Scoperta la trappola per il cesio radioattivo | Chimici.info

Scoperta la trappola per il cesio radioattivo

wpid-4028_cesio.jpg
image_pdf

Una nuova sostanza in grado di catturare l’isotopo radioattivo del cesio (cesio-137) è stata messa a punto dai chimici della Northwestern University, in modo da rendere innocui gli isotopi di questo elemento prodotti nelle centrali nucleari. Infatti, il Cesio 137 è un residuo della fissione particolarmente pericoloso e difficile da maneggiare.

La cosiddetta “trappola per cesio”, secondo lo studio pubblicato da Nature Chemistry del 24 gennaio, è una sorta di gabbia molecolare formata da un solfuro di Gallio che è in grado di richiudersi dopo aver intrappolato l’elemento radioattivo.

Il team di Mercouri Kanatzidis, coautore dello studio spiega che il solfuro, utilizzato dai ricercatori, in acqua forma una struttura porosa, con delle finestre che hanno al centro uno ione carico positivamente. Come accade anche per le resine a scambio che purificano l’acqua, il catione è in grado di uscire e lasciar entrare un altro elemento carico positivamente, in questo caso il Cesio disciolto sotto forma di sale.

Con grande sorpresa, però, lo studio ha dimostrato che non solo la finestra è della grandezza perfetta per il Cesio e rifiuta cationi più grandi o più piccoli, ma una volta entrato questo elemento si richiude intrappolandolo. La scoperta permetterà di separare e stoccare più facilmente il Cesio radioattivo.

Per approfondimenti: http://www.nature.com

Copyright © - Riproduzione riservata
Scoperta la trappola per il cesio radioattivo Chimici.info