REACH, raggiunto l'accordo a Bruxelles | Chimici.info

REACH, raggiunto l'accordo a Bruxelles

wpid-4426_sostanze.jpg
image_pdf

Saranno circa 9000 le sostanze che i fabbricanti e gli importatori dovranno documentare per poter continuare la produzione e la commercializzazione entro il 30 novembre 2010. È quanto comunica il 25 marzo la Commissione europea, che ha deciso di agire per assicurare la riuscita del regolamento REACH sulle sostanze chimiche.

Il vicepresidente Antonio Tajani, responsabile per l’Industria e le imprese, e il commissario responsabile per l’Ambiente Janez Potočnik si sono recati a visitare l’Agenzia europea per le Sostanze chimiche, ECHA, a Helsinki hanno dichiarato: “REACH è un esempio lampante dell’equilibrio che si persegue tra i tre pilastri dello sviluppo sostenibile: competitività, aspetti sociali e aspetti ambientali, REACH assicura un livello elevato di protezione della salute umana e dell’ambiente svolgendo nel contempo un ruolo importante poiché incoraggia l’innovazione, promuove la competitività e meglio consente alle imprese di rispondere alle esigenze di fondo dei consumatori”.

Nell’occasione si è inoltre annunciato l’accordo raggiunto per la definizione dei criteri atti all’identificazione delle sostanze persistenti, bioaccumulanti e tossiche ovvero estremamente persistenti ed estremamente bioaccumulanti.

Particolare attenzione viene data alle sostanze dette Cmr, ossia quelle cancerogene e mutagene: non solo saranno prese in esame entro il 30 novembre, ma Bruxelles con una procedura accelerata potrà adottare misure restrittive per la vendita ai consumatori. Dopo l’inclusione dei prodotti nella lista delle sostanze, sarà obbligatorio aver ottenuto l’autorizzazione per continuare ad utilizzarle.

La Commissione intende inoltre “identificare ulteriori sostanze estremamente problematiche (sostanze SVHC) da includere nel cosiddetto “elenco delle sostanze candidate” (candidate list), in cui figurano attualmente 29 sostanze. In tale contesto entrambi i commissari, previa consultazione dell’ECHA, hanno concordato un ruolino di marcia per l’inclusione, entro il 2012, di 106 sostanze prioritarie SVHC”.

Copyright © - Riproduzione riservata
REACH, raggiunto l'accordo a Bruxelles Chimici.info