere allegato di pag. 223 in formato zip/pdf
Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art. 10, comma 3, del testo unico delle disposizioni
sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle
pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con decreto del Presidente della Repubblica
28 dicembre 1985, n. 1092, al solo fine di facilitare la
lettura delle disposizioni di legge modificate o alle quali
e’ operato il rinvio. Restano invariati il valore e
l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.
Per le direttive CE vengono forniti gli estremi di
pubblicazioni nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’
europee (GUCE).
Note alle premesse.
– L’art. 76 della Costituzione stabilisce che
l’esercizio della funzione legislativa non puo’ essere
delegato al Governo se non con determinazione di principi e
criteri direttivi e soltanto per tempo limitato e per
oggetti definiti.
– L’art. 87 della Costituzione conferisce, tra l’altro,
al Presidente della Repubblica il potere di promulgare le
leggi e di emanare i decreti aventi valore di legge ed i
regolamenti.
– La legge 1 marzo 2002, n. 39, reca: “Disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza
dell’Italia alle Comunita’ europee. Legge comunitaria
2001.”. L’articolo 1 cosi’ recita:
“Art. 1 (Delega al Governo per l’attuazione di
direttive comunitarie) – 1. Il Governo e’ delegato ad
emanare, entro il termine di un anno dalla data di entrata
in vigore della presente legge, i decreti legislativi
recanti le norme occorrenti per dare attuazione alle
direttive comprese negli elenchi di cui agli allegati A e
B.
2. I decreti legislativi sono adottati, nel rispetto
dell’art. 14 della legge 23 agosto 1988, n. 400, su
proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri o del
Ministro per le politiche comunitarie e del Ministro con
competenza istituzionale prevalente per la materia, di
concerto con i Ministri degli affari esteri, della
giustizia, dell’economia e delle finanze e con gli altri
Ministri interessati in relazione all’oggetto della
direttiva.
3. Gli schemi dei decreti legislativi recanti
attuazione delle direttive comprese nell’elenco di cui
all’allegato B nonche’, qualora sia previsto il ricorso a
sanzioni penali, quelli relativi all’attuazione delle
direttive elencate nell’allegato A, sono trasmessi, dopo
l’acquisizione degli altri pareri previsti dalla legge,
alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica
perche’ su di essi sia espresso, entro quaranta giorni
dalla data di trasmissione, il parere dei competenti organi
parlamentari. Decorso tale termine i decreti sono emanati
anche in mancanza del parere. Qualora il termine previsto
per il parere dei competenti organi parlamentari scada nei
trenta giorni che precedono la scadenza dei termini
previsti ai commi 1 o 4 o successivamente, questi ultimi
sono prorogati di novanta giorni.
4. Entro un anno dalla data di entrata in vigore di
ciascuno dei decreti legislativi di cui al comma 1, nel
rispetto dei principi e criteri direttivi fissati dalla
presente legge, il Governo puo’ emanare, con la procedura
indicata nei commi 2 e 3, disposizioni integrative e
correttive dei decreti legislativi emanati ai sensi del
comma 1.
5. In relazione a quanto disposto dall’art. 117, quinto
comma, della Costituzione, i decreti legislativi
eventualmente adottati nelle materie di competenza
legislativa regionale provinciale entrano in vigore, per le
regioni e province autonome nelle quali non sia ancora in
vigore la propria normativa di attuazione, alla data di
scadenza del termine stabilito per l’attuazione della
rispettiva normativa comunitaria e perdono comunque
efficacia a decorrere dalla data di entrata in vigore della
normativa di attuazione di ciascuna regione e provincia
autonoma”.
– La direttiva 2001/44/CE pubblicata in G.U.C.E.
28 giugno 2001, n. L 175.
– Il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, reca:
“Riforma dell’organizzazione del Governo”, a norma
dell’articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59.
