L'inquinamento olfattivo si puo' monitorare in tempo reale | Chimici.info

L’inquinamento olfattivo si puo’ monitorare in tempo reale

In Sicilia via alla sperimentazione di 'Odor Prep': nato da uno spin-off dell'Universita' di Bari, permette di monitorare le emissioni maleodoranti in tempo reale

wpid-26198_cattivoodoreindustriale.jpg
image_pdf

Controllare in tempo reale l’inquinamento olfattivo causato nelle aree ad elevato rischio di crisi ambientale: è l’obiettivo di un progetto nato dalla collaborazione tra l’Arpa Sicilia e Levinros, società spin off dell’Università di Bari ‘Aldo Moro’, che verrà sperimentato in via preliminare a Milazzo.

Il sistema nasce come attuazione della normativa UNI EN 13725 sulla determinazione della concentrazione di odore mediante olfattometria dinamica. L’idea di partenza è monitorare le cosiddette ‘molestie olfattive’ causate dalle aziende e dalle industrie, come fonte di inquinamento olfattivo. Più che di danni diretti alla salute, il cattivo odore può avere effetti negativi sul contesto psicofisico dei lavoratori, nonché costituire un indicatore di situazione ambientale non salubre.

Il sistema che verrà sperimentato a Milazzo permette il campionamento delle emissioni odorigene in sacchetti inerti tramite controllo remotizzato (SMS). Il vantaggio di realizzare il campionamento immediato, nel momento in cui la molestia olfattiva si presenta, è che vengono superati i campionamenti presidiati che solitamente si svolgono ritardati rispetto alla ormai avvenuta emissione del cattivo odore.

La tecnologia è basata su un sistema di termoregolazione della camera di campionamento tra 20 e 25°C (impostabile dall’utente), che permette la corretta conservazione dei contenitori per il campionamento e per i campioni stessi (come previsto nella normativa EN13725). E’ comunque possibile impostare temperature diverse in modo da mantenere la temperatura di campionamento sopra il punto di rugiada, per evitare fenomeni di condensa.

I contenitori sono rigidi e di materiale scuro per facilitarne il trasporto ed evitare l’esposizione alla luce solare diretta, in modo tale da ridurre al minimo eventuali reazioni fotochimiche.

Al termine del campionamento (automatico), il sistema permette l’invio di un messaggio o telefonata all’incaricato, di avvenuto campionamento e per la programmazione del ritiro del campione per successiva analisi.  

Copyright © - Riproduzione riservata
L’inquinamento olfattivo si puo’ monitorare in tempo reale Chimici.info