Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

LEGGE 27 dicembre 2002, n.286: Conversione in legge, con modificazioni...

LEGGE 27 dicembre 2002, n.286: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 novembre 2002, n. 245, recante interventi urgenti a favore delle popolazioni colpite dalle calamita' naturali nelle regioni Molise e Sicilia, nonche' ulteriori disposizioni in materia di protezione civile. (GU n. 304 del 30-12-2002)

LEGGE 27 dicembre 2002, n.286

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 novembre
2002, n. 245, recante interventi urgenti a favore delle popolazioni
colpite dalle calamita’ naturali nelle regioni Molise e Sicilia,
nonche’ ulteriori disposizioni in materia di protezione civile.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga
la seguente legge:
Art. 1.
1. Il decreto-legge 4 novembre 2002, n. 245, recante interventi
urgenti a favore delle popolazioni colpite dalle calamita’ naturali
nelle regioni Molise e Sicilia, nonche’ ulteriori disposizioni in
materia di protezione civile, e’ convertito in legge con le
modificazioni riportate in allegato alla presente legge.
2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a
quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.
Data a Roma, addi’ 27 dicembre 2002
CIAMPI
Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri
Visto, il Guardasigilli: Castelli

Avvertenza:
Il decreto-legge 4 novembre 2002, n. 245, e’ stato
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n.
258 del 4 novembre 2002.
A norma dell’art. 15, comma 5, della legge 23 agosto
1988, n. 400 (Disciplina dell’attivita’ di Governo e
ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri),
le modifiche apportate dalla presente legge di conversione
hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua
pubblicazione.
Il testo del decreto-legge coordinato con la legge di
conversione e corredato delle relative note e’ pubblicato
in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 82.
LAVORI PREPARATORI
Senato della Repubblica (atto n. 1812):
Presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri
(Berlusconi) il 4 novembre 2002.
Assegnato alla 13a commissione (Territorio), in sede
referente, il 5 novembre 2002, con pareri delle commissioni
1a, 2a, 4a, 5a, 6a, 7a, 8a, 11a e parlamentare per le
questioni regionali.
Esaminato dalla 1a commissione (Affari costituzionali),
in sede consultiva, sull’esistenza dei presupposti di
costituzionalita’ il 6 novembre 2002.
Esaminato dalla 13a commissione il 6, 7, 20, 21
novembre 2002.
Esaminato in aula il 5 dicembre 2002 e approvato il
10 dicembre 2002.
Camera dei deputati: (atto n. 3464):
Assegnato alla VIII commissione (Ambiente), in sede
referente, il 10 dicembre 2002 con il parere del Comitato
per la legislazione e delle commissioni I, II, IV, V, VI,
VII, XI e commissione parlamentare per le questioni
regionali.
Esaminato dalla VIII commissione l’11 e 12 dicembre 2002.
Esaminato in aula il 16 dicembre 2002 ed approvato il 18
dicembre 2002.

