Chimici.info - Chimici.info | Chimici.info

Modifiche e integrazioni alle leggi 15 marzo 1997, n. 59, e 15 maggio...

Modifiche e integrazioni alle leggi 15 marzo 1997, n. 59, e 15 maggio 1997, n. 127, nonché norme in materia di formazione del personale dipendente e di lavoro a distanza nelle pubbliche amministrazioni.

L 16/06/1998 n. 00000191

AMMINISTRAZIONE DEL PATRIMONIO E CONTABILITA’ DELLO STATO
EDILIZIA E URBANISTICA
ISTRUZIONE (GENERALITA’)
Legge 16 giugno 1998, n. 191 (in Gazz. Uff., 20 giugno 1998, n. 142,
s.o.). — Modifiche e integrazioni alle leggi 15 marzo 1997, n. 59, e
15 maggio 1997, n. 127, nonché norme in materia di formazione del
personale dipendente e di lavoro a distanza nelle pubbliche
amministrazioni.

Art. 1.

Modifiche e integrazioni alla legge 15 marzo 1997, n. 59.

1. Alla legge 15 marzo 1997, n. 59, come modificata dalla legge 15
maggio 1997, n. 127, sono apportate le modificazioni e integrazioni
di cui ai commi seguenti.
2. (Omissis) (1).
3. (Omissis) (2).
4. (Omissis) (3).
5. (Omissis) (4).
6. (Omissis) (5).
7. (Omissis) (6).
8. (Omissis) (7).
9. (Omissis) (8).
10. (Omissis) (9).
11. (Omissis) (10).
12. (Omissis) (11).
13. (Omissis) (12).
14. (Omissis) (13).
15. (Omissis) (14).
16. (Omissis) (15).
17. (Omissis) (16).
18. (Omissis) (17).
19. I riferimenti a provvedimenti normativi contenuti nell’allegato
1 previsto dall’articolo 20, comma 8, come integrato dal comma 20 del
presente articolo, sono estesi ai successivi provvedimenti di
modificazione. Conseguentemente nei provvedimenti normativi citati
nel predetto allegato sono soppresse le parole: <<e successive
modificazioni>>.
20. (Omissis) (18).
21. (Omissis) (19)
22. All’articolo 21, dopo il comma 20 è aggiunto il seguente:
<<20-bis. Con la stessa legge regionale di cui al comma 20 la
regione Valle d’Aosta stabilisce tipologia, modalità di svolgimento e
di certificazione di una quarta prova scritta di lingua francese, in
aggiunta alle altre prove scritte previste dalla legge 10 dicembre
1997, n. 425. Le modalità e i criteri di valutazione delle prove
d’esame sono definiti nell’ambito dell’apposito regolamento
attuativo, d’intesa con la regione Valle d’Aosta. é abrogato il comma
5 dell’articolo 3 della legge 10 dicembre 1997, n. 425>>.

(1) Sostituisce la lett. h), comma 3, art. 1, l. 15 marzo 1997, n.
59.
(2) Aggiunge la lett. r-bis, al comma 3, art. 1, l. 15 marzo 1997,
n. 59.
(3) Modifica la lett. b), comma 4, art. 1, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(4) Modifica il comma 6, art. 1, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(5) Aggiunge il comma 2-bis all’art. 2, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(6) Aggiunge il comma 4-bis all’art. 4, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(7) Modifica il comma 5, art. 4, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(8) Modifica il comma 1, art. 6, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(9) Aggiunge il comma 3-bis all’art. 7, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(10) Modifica il comma 1, art. 10, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(11) Modifica l’alinea del comma 1, art. 11, l. 15 marzo 1997, n.
59.
(12) Modifica la lett. b) del comma 1, art. 11, l. 15 marzo 1997,
n. 59.
(13) Modifica l’alinea del comma 4, art. 11, l. 15 marzo 1997, n.
59.
(14) Di modifica la lett. h) del comma 1, art. 11, l. 15 marzo
1997, n. 59, poi soppresso dall’art. 9, l. 8 marzo 1999, n. 50.
(15) Aggiunge il comma 4-bis, art. 11, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(16) Aggiunge le lett. da g-bis a g-quinquies al comma 5 dell’art.
20, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(17) Modifica il comma 7, art. 20, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(18) Aggiunge i numeri da 112-bis a 112-undecies all’allegato 1,
previsto dall’art. 20, comma 8, l. 15 marzo 1997, n. 59.
(19) Modifica l’alinea del comma 15, art. 21, l. 15 marzo 1997, n.
59.

Art. 2.

Modifiche e integrazioni alla legge 15 maggio 1997, n. 127.