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 30 agosto 1999, n. 203,
S.O.”. L’art. 23 cosi’ recita:
“Art. 23 (Istituzione del Ministero e attribuzioni) –
1. E’ istituito il Ministero dell’economia e delle finanze.
2. Al Ministero sono attribuite le funzioni e i compiti
spettanti allo Stato in materia di politica economica,
finanziaria e di bilancio, programmazione degli
investimenti pubblici, coordinamento della spesa pubblica e
verifica dei suoi andamenti, politiche fiscali e sistema
tributario, demanio e patrimonio statale, catasto e dogane,
programmazione, coordinamento e verifica degli interventi
per lo sviluppo economico, territoriale e settoriale e
politiche di coesione. Il Ministero svolge altresi’ i
compiti di vigilanza su enti e attivita’ e le funzioni
relative ai rapporti con autorita’ di vigilanza e controllo
previsti dalla legge.
3. Al Ministero sono trasferite, con le inerenti
risorse, le funzioni dei Ministeri del tesoro, bilancio e
programmazione economica e delle finanze, eccettuate quelle
attribuite, anche dal presente decreto, ad altri Ministeri
o ad agenzie fatte in ogni caso salve, ai sensi e per gli
effetti degli articoli 1, comma 2, e 3, comma 1, lettere a)
e b) della legge 15 marzo 1997, n. 59, le funzioni
conferite dalla vigente legislazione alle regioni ed agli
enti locali e alle autonomie funzionali”.
– Il decreto del Presidente della Repubblica
29 settembre 1973, n. 602, reca: “Disposizioni sulla
riscossione delle imposte sul reddito.”. Pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale 16 ottobre 1973, n. 268, S.O. n. 2.
– Il decreto legislativo 26 febbraio 1999, n. 46, reca:
“Riordino della disciplina della riscossione mediante
ruolo, a norma dell’art. 1 della legge 28 settembre 1998,
n. 337.”. Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 5 marzo 1999,
n. 53, S.O.
Note all’art. 2:
– La direttiva 77/799/CEE e’ pubblicata in G.U.C.E.
27 dicembre 1977, n. 336.
– Il decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno
1982, n. 506, reca: “Attuazione delle direttive (CEE) n.
77/99 e n. 79/1070 relative alla reciproca assistenza tra
gli Stati membri nei settori delle imposte dirette e
dell’imposta sul valore aggiunto.”. Pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale 6 agosto 1982, n. 215. Atto di
recepimento della direttiva 77/99/CEE.
Note all’art. 5:
– Per il decreto del Presidente della Repubblica
29 settembre 1973, n. 602, vedi note alle premesse.
– Per il decreto legislativo 26 febbraio 1999, n. 46,
vedi note alle premesse.
Note all’art. 10:
– La direttiva 76/308/CEE e’ pubblicata in G.U.C.E.
19 marzo 1976, n. L 73. L’articolo 22 cosi’ recita:
“Le modalita’ pratiche per l’applicazione dell’art. 4,
paragrafi 2 e 4, dell’art. 5, paragrafi 2 e 3, degli
articoli 7, 8, 9, 11, dell’art. 12, paragrafi 1 e 2,
dell’art. 14, dell’art. 18, paragrafo 3 e dell’art. 25, la
determinazione dei mezzi con i quali possono essere
effettuate le comunicazioni tra le autorita’, nonche’ le
modalita’ relative alla conversione e al trasferimento
delle somme ricuperate e alla determinazione dell’importo
minimo del credito che puo’ dar luogo a una domanda di
assistenza sono adottate secondo la procedura di cui
all’art. 20, paragrafo 2.”.
Note all’art. 11:
– Il decreto del Presidente della Repubblica 23 gennaio
1973, n. 43, reca:
“Approvazione del testo unico delle disposizioni
legislative in materia doganale.”. Pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale 28 marzo
1973, n. 80.
– Il decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre
1972, n. 633, reca: “Istituzione e disciplina dell’imposta
sul valore aggiunto”. Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
11 novembre 1972, n. 292, S.O.

Chimici.info