Giovani Chimici - Medaglia d'oro ad un italiano per l'eccellenza nella ricerca. | Chimici.info

Giovani Chimici – Medaglia d’oro ad un italiano per l’eccellenza nella ricerca.

image_pdf

Giovani Chimici – Medaglia d’oro
ad un italiano per l’eccellenza nella ricerca

Nell’ambito del 2° Congresso europeo di Chimica (16-20 Settembre 2008) che ha portato al Lingotto di Torino oltre 2000 tra professori e ricercatori di tutto il mondo, si è svolta, sabato 20 settembre, la premiazione per il conferimento del Premio Europeo per Giovani Chimici, iniziativa nata per riconoscere e sostenere l’eccellenza della ricerca condotta da giovani scienziati. Circa 100 i partecipanti – ricercatori con meno di 35 anni (di cui il 63% donne) – provenienti da 30 paesi di tutto il mondo. I giovani scienziati hanno presentato attività di ricerca che ricoprono tutte le tematiche di frontiera della Chimica: dalle scienze della vita e salute, all’ambiente e all’energia, proponendo nuove soluzioni per materiali, strategie terapeutiche o dispositivi per la conversione energetica.

I vincitori sono stati scelti da una giuria internazionale che ha assegnato la Medaglia d’oro (e un assegno da 1800 euro) a Fabio Arnesano dell’Università di Bari, premiato per aver svolto ricerche molto originali nel campo delle malattie neuro degenerative indotte da aggregazione proteica. I suoi lavori forniscono elementi necessari per lo sviluppo di terapie innovative contro patologie come l’Alzheimer.

A Leonard Prins dell’Università di Padova la Medaglia d’argento per i suoi studi riguardanti la scoperta di nuovi catalizzatori sulla base di strategie sintetiche innovative, come ad esempio quelle dell’area della cosiddetta chimica dinamica. Medaglia d’argento ex-equo ad Ali Tavassoli – Università di Southampton, Inghilterra – per l’invenzione di nuove strategie biochimiche per l’inibizione del virus dell’HIV (AIDS).

Sono stati inoltre premiati i finalisti più giovani: Medaglia d’oro a Minguez Espallargas Guillermo (Università di Sheffield – Inghilterra) per i suoi studi su nuovi materiali porosi per l’immagazzinamento di sistemi gassosi e Medaglia d’argento è andata ex-equo a Viktoria H. Gessner per la scoperta di nuove strategie sintetiche per la realizzazione di materiali complessi e a Gustavo Fernandez per lo sviluppo di nuovi materiali per la realizzazione di celle solari ad elevato rapporto efficienza/costo.

Il 2° Congresso Europeo della Chimica, organizzato da EuCheMS (European association for chemical and molecular sciences), Società chimica italiana e Consiglio nazionale dei Chimici, tenuto sul tema “Chimica: scienza globale”, è stato dedicato ai numerosi e vasti ambiti di ricerca in cui è applicata la chimica, anche nella vita quotidiana: dai tessuti ai materiali, dalla conservazione dei beni culturali all’energia, negli alimenti e nell’ambiente. Vi hanno preso parte i premi Nobel Peter Agre (Usa), che ha ricevuto il Riconoscimento nel 2003 per le ricerche sulle membrane cellulari e noto per il suo impegno in difesa della pace e dei diritti umani; Robert H. Grubbs (Usa), Nobel nel 2005; Hartmut Michel (Germania), premiato nel 1988 e K.  Barry Sharpless (Usa), Nobel nel 2001, i cui studi hanno consentito di accelerare la produzione su larga scala di antibiotici, antinfiammatori e medicine per cardiopatici.

Per altre informazioni, consultare il sito http://www.torinoscienza.it

Copyright © - Riproduzione riservata
Giovani Chimici – Medaglia d’oro ad un italiano per l’eccellenza nella ricerca. Chimici.info