1. Alla legge 15 maggio 1997, n. 127, sono apportate le
modificazioni e integrazioni di cui ai commi seguenti.
2. (Omissis) (1).
3. (Omissis) (2).
4. (Omissis) (3).
5. Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di cui
all’articolo 2, comma 10, primo periodo, della legge 15 maggio 1997,
n. 127, come sostituito dal comma 4 del presente articolo, è emanato
entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente
legge. Il decreto del Ministro dell’interno, di cui all’articolo 2,
comma 10, quinto periodo, della legge 15 maggio 1997, n. 127, come
sostituito dal comma 4 del presente articolo, è emanato entro
centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente
legge.
6. All’articolo 2, dopo il comma 11 sono inseriti i seguenti:
<<11-bis. Il terzo comma dell’articolo 17 della legge 21 novembre
1967, n. 1185, è abrogato.
11-ter. Nell’articolo 3 del Testo unico delle leggi di pubblica
sicurezza, approvato con regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, e
successive modificazioni, è aggiunto, in fine, il seguente comma:
“A decorrere dal 1° gennaio 1999 sulla carta d’identità deve essere
indicata la data di scadenza”>>.
7. All’articolo 3, comma 2, ultimo periodo, le parole: <<quindici
giorni>> sono sostituite dalle seguenti: <<trenta giorni>>.
8. (Omissis) (4).
9. (Omissis) (5).
10. (Omissis) (6).
11. Il comma 11 dell’articolo 3 si interpreta nel senso che la
sottoscrizione di istanze da produrre agli organi della
amministrazione pubblica e ai gestori esercenti di pubblici servizi
non è soggetta ad autenticazione anche nei casi in cui contiene
dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli articoli 3 e 4 della
legge 4 gennaio 1968, n. 15.
12. All’articolo 6, comma 2, dopo la lettera f) è inserita la
seguente:
<<f-bis) tutti i provvedimenti di sospensione dei lavori,
abbattimento e riduzione in pristino di competenza comunale, nonché i
poteri di vigilanza edilizia e di irrogazione delle sanzioni
amministrative previsti dalla vigente legislazione statale e
regionale in materia di prevenzione e repressione dell’abusivismo
edilizio e paesaggistico-ambientale;>>.
13. All’articolo 6, il comma 3 è sostituito dal seguente:
<<3. Dopo il comma 3 dell’articolo 51, della legge 8 giugno 1990,
n. 142, sono inseriti i seguenti:
“3-bis. Nei comuni privi di personale di qualifica dirigenziale le
funzioni di cui al comma 3, fatta salva l’applicazione del comma 68,
lettera c), dell’articolo 17, della legge 15 maggio 1997, n. 127,
possono essere attribuite, a seguito di provvedimento motivato del
sindaco, ai responsabili degli uffici o dei servizi,
indipendentemente dalla loro qualifica funzionale, anche in deroga a
ogni diversa disposizione.
3-ter. In attesa di apposita definizione contrattuale, nei comuni
di cui al comma 3-bis, ai responsabili di uffici e servizi possono
essere assegnate indennità di funzione localmente determinate,
nell’ambito delle complessive disponibilità di bilancio dei comuni
medesimi.
3-quater. Nei comuni tra loro convenzionati per l’esercizio di
funzioni amministrative o per l’espletamento associato dei servizi,
ai responsabili degli uffici o dei servizi che svolgano la loro
funzione anche per gli altri comuni, in attesa di apposita
definizione contrattuale, possono essere assegnate indennità di
funzione in deroga alle normative vigenti. La relativa maggiore spesa
sarà rimborsata dagli altri enti convenzionati nei termini previsti
dalla convenzione”>>.
14. (Omissis) (7).
15. All’articolo 6, comma 8, sono aggiunte, in fine, le parole: <<,
i quali, se dipendenti da una pubblica amministrazione, sono
collocati in aspettativa senza assegni>>.
16. All’articolo 6, comma 8, sono aggiunti, in fine, i seguenti
periodi: <<Al personale assunto con contratto di lavoro subordinato a
tempo determinato si applica il contratto collettivo nazionale di
lavoro del personale degli enti locali. Con provvedimento motivato
della giunta, al personale di cui al precedente periodo il
trattamento economico accessorio previsto dai contratti collettivi
può essere sostituito da un unico emolumento comprensivo dei compensi
per il lavoro straordinario, per la produttività collettiva e per la
qualità della prestazione individuale>>.
17. (Omissis) (8).
18. All’articolo 6, comma 13, capoverso 1-bis, sono aggiunte, in
fine, le parole: <<, nel quale vengono indicati i criteri di
ripartizione che tengano conto delle responsabilità professionali
assunte dagli autori dei progetti e dei piani, nonché dagli
incaricati della direzione dei lavori e del collaudo in corso
d’opera>>.
19. (Omissis) (9).
20. All’articolo 9, dopo il comma 3 è inserito il seguente:
<<3-bis. All’articolo 105, comma 1, lettera b), del decreto
legislativo 25 febbraio 1995, n. 77, come modificato dall’articolo 17
del decreto legislativo 15 settembre 1997, n. 342, il secondo periodo
è sostituito dal seguente: “Nei pareri è espresso un motivato
giudizio di congruità, di coerenza e di attendibilità contabile delle
previsioni di bilancio e dei programmi e progetti, anche tenuto conto
dei pareri espressi dal responsabile del servizio finanziario ai
sensi dell’articolo 3, delle variazioni rispetto all’anno precedente,
dell’applicazione dei parametri di deficitarietà strutturale e di
ogni altro elemento utile”>>.
21. All’articolo 9, comma 4, la lettera h) è sostituita dalla
seguente:
<<h) articoli 100, 102, 105, 106, 107, 111 e 116>>.
22. (Omissis) (10).
23. All’articolo 11, comma 2, capoverso 5-ter, l’ultimo periodo è
sostituito dal seguente: <<Decorso tale termine, il procedimento
prosegue prescindendo dal parere omesso e l’amministrazione motiva
autonomamente l’atto amministrativo da emanare>>.
24. (Omissi…

[Continua nel file zip allegato]

Chimici.info