Pneumatici dagli scarti del riso: la scommessa di Goodyear | Chimici.info

Pneumatici dagli scarti del riso: la scommessa di Goodyear

Il produttore di pneumatici annuncia un accordo con un fornitore cinese per lo sviluppo di prodotti che impieghino silice derivata dalla cenere di lolla di riso

5 Elements RHAS Tire
image_pdf

Sul mercato cinese potrebbero arrivare presto i pneumatici prodotti grazie agli scarti del riso: l’annuncio arriva dalla Goodyear, che ha siglato un accordo con la cinese Yihai Food and Oil per l’approvvigionamento di silice derivata dalla cenere di lolla di riso. Questa materia prima sostenibile sarà utilizzata da Goodyear per produrre, presso lo stabilimento di Pulandian, pneumatici destinati al mercato cinese.

Goodyear ha testato la silice derivata dalla cenere della lolla di riso negli ultimi due anni nel suo Centro di Innovazione di Akron e ha riscontrato che l’impatto di questa silice sulle prestazioni dei pneumatici è paragonabile a quello delle fonti tradizionali.

“Questa nuova silice presenta numerosi vantaggi ambientali: riduce la quantità di scarti da smaltire in discarica, richiede una minore quantità di energia per la sua produzione e contribuisce a rendere i pneumatici più efficienti dal punto di vista dei consumi”, spiega Richard J. Kramer, presidente e Ceo di Goodyear.

Lo smaltimento della lolla di riso è una delle grandi sfide ambientali a livello globale, se si considera che ogni anno in tutto il mondo si raccolgono più di 700 milioni di tonnellate di riso (dati Fao). Spesso la lolla viene bruciata per generare elettricità e ridurre la quantità di residui inviati in discarica. La cenere della lolla di riso viene trasformata in silice da anni, ma solo i processi più recenti hanno permesso di creare una silice con una qualità sufficientemente alta da essere impiegata nei pneumatici.

La silice viene usata come agente di rinforzo nelle mescole del battistrada: rispetto al nerofumo, agente di rinforzo tradizionale usato nei pneumatici, la silice riduce la resistenza al rotolamento, quindi i consumi di carburante, e può avere un impatto positivo sull’aderenza del pneumatico sul bagnato.

L’idea di Goodyear è che, oltre all’accordo con Yihai, si possano negoziare accordi con altri potenziali fornitori, per identificare ulteriori fonti di approvvigionamento strumentali allo sviluppo di questa nuova tipologia.

Copyright © - Riproduzione riservata
Pneumatici dagli scarti del riso: la scommessa di Goodyear Chimici.info