Polimeri e raggi Euv per creare cellule nuove | Chimici.info

Polimeri e raggi Euv per creare cellule nuove

wpid-8081_cellule.jpg
image_pdf

Il materiale polimerico, che si trova nella plastica, nei biopolimeri e nelle proteine e conosciuto per l’ampia gamma di proprietà, può essere usato per far crescere e moltiplicare le cellule umane. Ma finora i risultati scientifici di applicazione di questa tecnica sono stati poco efficaci.

E qui entra in gioco il progetto Modpoleuv – sostenuto da Eureka, la piattaforma europea per la ricerca e lo sviluppo – che ha riunito ricercatori austriaci, cechi e polacchi per sviluppare con successo un modo nuovo e facile per creare materiali nanostrutturati che faciliterebbero lo sviluppo di cellule umane.

“Circa 10 anni fa gli scienziati hanno scoperto l’importante influenza che le nanostrutture hanno sul modo in cui si sviluppa una linea di cellule – ha spiegato il professor Johannes Heitz dell’Università di Linz, coordinatore di Modpoleuv -. Questo ha fatto nascere un campo scientifico completamente nuovo, a metà strada tra la medicina e la nanotecnologia“.

Il Politecnico militare di Varsavia in Polonia ha coordinato lo sviluppo di una nuova tecnologia laser, chiamata Euv (estremo ultravioletto), con lo scopo di creare superfici polimeriche nanostrutturate. In Repubblica Ceca è stato invece  sviluppato uno specchio che forma un raggio di luce Euv diretto su una superficie che permette la creazione di nuovi materiali polimerici.

Grazie a questa tecnica, i ricercatori possono assicurare un grado di precisione molto alto, da 10 a 20 nanometri, contro le tecnologie tradizionali in grado di offrire al massimo un livello di 100 nanometri.

“Secondo una delle più recenti teorie nel campo della crescita delle cellule, più la struttura è piccola, maggiori sono le possibilità di manipolare le cellule – ha detto il professor Heitz -. Uno dei maggiori vantaggi della tecnica Euv è che la struttura del materiale viene conservata. I metodi tradizionali di solito non riescono in questo aspetto”.

Una struttura regolare è essenziale se si vuole usare il materiale per far crescere cellule umane – ha spiegato il professor Henryk Fiederowicz del Politecnico militare –“.

Secondo il team di ricerca, le nanostrutture generate tramite Euv possono influenzare il comportamento delle cellule organiche. Il processo tramite il quale si possono far crescere altri tipi di cellule può essere accelerato e migliorato a seconda del tipo di superficie polimerica usata.

Il materiale che si usa per far crescere cellule staminali umane determinerà come le cellule si trasformano in un altro tipo di cellula umana. “L’uso di un tipo di materiale polimerico o di un altro – ha detto il professor Heitz – aiuta a far crescere tipi diversi di muscoli, nervi, cellule che si adattano al cuore, alle ossa o a qualunque altra parte del corpo umano”.

Questa nuova tecnica può trovare applicazioni in molti campi diversi tra cui la biotecnologia, la microelettronica e l’ottica integrata. Sebbene la tecnologia per la crescita delle cellule sia ancora in fase sperimentale i risultati sono finora molto incoraggianti.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Polimeri e raggi Euv per creare cellule nuove Chimici.info