Maggiore sicurezza e rispetto dell'ambiente nell'industria chimica | Chimici.info

Maggiore sicurezza e rispetto dell’ambiente nell’industria chimica

wpid-4959_getg.jpg
image_pdf

L’impegno dell’industria chimica ad uno sviluppo sempre più sostenibile è un fatto concreto. Lo riferisce il 15˚ rapporto annuale “Responsible Care” di Federchimica, ottenuto dai risultati di 175 imprese che mirano a migliorare continuamente prodotti, processi e comportamenti nelle aree della sicurezza, salute e ambiente.

Le imprese aderenti a Responsible Care hanno ottenuto per l’81,7% la certificazione Iso 9001 di almeno una unità locale, ossia la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per una organizzazione. Il dato più importante riguarda la gestione responsabile del prodotto lungo l’intero ciclo di vita, al fine di migliorarne le prestazioni, la sicurezza e di ridurne l’impatto ambientale.

Il 65,1% ha ottenuto, sempre in almeno une delle proprie unità locali, la certificazione Iso 4001, che riguarda nell’organizzazione un sistema di gestione adeguato a tenere sotto controllo gli impatti ambientali delle proprie attività, e ne ricerchi sistematicamente il miglioramento in modo coerente, efficace e soprattutto sostenibile.

Anche l’efficienza energetica è complessivamente migliorata, il settore ha ridotto, tra il 2006 e il 2007, i consumi specifici di energia del 5,2%. Anche le imprese aderenti al programma di Federchimica hanno ridotto i propri consumi, nel 2008 rispetto al 2007, dello 0,6%.

E poi le industrie hanno dimostrato un’elevata sicurezza nei luoghi di lavoro: l’indice di frequenza degli infortuni (If), calcolata come numero di infortuni per milione di ore lavorate ed elaborato per il triennio 2006/2008 su dati Inail per tutti i settori manufatturieri dimostra come essa sia, con una performance di 9,7, la migliore dopo l’industria del petrolio. E le imprese aderenti al programma Responsible Care rappresentano l’eccellenza italiana registrando un indice di frequenza medio degli ultimi tre anni pari a 9,1 e, considerando solo il 2008, a 8,4.

Copyright © - Riproduzione riservata
Maggiore sicurezza e rispetto dell’ambiente nell’industria chimica Chimici.info