ALLEGATO
MODIFICAZIONI APPORTATE IN SEDE DI CONVERSIONE
AL DECRETO-LEGGE 4 NOVEMBRE 2002, N. 245
All’articolo l:
al comma 1, primo periodo, dopo le parole: ” 31 ottobre 2002 ”
sono inserite le seguenti: ” , pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n.
258 del 4 novembre 2002, nonche’ dell’8 novembre 2002, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 267 del 14 novembre 2002 “; le parole: ”
di tutti gli ” sono sostituite dalle seguenti: ” degli “; le parole:
” definendo con i comuni interessati appositi piani esecutivi ” sono
sostituite dalle seguenti: ” definendo con le regioni e gli enti
locali interessati appositi piani esecutivi “; e le parole da: ”
Detti piani ” fino a: ” opere commemorative ” sono soppresse;
al comma 2, le parole: ” anche per quanto riguarda la fase della
ricostruzione, ” sono soppresse;
il comma 3 e’ sostituito dal seguente:
” 3. A decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di
conversione del presente decreto, i Presidenti delle regioni
interessate, quali commissari delegati ai sensi della legge 24
febbraio 1992, n. 225, e successive modificazioni, provvedono agli
ulteriori e diversi interventi correlati al rientro nell’ordinario e
per le fasi di ricostruzione e ripristino degli immobili colpiti
dagli eventi sismici di cui ai decreti del Presidente del Consiglio
dei Ministri del 29 e 31 ottobre 2002, pubblicati nella Gazzetta
Ufficiale n. 258 dei 4 novembre 2002, e dell’8 novembre 2002,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 267 del 14 novembre 2002,
nonche’ per la ricostruzione, la riparazione e l’adeguamento sismico
degli edifici delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado
parimenti danneggiate. Le azioni sono realizzate previa adozione,
d’intesa con i comuni interessati, di appositi piani che possono
prevedere eventuali localizzazioni alternative dei centri abitati
maggiormente colpiti dai medesimi eventi sismici, nonche’ la
realizzazione di spazi a servizio della collettivita’ ed opere
commemorative in un armonico contesto di sviluppo urbanistico. Tali
piani sono adottati con delibera consiliare dei comuni interessati
entro il 30 aprile 2003 e sono approvati dalla regione nei trenta
giorni successivi, o, in alternativa, e’ consentita la procedura di
semplificazione dell’azione amministrativa di cui agli articoli 14,
14-bis, 14-ter e 14-quater della legge 7 agosto 1990, n. 241, e
successive modificazioni, i cui termini sono ridotti alla meta’. In
ogni caso, per gli interventi immobiliari, sono obbligatoriamente
utilizzati i criteri antisismici previsti con successive ordinanze
emesse ai sensi dell’articolo 5, comma 2, della legge n.225 del 1992.
Gli interventi sul patrimonio immobiliare sono effettuati, per quanto
di competenza, sotto la vigilanza dei Ministeri delle infrastrutture
e dei trasporti, dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca e
per i beni e le attivita’ culturali. Con successive ordinanze
adottate ai sensi dell’articolo 5, comma 2, della legge n.225 del
1992 si provvede a definire gli ambiti di competenza dei Presidenti
delle regioni-commissari delegati, anche per quanto riguarda, se del
caso, la fase conclusiva della prima emergenza, nonche’ gli aspetti
relativi alle necessarie strutture organizzative di supporto
all’attivita’ dei Presidenti delle regioni-commissari delegati, con
la previsione della possibilita’ di avvalersi degli uffici e del
personale delle amministrazioni e degli enti pubblici in sede locale
“;
dopo il comma 3, sono aggiunti i seguenti:
” 3-bis. Il Capo del Dipartimento della protezione civile
provvede a definire modalita’ e termini per assicurare il subentro
dei Presidenti delle regioni nelle attivita’ e nei rapporti in corso
al fine di evitare soluzioni di continuita’ nel compimento degli
interventi preordinati al perseguimento delle finalita’ di cui al
presente decreto.
3-ter. I commissari delegati di cui al presente articolo per
l’espletamento dei rispettivi incarichi possono nominare un
subcommissario “.
All’articolo 2:
al comma 1, le parole da: ” e per l’avvio della ripresa ” fino
alla fine del comma sono soppresse;
al comma 2, dopo le parole: ” di cui all’articolo 5 ” sorto
inserite le seguenti: ” del presente decreto “;
al comma 3, le parole: ” La regione interessata ” sono sostituite
dalle seguenti: ” Le regioni interessate “; la parola: ” propone ” e’
sostituita dalla seguente: ” propongono “; e’ aggiunto, in fine, il
seguente periodo: ” In esito alle proposte di cui al presente comma,
si provvede con ordinanze di protezione civile adottate dal
Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’articolo 5, comma
2, della legge 24 febbraio 1992, n. 225 “;
al comma 4, dopo le parole: ” 31 ottobre 2002 ” sono inserite le
seguenti: ” , pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 258 del 4
novembre 2002 “.
All’articolo 3:
al comma 1, dopo le parole: “Capo del Dipartimento della
protezione civile” sono aggiunte le seguenti: ” , sentito il
Presidente della regione interessata, “;
dopo il comma 1, e’ aggiunto il seguente:
” 1-bis. Sono fatte salve le competenze delle regioni a statuto
speciale e delle province autonome di Trento e di Bolzano previste
dagli statuti e dalle rispettive norme di attuazione “.
All’articolo 4, comma 1, le parole: ” 29 e del 31 ottobre 2002 ”
sono sostituite dalle seguenti: ” 29 e 31 ottobre 2002, nonche’ 8
novembre 2002 “; dopo la parola: ” residenti ” sono inserite le
seguenti: ” , avevano sede operativa o esercitavano la propria
attivita’ lavorativa, produttiva o di funzione nei comuni e “; le
parole: ” sono sospesi i termini per l’adempimento ” sono sostituite
dalle seguenti: ” sono sospesi fino al 31 marzo 2003 i termini per
l’adempimento “; l’ultimo periodo e’ sostituito dal seguente: ” Per i
soggetti interessati al servizio militare, si applicano le
disposizioni previste all’articolo 138, commi 8, 9 e 10, della legge
23 dicembre 2000, n. 388 “.
L’articolo 5 e’ sostituito dal seguente:
” ART. 5. – 1. Agli oneri connessi all’articolo 4, valutati in 3
mi…

[Continua nel file zip allegato]

Chimici.info