Nasce il "Google" della chimica | Chimici.info

Nasce il “Google” della chimica

wpid-12164_elementi.jpg
image_pdf

250 anni di conoscenza sulla chimica organica condensata in un unico “cervellone elettronico”. È Chematica, già ribattezzato “Google degli elementi”, frutto di un decennio di lavoro da parte di un team di scienziati della Northwestern University. Gli autori del lavoro l’hanno paragonato a un “chimico immortale”, che non verrà mai ritirato e resterà a disposizione della rete aggiungendo informazioni di continuo.

Pubblicato sulla rivista Angewandte Chemie, il software Chematica raccoglie circa sette milioni di elementi chimici collegati da un numero simile di reazioni. Il meccanismo prevede una famiglia di algoritmi che, scandagliando il network, permette di fornire al chimico informazioni preziose in grazie a poche operazioni. In questo modo, Chematica sarà in grado di eseguire operazioni come ottimizzare le sintesi di molecole impiegate per i farmaci e altri importanti composti, trasformare sequenze complesse in composti più semplici e persino individuare composti pericolosi che potrebbero condurre alla fabbricazione di armi atomiche.

Bartosz A. Grzybowski, leader del progetto, spiega che “poter organizzare tutti i composti e le reazioni in un unico network gigante, significa non solo disporre di un nuovo deposito di metodi per la chimica ma di un’intera nuova piattaforma, dove ogni singola reazione diventa parte di un “cervello collettivo”, che viene analizzato da algoritmi che utilizzano gli stessi principi di motori come Google.

Già impiegato in alcuni ambienti industriali, il software può essere adattato in base a specifiche necessità o parametri, come ad esempio l’individuazione di sostanze pericolose per l’ambiente, nell’ottica dell’incentivazione della ricerca sulla chimica verde.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
Nasce il “Google” della chimica Chimici.info