Ripreso il moto degli elettroni | Chimici.info

Ripreso il moto degli elettroni

wpid-4914_ntbr.jpg
image_pdf

Vedere gli elettroni muoversi in una molecola. Oggi è possibile grazie ad avanzatissimo laser ad attosecondi. L’impresa è riuscita a un gruppo di ricercatori che è riuscito a “fotografare” il movimento degli elettroni all’interno di una molecola. Lo studio è pubblicato sulle pagine di Nature, e il primo firmatario dell’articolo è Giuseppe Sansone del Politecnico di Milano.

“Nel nostro esperimento siamo stati in grado di mostrare per la prima volta che con l’aiuto di un laser ad attosecondi è possibile osservare il movimento di elettroni in una molecola. Dapprima abbiamo irradiato la molecola d’idrogeno con un impulso laser, che ha rimosso un elettrone, ionizzando la molecola. Poi con un fascio laser a infrarossi abbiamo spezzato la molecola in due parti, proprio come con un paio di forbici. Ciò ci ha permesso di esaminare come le cariche si distribuiscono fra i due frammenti”, spiega Marc Vrakking del Max Born Institut di Berlino, che ha coordinato lo studio.

Nell’arco di un attosecondo – ossia di un miliardesimo di miliardesimo di secondo – la luce copre una distanza inferiore a un milionesimo di millimetro, che corrisponde alla distanza fra un’estremità e l’altra di una piccola molecola.

Pur raggiungendo alcuni degli scopi che si erano i prefissi, i ricercatori hanno però scoperto anche risultati inaspettati, come ha osservato Felipe Morales dell’Università di Madrid, che ha partecipato ala ricerca: “Abbiamo pressoché raggiunto i limiti delle capacità dei nostri computer. Abbiamo impiegato un milione e mezzo di ore macchina per comprendere il problema, scoprendo che era molto più complesso di quanto pensato. Abbiamo per esempio scoperto che anche stati di doppia eccitazione, possono contribuire alle dinamiche che abbiamo osservato. Di fatto non abbiamo risolto il problema, come ci aspettavamo, ma abbiamo spalancato una porta che rende però l’intero progetto più interessante e importante”.

L’importanza dello studio è tale che questa è “una pietra miliare nell’evoluzione della scienza” come riferisce Ferenc Kraus, uno degli autori dello studio.

Copyright © - Riproduzione riservata
Ripreso il moto degli elettroni Chimici.info