Sviluppato il lubrificante industriale “verde” | Chimici.info

Sviluppato il lubrificante industriale “verde”

wpid-2995_oil.jpg
image_pdf

Un team di ricercatori, provenienti dall’Università di Huelva in Spagna, ha sviluppato un lubrificante basato su olio di ricino e derivati della cellulosa. La nuova formula non comprende i contaminanti propri dei componenti utilizzati per la fabbricazione dei tradizionali lubrificanti industriali.

“L’obiettivo di questa ricerca era quello di sviluppare un prodotto che può essere utilizzato come un olio lubrificante ma che è stato prodotto solo da materiali naturali e quindi è biodegradabile al 100 %” ha riferito José María Franco, un ingegnere chimico dell’Università di Huelva e co-autore, insieme al dott. Sánchez,  dello studio pubblicato di recente Green Chemistry.

Gli oli che rispettano l’ambiente sono “oleogels”, oli vegetali ottenuti da derivati della cellulosa e da piante quali il ricino (da un arbusto della famiglia Euphorbiaceae) come base lubrificante. Secondo il dott. Franco queste nuove formulazioni sono “un’alternativa agli oli lubrificanti tradizionali, che inquinano e che è difficile smaltire “.

I lubrificanti utilizzati nell’industria sono realizzati da componenti non biodegradabili, ad esempio oli sintetici, derivati del petrolio, addensanti,  saponi metallici o derivati della poliurea (una famiglia di polimeri sintetici). Attualmente sono i composti che forniscono le migliori prestazioni ma sono anche quelli che costituiscono un pericolo per la salute dell’ambiente.

Milioni di tonnellate di oli idraulici e industriali vengono scaricate ogni anno nel fiumi, mare  e nei campi. Gli oli minerali possono contaminare le acque profonde per più di 100 anni, possono impedire la crescita vegetale e sono tossici per la vita acquatica. Fino ad oggi, il tentativo di ovviare a questi problemi sostituendo oli minerali con quelli vegetali, ha dato solo soluzioni parziali.

Il nuovo olio lubrificante “verde” fornisce una risposta, anche se gli scienziati ammettono che è necessario continuare la ricerca perché devono essere ancora perfezionate la capacità lubrificante e le proprietà antiusura.

Nonostante ciò, il nuovo materiale ha un livello di stabilità meccanica simile a quella dei tradizionali oli lubrificanti ed è ha un’elevata resistenza alle alte temperature ed una viscosità simile.

Gli scienziati hanno dimostrato che “oleogels” basati sui derivati della cellulosa, non solo sono ecocompatibili, ma sono anche vantaggiosi, perché sono più facili da processare richiedendo una tecnologia più semplice di quella utilizzata per produrre i lubrificanti tradizionali.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sviluppato il lubrificante industriale “verde” Chimici.info