L'acqua è il carburante del futuro | Chimici.info

L’acqua è il carburante del futuro

wpid-4365_chimico.jpg
image_pdf

Dai laboratori del Mit (Massachusetts Institute of Technology) di Boston un innovativo sistema per fornire energia: imitando la fotosintesi tipica delle piante, il chimico Dan Nocera dimostra come sia possibile alimentare tutti i dispositivi della casa utilizzando solo pannelli solari e acqua.

Parlando all’Aspen Environment Forum ha rivelato una tecnologia pulita e semplice da attuare. Il suo team ha realizzato un elettrolizzatore utilizzante cobalto e fosfato di potassio, che viene alimentato con l’energia fornita da un semplice pannello solare di 6 metri per 5.

L’energia catturata dal calore del sole viene utilizzata per scindere le molecole di acqua in idrogeno e ossigeno gassosi.  Con soli 5 litri di acqua sarebbe possibile ottenere energia sufficiente al fabbisogno di una abitazione.

Il sistema supera il limite stesso dell’energia solare, ovvero, il suo immagazzinamento. In quattro ore, afferma Nocera, l’acqua trattata con il catalizzatore è in grado di produrre 30 kW di energia. Tale processo, entro dieci anni, sempre secondo il chimico del MIT, potrebbe essere utilizzato in tutte le abitazioni dotate di pannelli fotovoltaici.

Esso, inoltre, rispetto ai sistemi sperimentati negli anni ’70, è meno costoso e meno dannoso. Gli scienziati, infatti, già in quegli anni avevano provato a replicare la fotosintesi biologica per produrre energia, ma le sperimentazioni condotte utilizzavano alte temperature, soluzioni alcaline pericolose per l’ambiente e per la salute, e tecnologie costosissime come i catalizzatori di platino. Alla domanda: "Ma l’idrogeno non è pericoloso?", lo scienziato ha risposto: "Non di più del gas che arriva in tutte le comuni abitazioni!" .

Riferimenti: http://spectrum.mit.edu

Copyright © - Riproduzione riservata
L’acqua è il carburante del futuro Chimici.info