I professionisti tecnici rafforzano la collaborazione | Chimici.info

I professionisti tecnici rafforzano la collaborazione

wpid-2594_chimici.jpg
image_pdf

È nata la “Rete delle professioni tecniche”, il nuovo organismo che riunisce gli architetti con gli altri professionisti dell’area tecnica, tradizionalmente riuniti nel Pat: ingegneri, geologi, periti industriali, geometri, periti agrari, chimici, tecnologi alimentari, dottori agronomi e forestali – con l’obiettivo di mettere assieme risorse, competenze e organizzazione al fine di offrire nuove concrete proposte per lo sviluppo del Paese.

La firma dell’atto costitutivo è stata apposta presso la sede del Consiglio nazionale degli ingegneri e i Consigli nazionali dei singoli organismi, che rappresentano circa 600 mila professionisti dell’area tecnica, hanno sottoscritto lo statuto, al cospetto del notaio Giuseppe Celeste. “Le forze in campo sono ormai schierate e siamo consapevoli che grazie all’apporto del sapere e della professionalità di ciascuno possano arrivare soluzioni positive, frutto della concertazione e del confronto tra chi ha davvero a cuore il futuro del Paese Italia”. Con queste parole i rappresentanti dei professionisti tecnici italiani hanno salutato il varo del nuovo organismo.

La “Rete delle professioni tecniche” si propone come interlocutore privilegiato e strategico in grado di rappresentare in forma unitaria gli obiettivi e le proposte di tutti i professionisti tecnici italiani. Si tratta di un importante approdo cui si giunge dopo un intenso e fruttuoso confronto iniziato, per esempio, in occasione della recente riforma delle professioni. Un approccio che consente alle professioni dell’area tecnica di proporsi alle istituzione come interlocutore credibile.

Copyright © - Riproduzione riservata
I professionisti tecnici rafforzano la collaborazione Chimici.info