L'Inghilterra dice no alla plastica biodegradabile | Chimici.info

L'Inghilterra dice no alla plastica biodegradabile

wpid-4335_.jpg
image_pdf

Le buste di plastica oxo-degradabili, quelle spesso disponibili nei supermercati e giudicate più eco-friendly, non sarebbero in realtà così ecologiche. Stando ad una ricerca commissionata dal dipartimento britannico per l’ambiente, non sarebbe chiaro l’impatto degli imballaggi sull’ambiente.

Lo studio, infatti, f a notare che i contenitori oxo-degradabili non possono essere compostati, non si degradano nei terreni (perchè per lo smaltimento serve l’ossigeno) e c’è maggiore rischio che provochino l’ingresso di elementi chimici nella catena alimentare, in quanto le particelle scomposte possono essere ingerite da insetti, animali e pesce. I ricercatori della Loughborough University fanno notare anche che la stessa definizione biodegradabile può trarre in inganno i consumatori più attenti, che potrebbero inserire le buste nel compostaggio, con relativi danni all’ambiente. Non sono neppure chiari i tempi di decomposizione, ma secondo gli scienziati britannici bisogna mettere in conto vari anni.

Il governo londinese, presa visione del rapporto, ha chiesto all’industria di non insistere sulla maggiore ‘eco-compatibilità’ delle buste oxo-degradabili rispetto a quelle di plastica tradizionale. Le prime reazioni sarebbero già arrivate: in particolare, il mondo delle cooperative ha fatto sapere che interromperà la distribuzione di buste oxo-degradabili.

 

 clicca qui per scaricare il report (1,79 MB)

Copyright © - Riproduzione riservata
L'Inghilterra dice no alla plastica biodegradabile Chimici.info