Usi e sprechi del fosforo in agricoltura, l'Ue avvia una consultazione | Chimici.info

Usi e sprechi del fosforo in agricoltura, l’Ue avvia una consultazione

wpid-17624_fosforoagricoltura.jpg
image_pdf

I moderni sistemi agricoli dipendono in ampia misura dall’impiego del fosforo, sia nel suolo in forma di concimi che in forma di mangime per gli animali. Ma le grandi quantità di fosforo sprecate durante tutto il ciclo di produzione alimentare causano molti problemi ambientali e di inquinamento idrico. Si consideri, ad esempio, che il deflusso del fosforo dai terreni agricoli ai corsi d’acqua, per esempio, può provocare un aumento della crescita delle piante acquatiche e delle alghe, un fenomeno noto come “eutrofizzazione“.

Fino ad ora il diritto comunitario ha disciplinato l’inquinamento idrico da fosforo tramite azioni come la direttiva nitrati o la direttiva concernente il trattamento delle acque reflue urbane, ma non ha attuato specifiche misure per promuovere un uso più efficiente della risorsa. A tal proposito, la Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica per individuare modalità d’impiego più sostenibili del fosforo, con un impatto meno dannoso sull’ambiente, e che sulla lunga distanza possano garantire alle future generazioni di disporre ugualmente delle riserve di fosforo per le attività produttive.

“Stiamo sprecando questa preziosa risorsa e ne stiamo facendo un agente inquinante”, ha dichiarato Janez Potočnik, Commissario Ue per l’Ambiente. “Un uso più efficiente del fosforo permetterà di ridurre l’impatto sull’ambiente e di migliorare la sicurezza di approvvigionamento. È inoltre possibile creare nuove opportunità economiche nel settore del riciclaggio.”

La comunicazione, specifica la Commissione, non è stata elaborata in vista di una specifica normativa sul fosforo, ma invita le istituzioni europee e tutte le parti interessate a presentare le loro osservazioni in merito. Vengono suggerite una serie di opzioni che potrebbero migliorare l’attuale situazione, come ad esempio utilizzare i fertilizzanti e i mangimi in modo più mirato, ridurre l’erosione del suolo e favorire il riciclaggio del fosforo ricavato dal letame, dalle acque reflue e dal concime organico. L’invito riguarda anche le possibili iniziative da intraprendere per promuovere il recupero del fosforo da altre fonti, quali i generi alimentari e i rifiuti biodegradabili.

Il Parlamento europeo, il Consiglio e le altre istituzioni europee, i cittadini, le autorità pubbliche, le Ong e le imprese possono contribuire con le loro osservazioni fino al 1º dicembre 2013. La Commissione analizzerà i contributi nel corso del 2014 e integrerà i risultati della consultazione nei settori pertinenti, dalla politica agricola alle attività relative alle materie prime passando per le risorse idriche e i rifiuti.

Maggiori informazioni sono disponibili qui

Copyright © - Riproduzione riservata
Usi e sprechi del fosforo in agricoltura, l’Ue avvia una consultazione Chimici.info