La Legge di stabilita' 2015 penalizza i liberi professionisti, secondo Epap | Chimici.info

La Legge di stabilita’ 2015 penalizza i liberi professionisti, secondo Epap

wpid-3037_chimico.jpg
image_pdf

È negativo il commento sulla Legge di stabilità da parte di Epap, l’ente previdenziale pluricategoriale a cui fanno riferimento anche i chimici. Il Governo è accusato di aver disatteso i tentativi di dialogo con gli enti di previdenza dei liberi professionisti, in particolare per quanto riguarda la maggiore doppia tassazione, dal 20 al 26%, che fa ricadere il peso della stessa previdenza sempre più sui soli iscritti agli enti, di fatto “mortificando così ogni sforzo per aumentare il welfare e per migliorare le esigue pensioni”, come spiega il presidente Epap, Arcangelo Pirrello.

“Ancora una volta la grande industria si avvale di provvedimenti legislativi a danno netto dei liberi professionisti – soprattutto dell’area tecnica – che, ormai in ginocchio per via della crisi, dovranno continuare a sacrificare anche il loro futuro”, afferma il presidente Epap, che inoltre chiede “che tutti gli enti e tutti gli ordini professionali intervengano in modo tempestivo affinché in Parlamento ci siano emendamenti correttivi che impediscano una manovra che si rivelerà disastrosa nei confronti delle piccole imprese e dei liberi professionisti”.

Copyright © - Riproduzione riservata
La Legge di stabilita’ 2015 penalizza i liberi professionisti, secondo Epap Chimici.info