Un nuovo metodo per spezzare i legami forti | Chimici.info

Un nuovo metodo per spezzare i legami forti

wpid-3880_chimici.jpg
image_pdf

I chimici della Cornell University hanno scoperto un modo per spezzare due dei più forti legami nel campo della chimica: la molecola di azoto (N₂) e monossido di carbonio (CO). Lo studio potrebbe rendere più economica ed ecosostenibile la produzione industriale di composti d’azoto organico partendo dai precursori gassosi che sono molto abbondanti.

In natura, infatti, l’azoto molecolare, costituito da due atomi di azoto uniti da un triplo legame, è una delle molecole più stabili che esistano. Ma sebbene esso costituisca  fino al 78 per cento dell’atmosfera, non è utilizzato in molti processi industriali perchè il suo il triplo legame è difficile da spezzare. L’eccezione è il processo di Haber che produce ammoniaca, ma richiede elevate pressioni e temperature.

Paul Chirik e il suo team alla Cornell University di New York, USA, ha messo a punto un nuovo metodo che sorprendentemente, funziona a temperatura ambiente. Per rompere i legami di azoto, la nuova sintesi prevede due passi e si serve di un intermediario: il metallo afnio (Hf).

Nel primo step, due complessi metallici circondano i due atomi di azoto. L’afnio reagisce con l’azoto, rompendo due legami su tre e creando l’intermedio di azoto-afnio. Il passo successivo prevede l’ aggiunta di monossido di carbonio (CO) che reagisce con il nuovo composto, rompendo l’ultimo legame d’azoto rimasto. La molecola che si forma dalla reazione tra carbonio e azoto, oxamide, viene rilasciata con l’aggiunta di acido.

Il nuovo metodo necessita ancora di essere perfezionato prima di passare all’industria ma è ragionevole supporre che sia un inizio molto importante che potrà consentire una produzione di molecole organiche nell’industria farmaceutica, e non solo, economica e rispettosa dell‘ambiente.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature Chemistry

Copyright © - Riproduzione riservata
Un nuovo metodo per spezzare i legami forti Chimici.info